Dolore cervicale: guida all'acquisto dei migliori rimedi farmacologici

Sono tantissime le persone che “soffrono di cervicale” o ne hanno sofferto almeno una volta nella vita. Si tratta di una condizione di infiammazione e forte dolore, che coinvolge il collo, la schiena e quindi la zona cervicale. Tra le cause scatenanti vi possono essere posture scorrette, sovraccarico funzionale, traumi, infiammazioni derivanti da diverse condizioni fisiche o ambientali. In questa guida all’acquisto si analizzeranno le principali soluzioni farmacologiche, come antinfiammatori orali e locali, ma anche integratori per la muscolatura e i dolori localizzati, cerotti termici e fasce per la kinesio taping. In questo modo sarà possibile comprendere al meglio quale rimedio sia più adatto alle proprie esigenze di salute e benessere cervicale. 
cervicale rimedi

Come scegliere i migliori prodotti per il dolore cervicale

Antinfiammatori per la cervicale

Quando si ha mal di schiena, torcicollo e cervicale infiammata, il primo farmaco al quale si ricorre è l’antinfiammatorio. Nello specifico, si tratta dei FANS o Farmaci Antinfiammatori Non Steoridei. Questa categoria di attivi, che comprende molecole come l’acido acetilsalicilico, l’ibuprofene, il ketoprofene, il naprossene o il diclofenac, permette di andare ad agire sugli enzimi dell’infiammazione (ciclossigenasi o COX), spegnendoli. Si possono utilizzare sia forme farmaceutiche per uso orale, come compresse o bustine da assumere con acqua, ma anche formulazioni orosolubili come Dompé Okitask 40mg o progettate per essere applicate direttamente nel sito del dolore. Si tratta di creme, gel o mousse che contengono alte concentrazioni di farmaci antinfiammatori con azione mirata sulla zona cervicale. Questi ultimi vengono preferiti in prima battuta, poiché evitano tutti gli effetti collaterali sistemici (come il mal di stomaco) tipici dell’assunzione orale dei farmaci antinfiammatori.

Farmaci miorilassanti

Altra categoria di farmaci che viene utilizzata per andare a contrastare i dolori e la rigidità tipici della cervicale, sono i miorilassanti. Molecole come la tizanidina o il tiocolchicoside, che agiscono andando a rilassare la muscolatura e quindi aiutano a contrastare la rigidità e le contratture che possono essere presenti nella zona cervicale e determinare il tipico dolore. Anche questi attivi esistono all’interno di forme farmaceutiche per uso orale oppure in schiume o gel da applicare proprio nella zona in cui si manifesta la rigidità e il dolore. Come per tutti i farmaci bisogna prestare attenzione alla loro somministrazione e alle eventuali interazioni, e per questo è sempre richiesto un parere e un monitoraggio da parte del medico.

Integratori per il benessere muscolare 

La prevenzione rimane sempre una delle armi principali a nostra disposizione, anche per quanto riguarda il benessere delle fibre muscolari che avvolgono la zona cervicale. Avere muscoli in salute, elastici e ben idratati, è alla base della riduzione di tutti quei processi di rigidità che conducono a contratture e stiramenti muscolari. Gli integratori per il benessere dei muscoli, a base di sali minerali, vitamine e altre molecole trofiche, possono essere quindi fondamentali per prevenire e trattare i sintomi del dolore cervicale.

Cerotti termici e prodotti ad azione locale

Questa categoria di rimedi per la cervicale è molto variegata ed è costituita da tutti quei prodotti da applicare a livello locale per alleviare i fastidi e il dolore. Si parte da semplici creme o gel a base di sostanze antidolorifiche e antinfiammatorie, come l’arnica e l’artiglio del diavolo, fino ad arrivare ai cerotti termici della linea thermacare, che con le loro cellette brevettate permettono la produzione di calore terapeutico. Non vanno dimenticati anche i bendaggi per il kinesio taping, che possono aiutare a ridurre i movimenti che provocano dolore e possono aiutare il recupero funzionale della muscolatura.

(Dati aggiornati a maggio 2024 e soggetti a variazione nel tempo)

Antinfiammatori per la cervicale

Il dolore cervicale è caratterizzato da una situazione infiammatoria di dolore e rigidità proprio della regione cervicale. Le cause possono essere svariate e comprendono piccoli traumi, infiammazioni, tensioni muscolari e contratture, ma anche problemi più seri come l’artrosi cervicale e patologie che interessano l’ernia del disco. Insomma, un quadro di cause davvero vasto, che a tutti sarà capitato di dover affrontare almeno una volta nel corso della propria vita. I sintomi che accompagnano il dolore cervicale sono la rigida e la difficoltà nel fare movimenti anche molto semplici di rotazione. Per quanto riguarda il trattamento, invece, si divide in una parte dedicata alla risoluzione del problema che c’è alla base del dolore cervicale e una seconda parte che si concentra sui sintomi infiammatori e dolorosi. In quest’ultimo caso l’arma d’elezione sono i farmaci da banco antinfiammatori. La prima scelta ricade sui FANS (Farmaci antinfiammatori non steroidei) ad applicazione topica. Stiamo parlando di formulazioni in crema o gel, come Novartis Voltaren Emulgel 2% e Alfasigma Dicloreum Actigel 1%, che sfruttano l’azione del diclofenac per inibire gli enzimi ciclossigenasi responsabili del processo infiammatorio. Esistono anche forme farmaceutiche più innovative, come i cerotti transdermici che veicolano attivi antinfiammatori nel tempo e sono rappresentati da farmaci come Farmapro Diclofenac 180mg. Queste formulazioni topiche vengono preferite per la loro azione mirata nel punto del dolore e perché riducono al minimo gli effetti collaterali sistemici legati all’assunzione di farmaci per via orale. Quando, però, il dolore si fa troppo forte e queste forme farmaceutiche non riescono ad avere l’effetto sperato è necessario ricorrere ai fans per via orale. Stiamo parlando di farmaci come DOC Generici Ibuprofene DOC 400mg o Zentiva Ketoprofene sale di lisina, che vengono assunti sotto forma di compresse da ingoiare o bustine da sciogliere in acqua. L’azione di questi attivi sarà più forte, ma potranno manifestare anche effetti collaterali sistemici come la gastro-lesività. I farmaci antinfiammatori per via orale andrebbero assunti sempre a stomaco pieno e dietro indicazione del proprio medico. 

Farmaci miorilassanti

La categoria dei farmaci miorilassanti può essere molto utile in caso di dolore cervicale. Questi attivi, infatti, agiscono riducendo l’eccitabilità neuronale e quindi diminuendo l’attività dei muscoli. Come suggerisce la stessa parola, vanno a provocare un senso di rilassamento dei muscoli contratti. In questo modo si va ad agire proprio su quella rigidità tipica dei dolori alla cervicale. Tra i principi attivi più utilizzati ci sono il baclofene e la tizanidia. Un famoso farmaco miorilassante con azione locale è Dompé Miotens contratture e dolore schiuma cutanea, che viene applicato e spalmato direttamente sulla zona dolente. La schiuma contiene tiocolchicoside, che può essere utilizzata per mal di schiena, dolori al collo, contratture e sindromi dolorose post-traumatiche. È importantissimo ricordare, che i miorilassanti (soprattutto per uso orale) richiedono la supervisione del medico e devono essere inseriti all’interno di protocolli terapeutici finalizzati all’eliminazione dell’origine del dolore, come terapie manuali e riposo attivo. Inoltre, le forme farmaceutiche per uso orale possono provocare sintomi come sonnolenza, vertigini, secchezza delle fauci e disturbi gastrointestinali.

Integratori per il benessere muscolare

Il benessere di tutti i muscoli del corpo si preserva con uno stile di vita attivo all’insegna dello sport, una regolare idratazione e un’alimentazione ricca di micronutrienti. In alcuni casi può rendersi necessario anche l’utilizzo di integratori alimentari specifici che apportino minerali e vitamine utili per il sostengo delle fibre muscolari e della loro fisiologica contrazione. Un prodotto largamente utilizzato per l’integrazione di sali minerali come il magnesio è Bios Line Principium Tensiolen Compresse, che viene usato per supplementare questo fondamentale minerale utile per la corretta contrazione dei muscoli, ma soprattutto per rilassare le miofibrille a riposo. Altro integratore alimentare da utilizzare per prevenire e trattare problemi legati alla cervicale è Seikou Pharma Nucleodol Capsule. Questa formulazione contribuisce anche al benessere osseo, nervoso e del metabolismo energetico, oltre che ovviamente al benessere dei muscoli. Il prodotto contiene al suo interno zinco, tiamina, piridossina e altre molecole essenziali per il benessere di questi tessuti e per prevenire infiammazioni e danni acuti. Per combattere le infiammazioni della cervicale, molto spesso, vengono consigliati anche integratori a base di curcumina, come Solgar Curcumina Redox 30 perle. Questa sostanza vegetale presenta potenti proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che possono aiutare a ridurre il dolore e l'infiammazione associati alla zona cervicale. Da non dimenticare anche le formulazioni a base di calcio, vitamina D, omega 3 e collagene, che possono contribuire in diversa misura al benessere di muscoli e quindi a preservare la salute anche del tratto cervicale.

Cerotti termici e prodotti ad azione locale

kinesio taping
Questa categoria di prodotti utili a trattare il dolore cervicale è la più innovativa ed è anche largamente apprezzata dai pazienti. Si parte da formulazioni fitoterapiche, che sfruttano l’azione antidolorifica e antinfiammatoria di piante come l’Artiglio del diavolo e l’Arnica montana. Prodotti salute come Esi NoDol Artiglio del Diavolo Gel ed Esi NoDol Arnica Forte Gel, vengono applicati proprio nel sito dove è presente il dolore ed esplicano una forte sensazione di freschezza, accompagnata da un sollievo dalla tensione e dall’infiammazione localizzata. Si tratta di prodotti sicuri che possono essere applicati anche su pelli sensibili. Un prodotto che viene spesso utilizzato per far fronte al dolore alla cervicale è Thermacare Fasce Autoriscaldanti Collo Spalla Polso. Si tratta di una speciale fascia adesiva da applicare sul collo, che grazie a una serie di cellette brevettate crea del calore terapeutico, che rilassa la muscolatura e aiuta a combattere rigidità e difficoltà di movimento. Le cellette entrando a contatto con l’ossigeno dell’aria si attivano e producono calore terapeutico per diverse ore, aiutando a combattere tutti quelli che sono i sintomi correlati al dolore cervicale. Queste soluzioni vengono apprezzate perché si discostano dall’idea di farmaco tradizionale da assumere per via orale, ed effettivamente dovrebbero aver un’azione più mirata e meno effetti collaterali. Anche se in alcuni casi possono comunque generare effetti locali, come arrossamenti, piccole scottature e per i prodotti fitoterapici anche reazioni di ipersensibilità cutanea. Non vanno dimenticate le fasce Farmacare Kinesiotaping 5cmx5m, utilizzate per effettuare il kinesio taping. Si tratta di una tecnica che usa bendaggi elastici da applicare sul corpo per supportare i muscoli, le articolazioni e migliorare la circolazione. Nel caso dei dolori cervicali, questa tecnica si può usare per fornire sostegno ai muscoli del collo, migliorare la postura e ridurre la tensione delle fibre muscolari. Sarà il fisioterapista ad applicare nella posizione corretta le bende adesive e favorire così un miglioramento dei fastidi correlabili alla cervicale.

Biagio Flavietti
Biagio Flavietti

Biagio Flavietti è un giovane farmacista nato il 20 giugno 1993 a Napoli. Nella stessa città, dopo una maturità classica, consegue la laurea magistrale in Farmacia nel dicembre 2017 presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in farmacologia e farmacoterapia. La tesi mette al centro del suo studio l’analisi e la ricerca di integratori a base...Leggi tutto

Le marche più popolari

Torna su