Pelle grassa: come prendersene cura con i prodotti giusti

Quando il sebo è prodotto in eccesso, la pelle diviene grassa ed è caratterizzata da lucidità, acne e punti neri: ecco i prodotti per prendersene cura
Di Karen Angelucci 22 settembre 2021
cura della pelle grassa

La pelle è l’organo più esteso del nostro corpo in grado di proteggere, regolare gli scambi con l’esterno e mantenere costante la temperatura. Affinché possa svolgere al meglio le sue funzioni necessita di alcuni annessi come peli e ghiandole. Tra queste ci sono quelle sebacee che hanno la funzione di secernere il sebo, una sostanza oleosa che riveste la cute, difendendola da sostanze chimiche aggressive, ma anche microrganismi. In alcuni soggetti può essere prodotto in eccesso, in questo caso si parla di pelle grassa caratterizzata da lucidità superficiale e presenza di acne e punti neri. Per far fronte a tale situazione, che si manifesta sia sul viso che sul corpo, si possono usare dei prodotti specifici per il corpo, prodotti per il viso e cosmetici che riequilibrano la produzione di sebo purificando la pelle.

Scopriamo quali sono i prodotti da usare per prendersi cura della cute grassa.

Come appare la pelle grassa?

La pelle si definisce grassa quando appare lucida a causa di un’eccessiva produzione di sebo, che occlude i pori rendendo difficoltosa la traspirazione e ciò determina la formazione di comedoni, punti neri e brufoli. L’incarnato potrebbe dunque apparire arrossato, ruvido, irregolare e spento. L’area che viene maggiormente colpita da tali alterazioni è il viso, nello specifico la zona T, che comprende fronte e naso, ma l’eccessiva oleosità si può presentare anche sul cuoio capelluto e sul corpo.

Quando si parla di cute grassa, occorre distinguere tra:

Perché si ha la pelle oleosa?

Le cause che fanno apparire la pelle oleosa sono molte, ogni individuo è differente quindi anche l’eziopatogenesi del problema è varia. La cute grassa può essere legata ai geni, quando anche i genitori o familiari stretti ne soffrono; oppure, se si presenta in determinati periodi dell’anno, potrebbe essere dovuta al clima, di solito le temperature alte favoriscono la fluidificazione del sebo; altre volte, invece, è connessa al rilascio di alcuni ormoni, ciò accade soprattutto nei soggetti di sesso femminile in concomitanza con il ciclo.

Anche i cosmetici scelti potrebbero influire sulla presenza di pelle grassa. Questa problematica, infatti, può esacerbarsi scegliendo quelli troppo aggressivi che rimuovono tutto il sebo e, quindi, il corpo tenderà a produrlo in maniera più spinta.

Lo stile di vita influenza la salute della pelle: periodi particolarmente stressanti determinano un aumento della produzione di cortisolo che, a sua volta, favorisce la secrezione di sebo, che è stimolato anche da una dieta troppo ricca di alimenti grassi, ad alto indice glicemico o derivati del latte. A tal proposito si consiglia di mangiare cibi freschi, soprattutto frutta e verdura ricche di vitamina A, ad esempio carote, melone, albicocche e zucche.

Quali sono i prodotti da usare per contrastare la pelle grassa?

lavaggio del viso

Come primo step la cute grassa va lavata per eliminare l’eccesso di sebo, occorre scegliere un detergente delicato e non troppo schiumogeno, così che possa essere sciacquato facilmente senza lasciare residui. Il miglior formato è il gel, come La Roche Posay Effaclar Gel Moussant, mentre è consigliabile evitare creme ed oli. Qualora si voglia combattere anche la formazione di brufoli e acne si può impiegare un prodotto a base di acido azelaico o benzoil perossido, come Galderma Benzac clean gel 5% 100g, in grado di ridurre la proliferazione batterica.

Un ausilio aggiuntivo per la detersione sono gli scrub, da impiegare massimo due volte a settimana. E’ buona cosa scegliere quelli formulati per la pelle grassa come ad esempio Galenia Skin Care Kerapil Gel Scrub 125 ml che rimuove le cellule morte gentilmente, così che il sebo non vi si possa accumulare. Per un’azione più energica si possono impiegare prodotti a base dei derivati dell’acido retinoico, di quello salicilico o di quello glicolico, come Collistar Acido Glicolico Peeling 30 ml, che consentono di eliminare un piccolo strato dell’epidermide. Prima del trattamento si dovrebbe procedere alla dilatazione dei pori utilizzando del vapore seguito dall’utilizzo di un tonico come La Roche Posay Serozinc Tonico Astringente Lenitivo 150ml.

Occasionalmente si può fare una maschera, ed è necessario scegliere sempre quelle formulate appositamente per pelli grasse o miste, come Dermoresearch Dierre-Maschera Pelli Grasse e Miste 50 ml e Garnier Skinactive Hydra Bomb Super Idratante Opacizzante per pelli miste o grasse.

In presenza di lucidità della pelle non bisogna rinunciare all’idratazione, infatti, nonostante sia impura, essa ha bisogno di nutrimento ed occorre scegliere un prodotto leggero che non appesantisca, come ad esempio Rilastil Acnestil Crema 50ml, che si assorbe subito e lascia un finish opaco. A questa si può alternare una crema seboequilibrante, come Avantgarde Alusac Crema Sebo-Normalizzante 30ml.

È consigliabile leggere l’etichetta dei cosmetici che si applicano ed evitare burro di cacao, olio di cocco, vaselina, silicone e alcool, che potrebbero acuire il problema. E’ invece meglio scegliere i formulati che annoverano niacinamide, L-carnitina e licochalcone A, un fenolo estratto dalla radice di liquirizia.

Quali sono i rimedi naturali per la pelle oleosa?

maschera argilla viso

Maschera viso di argilla bianca

Ci sono molte sostanze naturali che si possono impiegare per trattare la pelle grassa e impura. Per il viso si consiglia di usare l’argilla bianca, la variante più delicata, che, mescolata ad acqua e succo di limone, consente di fare una maschera con proprietà assorbenti e astringenti. Altre sostanze utili in questo senso sono l’escina che ha un’azione disintossicante, l’amamelide che contrasta la proliferazione microbica e la bardana che purifica, ripristinando il normale valore di pH della pelle.

Anche il corpo può essere soggetto a cute grassa e le zone più colpite sono quelle che vengono coperte da indumenti che riducono la traspirazione. Si può impiegare aloe vera che purifica la cute, rendendola liscia e integratori allo zinco come Solgar Oligo Zin Plus 50 tavolette, che  contrasta la proliferazione dei batteri.

Quali sono le buone abitudini per contrastare la pelle grassa?

Chi ha la pelle grassa dovrebbe seguire qualche buona abitudine che, insieme ai prodotti citati nei paragrafi precedenti, possono aiutare ad arginare il problema. In prima istanza occorre evitare lavaggi frequenti, l’optimum sono 2 al giorno, altrimenti si rischia di rimuovere troppo sebo e stimolare la cute a produrne ulteriormente. L’esposizione della pelle al sole porta a una regressione dell’acne, ma è fondamentale non esagerare per non andare incontro all’iperseborrea. In ogni caso è sempre meglio impiegare un solare con un elevato SPF, come Bioderma Photoderm AKN Mat Fluido SPF30 40ml.

La pelle grassa può essere truccata, l’importante è usare prodotti non comedogenici e leggeri che non ostruiscano i pori, i migliori sono quelli in polvere che mattificano l’incarnato, come L’Oréal Fondotinta in Polvere Infaillible 24H Fresh Wear. A fine giornata, però, è necessario rimuovere il make-up con uno struccante specifico come Bioderma Sebium H2O Soluzione Micellare pelle mista 500ml, per evitare di ridurre la traspirazione.

Inoltre, si possono portare in borsetta delle salviette opacizzanti: delle veline che consentono di attenuare le lucidità semplicemente tamponandole. Infine, si potrebbe pensare di fare dei cicli con integratori a base di lievito di birra, come Marco Antonetto Lievito Sohn Pelle e Capelli 60 compresse, che migliora l’aspetto di cute e chioma.

 

Fonti

The Journal of Clinical and Aesthetic Dermatology –  Oily Skin: a review of Treatment Options

American Academy of Dermatological Association – How to control Oily skin

Medline Plus- Oily skin

Immagini

  • Gettyimages.it

 

Karen Angelucci
Karen Angelucci

Sono una farmacista e una creatrice di contenuti nell’ambito salute e benessere. Fin da bambina ho sempre amato la scrittura, riempiendo fogli su fogli con le mie storie, in seguito ho ottenuto un diploma Classico, che è stata una scelta naturale, vista la mia passione di raccontare e descrivere ciò che avevo intorno.

Quando si è trattato di scegliere un percorso...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti