Lifestyle 30 dicembre 2018

Cocktail party per entrare con allegria nel 2019? Ecco 5 strumenti indispensabili

Cocktail trovaprezzi

Un cocktail party è sicuramente un ottimo modo per festeggiare la serata del 31 dicembre con gli amici. Se avete deciso di invitare amici e parenti a casa vostra, dopo una gustosa cena di San Silvestro non potete non servire long drinks e cocktail a tutti gli invitati per continuare la serata in allegria anche dopo la mezzanotte.

Non è necessario avere una casa grandissima, basterà semplicemente creare un po’ di spazio e offrire un buon numero di sedute per i tuoi ospiti, il resto verrà da sé; quello di cui però non puoi proprio fare a meno sono gli strumenti per creare drink strepitosi. Un cocktail party che si rispetti, infatti, per definizione deve offrire degli ottimi long drinks: non è necessario svaligiare un negozio di liquori e proporre un elenco infinito di cocktail, sarà sufficiente imparare a prepararne tre o quattro tipologie e avere tutto l’occorrente per realizzarli in breve tempo. L’ideale, visto che state festeggiando l’arrivo del nuovo anno, sarebbe pensare a cocktail che abbiano come ingrediente principale lo Spumante o lo Champagne.

Ecco i 5 strumenti indispensabili se hai deciso di organizzare un cocktail party di Capodanno a casa tua.

Shaker Boston

Tanto per cominciare, non puoi pensare di organizzare un cocktail party di Capodanno senza avere uno shaker! Ne esistono tre tipi diversi, ma il più utilizzato e comodo è sicuramente lo shaker Boston: è formato da una parte superiore in vetro o plastica e da una parte inferiore in acciaio inox; la parte inferiore ha il diametro leggermente più ampio di quella superiore e questo permette di unire le due metà. Con questo shaker potrai preparare cocktail anche per 3 o 4 persone contemporaneamente.

Strainer

Meno conosciuto ma altrettanto importante, lo strainer è lo strumento che ti permetterà di versare i liquidi contenuti nello shaker direttamente nel bicchiere senza però far cadere anche il ghiaccio. Utilizzare lo strainer è molto semplice anche per un bartender alle prime armi: basta posizionarlo di piatto, con la molla all’imbocco dello shaker, tenere le dita sulla placchetta che resta all’esterno e versare il liquido.

Blender

In casa avrai sicuramente un frullatore, ma quello che ti serve per il tuo cocktail è un vero e proprio blender: si tratta sì di un frullatore, ma con il motore alla base e il boccale a forma di caraffa, per poter versare direttamente il drink nel bicchiere una volta preparato. Il blender ha generalmente un motore molto potente e lame molto resistenti perché dev’essere in grado di frullare il ghiaccio senza danneggiarsi.

Muddler

Il nome forse non ti dice niente ma sicuramente si tratta di uno strumento che hai già visto utilizzare: il muddler non è altro che il pestello da cocktail, indispensabile per i cocktail pestati, che serve appunto a pestare sul fondo del bicchiere erbe o frutta con lo zucchero. È grazie a questa tecnica che l’essenza dei vari ingredienti esce fuori e regala il suo sapore al cocktail. Preparare un mojito senza un muddler sarebbe praticamente impossibile!

Stirrer

Anche in questo caso il nome non è molto conosciuto ma l’oggetto in questione decisamente sì. Lo stirrer, o bar spoon, è il cucchiaino dal manico molto lungo che serve a mescolare i cocktail fino al fondo del bicchiere; la sua caratteristica, oltre al manico, è la sua forma quasi piatta, che aiuta il barman quando deve versare un liquore sopra l’altro nei cocktail stratificati oppure la panna sull’Irish Coffee.

Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, si è laureata in Scienze Politiche per diventare giornalista ma le esperienze e il caso l'hanno portata in tutt'altra direzione. Oggi scrive per vivere o vive di scrittura, in ogni caso fa quello che le piace di più e che le riesce meglio: lavora con alcune agenzie di comunicazione e con alcune testate online, saltando da un progetto all'altro e scrivendo di ogni settore, anche se le sue passioni restano il food, il make up e l'interior design. Per il magazine di Trovaprezzi.it si occupa delle sezioni Lifestyle, Sport e Beauty.