Lifestyle 8 settembre 2020

Come lavare correttamente le mascherine

come lavare la mascherina

Le mascherine fanno ormai parte della nostra quotidianità e probabilmente lo faranno ancora per un po’ di tempo. Si tratta infatti di un dispositivo fondamentale per proteggere noi stessi e chi ci circonda, utili al contenimento dei contagi: a patto però di utilizzarle e conservarle nel modo corretto! Obbligatorie in tutte le situazioni di stretto contatto, quando non sia dunque possibile garantire il distanziamento, sono il modo migliore che abbiamo per evitare la diffusione dei virus. Accanto a quelle chirurgiche, sono nate mascherine in tessuto decorate con ogni fantasia possibile: anche i brand del lusso hanno messo in vendita intere collezioni di mascherine di ogni colore.

Le mascherine in tessuto sono comode e per alcuni sono diventate dei veri e propri accessori moda, ma dobbiamo imparare a conservarle nel modo corretto. Ogni quanto andrebbe lavata e igienizzata la mascherina? Possiamo usare la lavatrice? Ecco una breve guida su come lavare le mascherine in tessuto.

Ogni quanto lavare le mascherine?

Cominciamo col capire ogni quanto andrebbe lavata la mascherina in tessuto. Gli esperti consigliano di pulirla e disinfettarla dopo ogni utilizzo, ma questo può diventare complicato: quando questo non è possibile, si può lasciare la mascherina in un luogo caldo, dentro un sacchetto di carta, e lasciarla lì in attesa del successivo utilizzo. Una mascherina sporca, infatti, potrebbe contenere goccioline che, evaporando in particelle, esporrebbero al virus chi ci sta vicino. Quando si rientra a casa la sera, è il momento perfetto per lavare la propria mascherina in tessuto. La cosa migliore è quindi averne almeno tre o quattro a disposizione, per avere il tempo di pulirle correttamente.

Le mascherine chirurgiche, invece, sono per definizione monouso e comunque non andrebbero indossate per un tempo superiore alle otto ore: una volta utilizzate, non possono essere lavate ma vanno buttate via. Se è proprio necessario riutilizzarle, dovreste conservarle all’interno di un sacchetto di carta e attendere almeno 8-10 ore affinché il virus eventualmente presente muoia: nessuno sa ancora con certezza quanto può sopravvivere il virus sulle superfici quindi il consiglio è sempre quello di utilizzarle una sola volta e poi buttarle via.

mascherina tessuto lavabile

Lavare la mascherina: a mano o in lavatrice?

Secondo le indicazioni del Ministero della Salute, il virus muore ad una temperatura di circa 60-70 gradi. Questo significa che un classico lavaggio in lavatrice ad alte temperature, utilizzando un comune detersivo, è più che sufficiente per uccidere il virus e igienizzare la vostra mascherina. Il coronavirus è infatti un virus definito “con involucro”, il che significa che è circondato da un sottile strato di lipidi e proteine, proprio come il virus della classica influenza. I detergenti e i saponi da bucato contengono tensioattivi, ossia dei composti chimici in grado di rompere quell’involucro e uccidere il virus. Non c’è quindi alcuna necessità di acquistare detersivi particolari o igienizzanti, quelli comuni che usate per il resto del bucato vanno più che bene! Le mascherine realizzate in cotone sopportano meglio le alte temperature quindi resisteranno meglio ai frequenti lavaggi a 60 gradi. Potete lavarle con gli altri panni senza problemi.

come lavare le mascherine

Le cose importanti, quindi, sono fondamentalmente due:

Se invece volete lavarle a mano, fatelo anche in questo caso ad una temperatura molto alta: strofinate la mascherina con il sapone per almeno 20 secondi e poi sciacquatela con acqua calda. Per asciugare la mascherina, la cosa migliore è fare un ciclo di asciugatrice: il calore elevato e concentrato di questo elettrodomestico, infatti, offre un’ulteriore protezione e ucciderà la maggior parte dei microrganismi.

Altri metodi per pulire le mascherine in tessuto

Partendo dal presupposto che il virus muore a 60-70 gradi, si trovano e si sentono in giro altri metodi per pulire e igienizzare le mascherine in tessuto. Eccone alcuni.

come sterilizzare la mascherina con il ferro da stiro

In realtà, il Ministero della Sanità non ha dato riscontro ufficiale su queste tecniche quindi il consiglio resta quello di lavare la mascherina in tessuto in lavatrice con un normale detersivo e, se possibile, asciugarla in asciugatrice. In questo modo sarete certi di aver eliminato ogni traccia di virus e microrganismi.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

come prevenire le infezioni
Beauty 15 ottobre 2020

Infezioni: puntare sulla prevenzione

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 27 febbraio 2020, è stato aggiornato in data 15 ottobre 2020.) In questo particolare momento storico, che si sta protraendo più di quanto avremmo

come scegliere la mascherina
Beauty 13 ottobre 2020

Mascherine: come sceglierle?

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 giugno 2020, è stato aggiornato in data 13 ottobre 2020.) Il recente balzo dei contagi ha reso necessario un inasprimento delle norme in

LG PuriCare Wearable
Tech 1 settembre 2020

Da LG la mascherina con filtro e purificatore 

Negli ultimi mesi tutti ci siamo abituati a portare la mascherina, come contromisura contro la pandemia da covid-19. E questo accessorio resterà nella nostra quotidianità ancora a lungo. Sono molte le aziende che