Lifestyle 28 maggio 2020

Giornata mondiale dell’hamburger: festeggiamo il panino simbolo degli USA!

giornata mondiale hamburger

Il panino simbolo degli Stati Uniti ha la sua giornata ufficiale! Il 28 maggio il mondo celebra il panino più famoso di tutti i tempi. Bastano pochissimi ingredienti, una bistecchiera dove cuocerlo (se avete un barbecue a gas o a carbonella, ancora meglio!) e potete servire un gustosissimo hamburger in pochi minuti. Chiunque lo ha mangiato almeno una volta nella vita ed è davvero difficile trovare qualcuno a cui non piaccia la mitica polpetta di carne macinata racchiusa in un morbido panino: le varianti non si contano, tra ricette gourmet e vegetariane, ma l’originale resta probabilmente la versione più apprezzata.

E non parliamo più del cibo simbolo del fast food ma di un piatto che gli chef stellati di tutto il mondo si sono divertiti a interpretare, offrendo ai propri commensali rivisitazioni dell’hamburger originali e sofisticate. Un hamburger è un piatto semplicissimo ma, per prepararlo a regola d’arte, bisogna seguire alcune regole: esistono numerosi libri che vi offrono ricette di ogni genere, consigli e abbinamenti. Ecco come festeggiare degnamente il panino più amato al mondo.

libro weber barbecue hamburger

Come nasce l’hamburger

L’hamburger, anche se oggi è il simbolo della gastronomia USA, sembra che la sua provenienza sia tedesca, come suggerisce il nome. Come tutti i miti, anche l’hamburger ha origini avvolte nel mistero e le leggende legate alla sua nascita sono parecchie. La più accreditata è quella che chiama in causa il cuoco tedesco Otto Kuasw, che un bel giorno tolse una salsiccia dal suo budello, la appiattì e la frisse nel burro, per poi servirla accompagnata da un uovo all’occhio di bue. Il piatto ebbe immediatamente un grande successo e, visto che si prestava molto bene per essere racchiuso tra due fette di pane, divenne lo street food preferito dai lavoratori del porto di Amburgo. Proprio da qui si diffuse la fama di questa gustosissima ricetta, fama che raggiunse gli Stati Uniti, dove il panino divenne conosciuto con il nome di Hamburger Steak, cioè Bistecca di quelli di Amburgo.

Un’altra versione sostiene che l’hamburger sia nato sulle navi che portavano gli emigranti europei in America: qui, per risparmiare tempo e denaro, delle grandi polpette di carne macinata venivano cotte sulla griglia e servite agli emigranti in mezzo a due fette di pane. Visto che le navi facevano parte dell’Hamburg Line, il nome è presto spiegato! Nonostante le origini europee sembrano dunque accertate, sono stati gli Stati Uniti a dare all’hamburger la gloria di cui gode oggi: Delmonico’s fu il primo ristorante americano che introdusse il panino di Amburgo nel proprio menù. Era il 1826, a New York.

L’hamburger perfetto

Cucinare l’hamburger perfetto non è semplice. Anche se si tratta di una ricetta tutto sommato semplice, sono necessarie alcune accortezze, a cominciare dalle materie prime, per prepararne uno a regola d’arte.

Taglio di carne

Non prenderemo in considerazione le varianti a base di verdure, carni bianche o persino pesce: parliamo di un hamburger originale, a base di carne bovina macinata. Gli intenditori acquistano l’intero taglio di carne e lo tritano a casa, preferibilmente al coltello o in alternativa con un tritacarne, mantenendo almeno il 20% di grasso perché abbia la giusta consistenza e non si secchi durante la cottura. I tagli migliori sono controfiletto, collo e fiocco oppure i tagli della spalla, aggiungendo una parte dei pancia per arricchire il sapore. Ricordatevi di eliminare nervetti che potrebbero risultare difficili da masticare.

A questo punto dovete creare le polpette di carne, il più possibile omogenee per larghezza e altezza. La cosa migliore è utilizzare un pressa hamburger come questo di Weber, che vi permetterà di avere hamburger delle stesse dimensioni, che potrete quindi cuocere nello stesso momento senza pericolo di sbagliare i tempi.

Weber Pressa hamburger

Cottura

Per la cottura, ricordatevi di lasciare la carne almeno 10 minuti a temperatura ambiente prima di metterla sul fuoco, in modo da evitare che l’interno sia troppo freddo. Non bisogna assolutamente usare olio e la piastra deve essere caldissima quando metterete la carne. Potete utilizzare una classica padella antiaderente oppure una bistecchiera, ad esempio la Ilsa Dietella bistecchiera rettangolare in ghisa; esistono anche piastre per hamburger come Ariete Hamburger Maker Party 185 che consentono di riscaldare anche il pane e che possono essere utilizzate per cuocere anche verdure alla griglia.

ariete hamburger maker party time 185Certamente, se avete degli spazi aperti come un terrazzo o un balcone potete prevedere di grigliare i vostri hamburger sul pratico barbecue da tavolo a carbonella come Lotus Grill XL.
lotusgrill-green

Invece, in giardino, cosa c’è di meglio se non grigliare gli hamburger su di un barbecue a gas come Campingaz 3Series Classic LS Plus ?
Campingaz 3Series Classic LS Plus

In ogni caso, cuocete la carne un paio di minuti per ogni lato. Per sapere quando è il momento di girarla, controllate il bordo: quando la metà dello spessore avrà cambiato colore, è ora di cuocere l’altro lato. Evitate di schiacciare l’hamburger e non foratelo con una forchetta altrimenti perderà i suoi preziosi (e gustosi!) succhi in cottura. La cottura deve essere graduale e omogenea, quindi mantenete la fiamma media perché un fuoco vivace potrebbe risultare troppo aggressivo e far cuocere rapidamente l’esterno, mantenendo l’interno crudo.

A questo punto, non vi resta che comporre il vostro panino: potete preparare il pane in casa oppure acquistarlo, l’importante è che sia morbido e compatto. Aggiungete una foglia di lattuga, del formaggio, un pomodoro, bacon per i più golosi e, ovviamente, sbizzarritevi con le salse: ketchup, maionese, senape ma anche salsa barbecue o salsa piccante sono solo alcune idee con cui condire il vostro prelibato hamburger.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

come scegliere il ferro da stiro con caldaia
Lifestyle 11 settembre 2020

Ferro da stiro con caldaia: meglio del ferro da stiro tradizionale?

Il ferro da stiro è un elettrodomestico fondamentale per tutti noi e non manca in nessuna casa, indispensabile per avere camicie e abiti sempre impeccabili e senza pieghe. Quando arriva il momento

tagliatelle fatte in casa
Lifestyle 3 settembre 2020

Tagliatelle fatte in casa con la macchina per la pasta: 3 ricette semplici

La cucina italiana è famosa nel mondo per la pasta e tra le diverse tipologie c’è un formato che fa impazzire proprio tutti: le tagliatelle. La classica tagliatella emiliana ha fatto il

macchine gelato economiche
BeautyLifestyle 8 luglio 2020

Le 3 migliori gelatiere economiche per l’estate

Chi l'ha detto che per avere un buon gelato fatto in casa si debba spendere una fortuna? Oggi esistono anche modelli di gelatiere economiche che ci permettono di preparare questo delizioso dessert