Lifestyle 29 agosto 2019

La cyclette ecologica per fare il bucato mentre pedali: arriva la bike washing machine?

bike_washing_machine

Per il momento è solo un prototipo ma l’idea è di quelle che ti fa subito pensare “Ne voglio una, adesso!”. Si chiama Bike Washing Machine ed è stata messa a punto da un gruppo di studenti cinesi della Dalian Nationalities University che hanno avuto l’idea di sfruttare l’energia meccanica prodotta pedalando per lavare i panni sporchi, senza bisogno dunque di energia elettrica: integrando lavatrice e cyclette, due elettrodomestici che apparentemente non hanno nulla in comune in un’unica soluzione, si raggiungerebbe sia l’obiettivo di tenersi in forma che quello di avere biancheria sempre pulita. L’idea è indubbiamente geniale e non è un caso che sia già un vero e proprio fenomeno virale, ma come funziona esattamente?

Come funziona la Bike Washing Machine

Il meccanismo che sta alla base di questa invenzione non è, tutto sommato, niente di complesso e fa pensare ai primissimi modelli di lavatrice che avevano bisogno dell’intervento umano per funzionare. Non è il primo caso al mondo di lavatrice a pedali ma è sicuramente quella che più assomiglia a una vera e propria cyclette: l’innovativo elettrodomestico è dotato di una ruota anteriore che agisce da cestello, dove andranno inseriti i panni sporchi. Una volta chiuso il cestello, basta salire in sella e cominciare a pedalare: sfruttando l’energia meccanica prodotta dal proprio corpo, il cestello comincerà a girare e si avrà l’energia necessaria per far funzionare la lavatrice oltre che per accendere il display della cyclette, che indica il livello di carica.

Quando si pedala, il movimento produce l’energia necessaria per azionare e far ruotare il tamburo della lavatrice e l’energia prodotta che non viene utilizzata, viene immagazzinata per l’uso futuro; per avviare un lavaggio sarà sufficiente sfruttare l’energia accumulata nella batteria, che si trova nella ruota. Semplice, no?

Un unico elettrodomestico, tanti vantaggi

L’idea di utilizzare l’energie prodotta dal movimento del corpo umano per creare energia pulita è stata applicata in diversi campi e la cyclette ecologica unisce esperienze di tecnologia e design. Come afferma uno degli studenti che ha messo a punto il prototipo, Li Huan, si presenta come un “vero e proprio oggetto di design”, che consente in soli 20 minuti di fare il bucato e di tenersi in forma. Lavare i panni bruciando calorie e fare del bene all’ambiente risparmiando sulla bolletta. C’è poi la questione dello spazio: si hanno due elettrodomestici in uno e si risparmiano metri quadrati preziosi, soprattutto negli appartamenti sempre più piccoli di oggi.

La Bike Washing Machine, nelle intenzioni dei suoi inventori, dovrebbe spingere le persone ad uno stile di vita più sano e rispettoso dell’ambiente: un simile elettrodomestico ci porterebbe a fare esercizio fisico regolarmente, con conseguente beneficio per la nostra salute, portandoci a risparmiare sull’abbonamento della palestra e sulle bollette della luce. Una lavatrice tradizionale consuma infatti circa il 13% dell’energia totale fatturata in bolletta e tagliare questa voce sarebbe un’importante fonte di risparmio per il bilancio familiare. Insomma, la cyclette ecologica ci porterebbe a risparmiare spazio, soldi ed energia oltre che a mantenerci in forma ma, per adesso, è soltanto un prototipo: nell’attesa, lasciamo la lavatrice in lavanderia e usciamo per una bella pedalata!

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smart working come non ingrassare
Lifestyle 3 marzo 2020

Smart working: come sopravvivere al lavoro da casa!

Il lavoro agile, o intelligente, è una delle ultime tendenze nelle aziende di tutto il mondo e sempre di più anche in Italia. Complice l'emergenza Coronavirus delle ultime settimane, che ha dato

buoni propositi: fare ginnastica
Sport 19 gennaio 2020

Buoni propositi per il 2020: fare più attività fisica

Uno dei più comuni buoni propositi per ogni nuovo anno è quello di dedicare più tempo all’attività fisica e di fare più movimento, soprattutto dopo gli eccessi di pranzi, cenoni e ghiottonerie

buoni propositi per settembre
Lifestyle 8 settembre 2019

Buoni propositi per settembre per ripartire alla grande dopo l’estate

Quando finisce l’estate si rientra dalle vacanze, scatta in tutti noi la voglia di ricominciare la routine con qualche buona abitudine in più! Si torna più energici, con tanta voglia di fare