Purificatori d’aria per ambienti freschi e una migliore qualità dell’aria

I purificatori d'aria sono apparecchi che migliorano la qualità dell'aria e mantengono gli ambienti freschi e salubri. Ecco come funzionano.
Di Irene Bicchielli 21 giugno 2021
i migliori purificatori d'aria

Non molti lo sanno ma l’aria che respiriamo in casa è in generale molto più inquinata di quella che respiriamo quando siamo all’aperto. In ambienti chiusi, infatti, si accumulano sostanze inquinanti sia provenienti dall’esterno come l’inquinamento del traffico o pollini, sia prodotte da noi esseri umani e dagli animali come anidride carbonica, gocce di saliva, peli e altre sostanze organiche. Senza considerare che ci sono molte sostanze nocive che vengono rilasciate dai processi di combustione in cucina, dal riscaldamento, dal fumo di sigaretta e altro, persino dalle candele profumate o dall’incenso, e le sostanze gassose rilasciate dai prodotti per la pulizia. Insomma, l’aria negli ambienti chiusi non è proprio quello che si dice pulita!

Ecco il motivo per cui sono nati i purificatori d’aria, degli apparecchi che filtrano e ripuliscono l’aria di casa da tutte queste sostanze nocive. In questo articolo scopriamo tutto quello che c’è da sapere su questi piccoli elettrodomestici che migliorano la salubrità dell’aria, rispondendo ad alcune comuni domande.

A cosa serve il purificatore d’aria?

Il purificatore d’aria, conosciuto anche come depuratore d’aria, è un apparecchio che consente di filtrare e pulire l’aria degli ambienti interni da cattivi odori, germi, batteri e agenti patogeni che possono causare malattie e allergie. Il funzionamento è piuttosto semplice: tramite appositi filtri, il purificatore aspira l’aria dall’ambiente circostante e la reimmette nella stanza purificata, ovvero priva di polveri, batteri, acari o sostanze chimiche dannose.

I purificatori d’aria sono dotati di due diversi tipi di filtri, ognuno dei quali ha una funzione specifica.

Dove posizionare il purificatore d’aria?

Per garantire la migliore performance del purificatore d’aria, la cosa migliore è posizionarlo al centro della stanza, meglio ancora se in un punto sopra elevato come un mobile oppure un tavolo. In ogni caso, dovreste tenerlo lontano almeno 50 cm da qualsiasi altro oggetto e soprattutto dalle fonti di calore come termosifoni o stufe, e dai lavandini. Inoltre, meglio evitare di sistemare il purificatore d’aria in ambienti troppo umidi come il bagno o la cantina perché l’umidità potrebbe usurare e danneggiare i filtri.

Giusto utilizzare il purificatore d’aria in camera da letto, visto che respirare aria pulita è molto importante per avere un buon riposo, o comunque nella stanza dove si passa più tempo, ad esempio lo studio se si lavora a casa oppure il soggiorno se tutta la famiglia torna a casa la sera.

Quanto consuma un purificatore d’aria?

I purificatori d’aria sono elettrodomestici come tutti gli altri dal punto di vista dei consumi: migliore è la classe di efficienza energetica, meno consumano! In generale, è bene sapere che questi apparecchi non sono particolarmente dispendiosi dal punto di vista energetico: in media consumano intorno ai 500 kWh all’anno, all’incirca quanto un piccolo frigorifero o un computer desktop. Tuttavia, scegliendo modelli ad alta efficienza, potrete arrivare a risparmiare anche il 40% di energia: ecco il motivo per cui dovreste sempre controllare la classe energetica di appartenenza e i consumi annui del purificatore d’aria che acquisterete.

Quale purificatore d’aria comprare?

In commercio si trovano molti tipi di purificatore d’aria, di ottimi brand come Dyson, Beghelli oppure Daikin, con fasce di prezzo anche molto diverse. I piccoli dispositivi possono costare intorno ai 50 euro mentre per i modelli più avanzati e tecnologici si possono spendere anche oltre 600 euro. Ovviamente, tutto dipende da quello di cui avete bisogno. Ecco quali fattori considerare.

Quanto costa il purificatore d’aria Dyson?

Come abbiamo detto sopra, in commercio sono presenti diversi purificatori d’aria di ottimi brand. Tra questi i purificatori d’aria Dyson sono tra i migliori in circolazione perché, come tutti gli elettrodomestici del brand, sfruttano una tecnologia avanzatissima e sono realizzati con materiali all’avanguardia. In vendita ne troverete diversi modelli, di diversa fascia di prezzo, quindi potete scegliere quello che meglio risponde alle vostre esigenze di funzionalità e di budget, a partire dai 300 euro circa.

Dyson pure cool me

Dyson Pure Cool me

Dyson Cool link Tower

Dyson Cool Link Tower

Dyson Pure Humidify and Cool

Dyson Pure Humidify + Cool

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti