Nike Air Force One: storia ed evoluzione di un modello cult

Sono trascorsi poco più di trent’anni da quando la Nike lanciò il modello Air Force One: il nome e il design di questa scarpa rimangono bene impressi nella memoria ed è difficile che oggi qualcuno, quando sente questo nome, non abbia bene in mente il modello di sneakers del noto brand statunitense. In questo articolo ripercorriamo la storia delle Air Force One e le tappe che hanno portato il modello a diventare una vera e propria icona del nostro tempo.

La nascita del modello Air Force One

Nel 1982 il designer Bruce Kilgore mette a punto una scarpa da basket innovativa, che di lì a poco sarebbe diventata una delle più indossate sui campi dell’NBA. Il motivo sta nella tecnologia e nel design all’avanguardia: sono state le prime scarpe da basket con Nike Air, uno speciale cuscinetto di aria pressurizzata resistente e flessibile, che offre reattività e attutisce l’impatto in caso di salto senza compromettere la stuttura. Grazie a questa tecnologia, gli atleti trovavano un’ammortizzazione eccellente e sprecavano molta meno energia durante le performance sportive.

Inizialmente fu prodotta solo in versione high top (scarpe a caviglia alta) proprio perché destinata a un pubblico di sportivi che aveva bisogno di protezione alla caviglia; successivamente, quando fecero il loro ingresso anche nel mondo della moda, le Air Force One furono realizzate anche in versione low (basse) e mid top (altezza alla caviglia). Nelle due versioni più alte (high e mid) è presente uno strap in velcro per assicurare una chiusura migliore intorno alla caviglia. Diffusissime nel quartiere neyorkese di Harlem, oggi sono le sneakers che meglio rappresentano la cultura hip-hop e diversi rappers americani hanno dedicato alle Air Force One una canzone.

Il nome è un esplicito riferimento all’aereo del Presidente degli Stati Uniti e infatti il Presidente Reagan ricevette in omaggio un paio di Air Force One quando furono lanciate sul mercato.

Air Force one trovaprezzi

Le Nike Air Force One oggi

Il modello, proprio a causa del suo enorme successo nello sport e nella moda, non ha mai subito grandi variazioni ed è rimasto sostanzialmente lo stesso dal 1982. Nonostante ci siano tantissime colorazioni (se ne contano più di 1700), le più vendute sono sempre quelle bianche seguite dal modello completamente nero, un altro grande classico.

Una caratteristica di queste sneakers è la piccola targhetta conosciuta come deubrè che si trova nella parte bassa dell’allacciatura delle stringhe: qui troviamo l’incisione AF-1 e l’anno 82 subito sotto.

Le Air Force One sono il modello più venduto di Nike e ogni anno assicurano all’azienda dell’Oregon un fatturato di circa 1 miliardo di dollari, senza che questa spenda nemmeno un centesimo in pubblicità. Su di loro è stato girato anche un documentario e, grazie all’aiuto di diversi appassionati, Complex ha stilato una classifica delle 100 Air Force One più belle di sempre: al primo posto, ovviamente troviamo il modello completamente bianco, le White on White Low.

Modelli speciali per i veri collezionisti

Diventata ormai un modello iconico, la sneakers Nike è stata personalizzata in tantissime colorazioni e materiali diversi e ci sono collezionisti disposti a spendere migliaia di dollari per accaparrarsi modelli speciali ed edizioni limitate. Nel 2007 uscì la versione Lux realizzata in pelle di coccodrillo, passalacci in oro 24k e completamente fatta a mano, venduta a circa 2000 dollari; è del 2018 invece il modello dedicato a Cristiano Ronaldo, con swoosh, linguetta e marchio CR7 in oro e la firma del campione all’interno.

Il più grande collezionista al mondo di Air Force One è sicuramente Dj Clark Kent, un noto produttore statunitense, che ne possiede circa 6000 paia: si dice che abbia scoperto queste sneakers all’età di 15 anni e che da allora ne acquisti quasi una al giorno, investendo fino ad oggi circa mezzo milione di dollari in Air Force One!

Altri articoli per: ,