Arrivano i nuovi processori Intel, tutte le novità dal CES di Las Vegas

Intel ha presentato nuovi processori Intel Core di nona generazione, denominati Coffee Lake-Refresh. L’azienda amplia così il catalogo, dove sono già presenti prodotti famosi come Core i9-9900K, Core i7-9700K e Core i5-9600K. I nuovi processori si chiamano invece Core i5-9400, Core i9-9900KF, Core i7-9700KF, Core i5-9600KF, Core i5-9400F e Core i3-9350KF.

Il Core i5-9400 è una CPU con GPU integrata e moltiplicatore bloccato. I modelli KF hanno la GPU integrata bloccata e il moltiplicatore sbloccato. I modelli F hanno sia il moltiplicatore sia la GPU integrata disabilitati. L’Intel Core i9-9900KF è dunque come un 9900K con la grafica integrata spenta, così come il 9700KF e il 9600KF.

Intel Lakefield

Il Core i3-9350KF è invece un processore quad-core senza Hyper-Threading con moltiplicatore sbloccato e GPU integrata disattivata; le frequenze di riferimento sono 4/4,6 GHz. Il Core i5-9400F è invece un sei core senza Hyper-Threading e GPU integrata disattivata, impostato per lavorare tra 2,9 e 4,1 GHz.

Al CES 2019 di Las Vegas, inoltre, Intel ha dato anche qualche anticipazione sui processori a 10 nanometri: indicati con nome in codice Sunny Cove, andranno a comporre le famiglie Ice Lake, Lakefield e Snow Ridge e saranno dotati nelle nuove schede grafiche integrate indicate come Gen11.

I primi modelli ad arrivare sul mercato saranno gli Ice Lake U, dedicati ai computer portatili. Avranno quattro core e otto thread e grafica integrata. Piena compatibilità con Wi-Fi 6 e connessioni Thunderbolt 3. Sopratutto però il passo al processo produttivo a 10 nanometri permetterà a Intel di ridurre ulteriormente i consumi energetici, e quindi di aumentare almeno un pochino la durata della batteria – ma bisogna ricordare che non è il processore il componente che consuma di più. A tal proposito però Intel ha rivisto anche gli schemi progettuali dei computer portatili, ricavando il 10% di spazio in più per la batteria.

Intel Project Athena

I processori Lakefield invece uniranno unità Core e Atom, con un approccio simile a quello big.LITLe visto sui SoC ARM degli smartphone. L’obiettivo in questo caso è avere consumi ridotti al minimo, solo 2 mW in stato di riposo (idle). Il primo processore di questo tipo ha un singolo corre Sunny Cove, quattro core Atom Tremint e una GPU Gen 11. I processori Cascade Lake sono invece pensati per i datacenter e le applicazioni industriali. Con Project Athena, infine, Intel ha avviato una nuova iniziativa, in collaborazione con molte altre aziende, per migliorare tutti i computer portatili.

Altri articoli per: , , , ,