Tech 27 gennaio 2019

Recensione Gigabyte RTX 2080 Gaming OC

Sono ormai passati diversi mesi da quando Nvidia ha presentato la RTX 2080 e la RTX 2080 Ti (qui la recensione), ed è ormai piuttosto facile trovare diverse versioni di queste schede, realizzate dai vari produttori. Tra queste, la Gigabyte RTX 2080 Gaming OC si distingue per le frequenze maggior (OC sta per overclock) e si dimostra una scheda grafica eccellente – sempre che siate disposti a spendere almeno 800 euro, che sono comunque un risparmio notevole rispetto ai 1.400 della 2080 Ti della stessa marca.

Dotazione

Voto: 9/10

Questa scheda ha una frequenza base di 1815 MHz, che diventano 1830 in boost, mentre la versione base della RTX 2080 indica come frequenze di riferimento, rispettivamente, 1515 e 1710 MHz. Le frequenze più alte serviranno a ottenere migliori prestazioni con i videogiochi, e a un giustificare un prezzo maggiore rispetto a modelli come la Palit GeForce RTX 2080 GamingPro 8GB o la Inno3D GeForce RTX 2080 8 GB?

Gigabyte RTX 2080 Gaming OC

Questa scheda offre tre connettori DisplayPort 1.4, una HDMI 2.0b e una USB-C per la realtà virtuale; una dotazione niente male per una scheda grafica, ma in linea con quanto ci si aspetta da un prodotto di questo genere. Interessante il sistema di raffreddamento Windforce 3X realizzato da Gigabyte, che conta su tre ventole.

Per gli standard moderni, questa Gigabyte RTX 2080 Gaming OC è una scheda discreta: solo il logo dell’azienda ha un’illuminazione con LED RGB, programmabili tramite il software Aorus Engine – che permette anche di gestire l’overclock manualmente e regolare singolarmente i vari parametri. Una buona notizia per chi non apprezza i computer “albero di Natale” che vanno di moda in questi anni.

Prestazioni

Voto: 8/10

Come c’era da aspettarsi, questa scheda offre prestazioni eccellenti in FullHD, ma lo si poteva dare per scontato. Più interessanti invece le prestazioni con risoluzione 2K e 4K. Nel primo caso la Gigabyte RTX 2080 Gaming OC se la cava sempre bene, mantenendo valori superiori – anche se di poco – ai 60 FPS (immagini al secondo).

Passando al 4K invece le prestazioni sono meno che ottimali, con picchi negativi intorno ai 43 FPS. Non è un valore drammatico, e permette comunque di giocare discretamente – considerando il valore minimo accettabile quello dei trenta frame al secondo. Al giorno d’oggi però il valore di soglia è 60 FPS, che questa scheda raggiunge solo con alcuni giochi. Per ottenere prestazioni ideali anche in 4K ci vorrà dunque una 2080 Ti  come la Palit GeForce RTX 2080 Ti GamingPro 11GB o la Zotac GeForce RTX 2080 Ti Triple Fan 11GB. Con questa e le altre 2080, invece, si può arrivare a 60 FPS medi riducendo alcune (o molte) impostazioni qualitative dei videogiochi.

Gigabyte RTX 2080 Gaming OC

Nota: i test sono stati eseguiti usando un processore Intel Core i9-9900K, RAM Patriot Viper (16 GB) e scheda madre Asus ROG Maximus XI Hero WiFi. Con componenti meno potenti le prestazioni dei giochi potrebbero risultare leggermente inferiori, in particolare a risoluzione FullHD.

Temperatura e rumore

Voto: 9/10

Il sistema di raffreddamento Gigabyte si comporta davvero molto bene, e anche sotto massimo carico questa scheda non va mai oltre i 65 gradi misurati via software, o 71 gradi misurati con la termocamera. Si tratta di un risultato davvero ottimo, e ci dice che anche in un computer con ventilazione non ottimale questa scheda grafica non dovrebbe dare problemi di temperatura.

Apprezzabile anche la bassa rumorosità, con un valore di picco inferiore ai 42 dB; significa che si fa sentire quando è sotto stress, ma non sarà troppo chiassosa – per questo dovrebbe arrivare intorno ai 50 dB. La rumorosità in ogni caso cambia molto secondo il computer in cui sarà installata la scheda e l’ambiente circostante, quindi il valore è da considerarsi puramente indicativo.

Giudizio generale

Voto: 8/10

Gigabyte RTX 2080 Gaming OC

La Gigabyte RTX 2080 Gaming OC si comporta esattamente come ci si poteva aspettare: garantisce alte prestazioni sia in FullHD sia in 2K e se la cava solo decentemente quando si passa al 4K – risoluzione che può gestire con alcuni compromessi, per esempio abbassando le impostazioni qualitative dei giochi per arrivare comunque a 60 FPS. Per avere di più ci vuole invece una  GeForce 2080 Ti.

Particolarmente apprezzabile il sistema di dissipazione, che mantiene la temperatura sotto controllo senza fare troppo rumore. Un dettaglio da tenere in considerazione se si desidera un computer che sia potente ma anche il più silenzioso possibile. Dulcis in fondo, rispetto alle altre GeForce 2080 in circolazione, questo modello di Gigabyte ha un prezzo interessante, sebbene le varianti senza overclock permettano di risparmiare qualcosa senza perdere poi molto in termini di prestazioni: sono per esempio la Palit GeForce RTX 2080 GamingPro 8GB o la GeForce RTX 2080 8GB della stessa Gigabyte.

Valerio Porcu

Giornalista nel settore della tecnologia, fa parte del team di Tom's Hardware italia da oltre 10 anni e si occupa di smartphone, Intelligenza Artificiale, privacy e software. Curioso per natura, è un geek ante litteram che divora libri e film ogni volta che ne ha il tempo (non molto spesso). Collabora al magazine di Trovaprezzi.it con guide e tutorial per aiutare il pubblico a usare la tecnologia moderna.

Scrivi un commento