Recensione Super Smash Bros. Ultimate per Nintendo Switch

Se il primo anno della console Nintendo Switch è stato segnato da The Legend of Zelda: Breath of the Wild, il suo secondo anno di vita è sicuramente all’insegna di Super Smash Bros. Ultimate. Il famoso “piacchiaduro” (ma vedremo come la definizione risulterà troppo stretta) torna in versione rinnovata sulla console Nintendo di ultima generazione. Ed è un ritorno in grande, grandissimo stile.

Rispetto ai capitoli precedenti il gioco cambia ma senza stravolgersi. Ci sono ancora tantissimi personaggi, una vera moltitudine, presi dagli altri videogiochi. E si affrontano in combattimenti incredibilmente spettacolari.

Gameplay

Voto: 8/10

Super Smash Bros. Ultimate trovaprezzi

La prima notevole differenza è che per vincere non bisogna portare a zero la salute dell’avversario, ma scagliarlo fuori dall’arena. Un meccanismo che impone strategie di attacco e difese del tutto nuove, anche perché, a seconda di come si gioca e quali azioni si scelgono, spingeremo il contendente più o meno lontano. Bisognerà tenere d’occhio il “dannometro”, una barra che indica quanti danni possiamo fare on il prossimo colpo – o Super Smash – e quindi quante possibilità abbiamo di vincere. Più si carica il colpo, facendo combo e accumulando punti, e più possibilità si hanno di vincere.

In ogni caso il gioco risulta piuttosto semplice da capire, e si prende subito familiarità con i meccanismi e con i controlli. Ci sono due tipi di salto, una bolla difensiva che si va consumando, corsa e frenata, due tipi di attacchi e le varie combinazioni con le direzioni dello stick analogico. Anche l’interfaccia e i menu risultano particolarmente ben fatti ed ergonomici. Semplicità dei controlli però non significa che sia un gioco troppo facile: al contrario, Super Smash Bros. Ultimate è un gioco impegnativo, che saprà tenervi davvero molto occupati se vorrete sbloccare tutti i personaggi e completare tutte le sfide.

La prima delle sfide sarà sbloccare tutti e 74 i personaggi disponibili, davvero tantissimi. Ci sono poi sfide “uno contro uno”, tornei di gruppo fino a 32 giocatori e naturalmente la modalità classica per un solo giocatore.

Particolarmente interessante è poi la modalità Stella della Speranza, un’avventura che prevede di muoversi nella mappa e affrontare diverse sfide, raccogliendo gli “spiriti” che ci permetteranno di diventare sempre più forti. L’avventura si affronta con un gruppo di personaggi, e bisognerà fare attenzione a selezionare quelli più adatti a ogni sfida, altrimenti non si riusciranno a superare le varie tappe.

 

Super Smash Bros. Ultimate trovaprezzi

 

Grafica e musica

Voto: 9/10

Dal punto di vista della qualità grafica e audio, poi, Super Smash Bro. Ultimate è davvero spettacolare, e lo stesso vale per la realizzazione tecnica. Ogni tanto il frame rate scende un pochino, ma in generale siamo sempre ad almeno 60 FPS sia a 1080p (sul televisore di casa), sia, a maggior ragione, sullo schermo della Switch (la cui risoluzione è 720p).

Voto generale

Voto: 9/10

L’unica pecca riguarda il gioco online, non perché sia fatto male o abbia dei difetti, ma perché i server Nintendo non funzionano sempre al meglio e questo rovina un po’ quella che altrimenti sarebbe un’esperienza molto piacevole.

Un dettaglio su cui si può tranquillamente sorvolare, sopratutto considerato il fatto che tutto il resto è fatto davvero bene. Sarete più che soddisfatti da questo nuovo videogioco di casa Nintendo. Anzi, insieme a Zelda e qualche altro titolo, è una ragione più che valida per comprare una Nintendo Switch.

Altri articoli per: , , , ,