Tech 30 gennaio 2019

Recensione Crucial BX 500

Si è detto ormai molte, moltissime volte, che per migliorare le prestazioni di un computer la cosa migliore è cambiare il vecchio hard disk con un più veloce Soldi State Drive, abbreviato con la sigla SSD. E se fino a qualche tempo fa si poteva controbattere dicendo che gli SSD costavano molto di più a parità di dimensioni, oggi tale affermazione è decisamente meno solida. La differenza esiste ancora, ma ormai la maggior parte dei consumatori si può permettere un SSD senza fare per questo rinunce su altri punti.

Il recente Crucial BX 500 è un esempio perfetto, visto che costa meno di 70 euro nella sua versione da 500 GB. Un tradizionale hard disk magnetico delle stesse dimensioni, come il Toshiba P300, costa invece circa 40 euro o poco di più, a seconda del venditore.

Crucial BX500

Vale la pena di scegliere l’opzione meno costosa? Assolutamente no, perché le prestazioni in più che si ottengono dall’SSD compensano più che abbondantemente la piccola spesa aggiuntiva. Inoltre Crucial offre una garanzia di tre anni. E se proprio è necessario avere tanto spazio, la scelta migliore è installare un secondo disco nel computer, di tipo meccanico, solo per archiviare i dati.

Il Crucial BX500, ultimo arrivato nella famiglia di SSD economici di questo marchio, monta un controller a quattro canali SM2258XT e memoria 3D NAND TLC a 64. La particolarità del controller è che può funzionare bene anche senza la presenza di RAM dedicata, un dettaglio che aiuta a realizzare un SSD meno costoso. Le prestazioni non sono certo quelle degli SSD più veloci, come i famosi Samsung 860 EVO, ma in compenso si risparmia qualcosina.

Prestazioni

Voto: 6/10

Abbiamo dunque una velocità di lettura fino a 540 MB/s, e in scrittura fino a 500 MB/s. La mancanza di RAM fa sì che nei momenti più critici si scenda fino a 100 MB/s. Quanto alla longevità, Crucial stessa dichiara che il BX500 può sopportare da 40 a 120 terabyte scritti prima di dare problemi. La natura economica del prodotto si nota anche dall’alloggiamento in plastica – poco pregiato ma comunque adatto allo scopo.

Per le prestazioni, prendiamo in considerazione il modello da 480 GB, il più grande disponibile. Bisognerà tenere in considerazione che i modelli Crucial BX500 da 120 GB e Crucial BX500 da 240 GB risulteranno un po’ più lenti, visto che gli SSD risultano più veloci in proporzione alle dimensioni.

Prevedibilmente, questo SSD è più lento rispetto ai suoi concorrenti; ma risulta comunque il doppio più veloce rispetto a un hard disk meccanico, nella maggior parte degli scenari. Nel trasferimento di file arriva a 58 MB/s, solo 11 MB/s in più rispetto all’hard disk meccanico usato per confronto (un WD Blue da 2 TB).

Bundle software

Voto: 9/10

Le prestazioni non eccezionali del BX500 sono comunque dignitose considerato il prezzo. Questo SSD inoltre vanta consumi piuttosto bassi, il che è interessante per chi sta pensando di aggiornare un vecchio portatile e vuole preservare al massimo la durata della batteria. In generale il Crucial BX500 è un SSD con prestazioni simili agli altri modelli senza RAM, che mostra alcune difficoltà con certi test specifici; ma che in generale si comporterà più che bene nell’utilizzo quotidiano.

Voto generale

Voto: 7/10

Rispetto a concorrenti come il citato Samsung EVO, però, il vantaggio in termini di prezzo non appare particolarmente convincente. Nella confezione del BX500 però ci sono anche due software gratuiti per fare la copia dei file dal vostro vecchio hard disk al nuovo SSD. Programmi che normalmente costano anche pio di 40 euro, come Acronis True Image. Un vantaggio più che interessante per chi deve effettivamente sostituire il disco principale ed è interessato a fare una migrazione dei dati. Diversamente, forse è preferibile scegliere un prodotto come Crucial MX500.

Valerio Porcu

Giornalista nel settore della tecnologia, fa parte del team di Tom's Hardware italia da oltre 10 anni e si occupa di smartphone, Intelligenza Artificiale, privacy e software. Curioso per natura, è un geek ante litteram che divora libri e film ogni volta che ne ha il tempo (non molto spesso). Collabora al magazine di Trovaprezzi.it con guide e tutorial per aiutare il pubblico a usare la tecnologia moderna.

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Crucial trovaprezzi
Tech 22 gennaio 2019

Recensione Crucial P1, SSD NVMe M.2 dal buon rapporto qualità prezzo

Gli SSD di tipo M.2 NVMe, sono particolari supporti di archiviazione che garantiscono un ingombro molto ridotto con prestazioni in lettura e scrittura elevatissime. Il Crucial P1 è il primo SSD NVMe