Tech 16 febbraio 2019

Recensione Honor View 20

L’Honor View 20 ha fatto parlare di sé sin dal primo giorno, grazie alla fotocamera da 48 megapixel, che è ancora l’unica sul mercato. È sicuramente un dettaglio di quelli che attirano l’attenzione, ma non è l’unico degno di nota. Questo smartphone infatti è un top di gamma fatto e finito, proposto a un prezzo più che interessante: lo si trova infatti a partire da 520 euro circa, nella versione da 128 oppure nella versione da 256 GB. Ha pregi e difetti, ma è senz’altro il miglior smartphone Honor di sempre.

Honor View 20

Il prezzo di listino è pari a 699 euro, piuttosto alto ma tutto sommato coerente con la collocazione di mercato. Il prezzo reale invece è più a buon mercato, e questa è già una prima nota positiva, ma mette l’Honor View 20 in diretta concorrenza con prodotti rinomati come il Galaxy S9 (che costa anche meno) – andando a costituire quindi una sfida particolarmente difficile.

Design

Voto: 7,5/10

Il View 20 di Honor è uno dei primi smartphone a proporre lo “schermo bucato”. Significa che lo schermo occupa quasi la totalità della parte frontale, con un “buchino” in alto a sinistra, per integrare la fotocamera frontale. È una questione di gusti personali, in ultima analisi, ma si può senz’altro affermare che la soluzione di Honor è ben realizzata.

Honor View 20

Il telefono è, come ogni top di gamma moderno, completamente in vetro e metallo. Risulta molto solido, e nelle mani è del tutto convincente. La finitura posteriore crea un interessante gioco di riflessi, e sembrerà diversa a seconda di com’è illuminata.

Considerato lo schermo da 6,4″, è uno smartphone piuttosto grande ma si riesce a maneggiarlo con una certa, relativa comodità. La fotocamera posteriore sporge, anche in questo caso come su tutti gli smartphone. Il sensore per le impronte è posizionato dietro, anche questa una scelta piuttosto comune oggigiorno.

Schermo

Voto: 6,5/10

Il pannello del View 20 da 6,4 pollici è di tipo IPS LCD, con risoluzione 1.080×2.310 pixel. È uno schermo di ottima qualità tra gli LCD, ma resta naturalmente lontano dalle prestazioni degli OLED. LA visibilità all’esterno è di buon livello, così come la resa dei colori e il contrasto. C’è qualche riflesso di troppo e gli angoli di visualizzazione non sono perfetti, ma in compenso lo è il trattamento oleofobico – quindi non dovrete pulirlo troppo spesso dalle impronte.

Prestazioni

Voto: 10/10

Honor View 20

All’interno dell’Honor View 20 troviamo il potente processore Kirin 980, lo stesso di Huawei Mate 20 e Huawei Mate 20 Pro. Un SoC, dunque, tra i più potenti sul mercato; abbinato a 6 GB di RAM e 128 GB di memoria interna, dona a questo smartphone prestazioni tra le più alte possibili oggi.

Interessante anche il fatto che la porta USB-C supporta l’uscita video e permette di usare l’Honor View 20 collegato a uno schermo esterno, con tastiera e mouse, come se fosse un computer – di fatto è possibile svolgere semplici attività da ufficio, con le applicazioni giuste.

Autonomia

Voto: 10/10

Nonostante la notevole potenza lo smartphone Honor View 20 si è dimostrato anche uno smartphone dall’autonomia molto elevata. La batteria da 4.000 mAh infatti ci ha garantito quasi due giorni di funzionamento, nonostante un modello di utilizzo molto intenso (molte telefonate, notifiche da svariate app, navigazione, videogiochi). Interessante anche il fatto che incluso nella confezione c’è un caricatore compatibile Super Charge.

Fotografia

Voto: 7/10

Il View 20 di casa Honor ha fatto parlare di sé sin dal primo giorno per il suo sensore principale da 48 megapixel, abbinato a un’ottica con apertura f/1.8. Il numero è impressionante, ma è bene ricordare sempre che “più megapixel” non significa necessariamente fotografie migliori.

L’Honor View 20 infatti produce immagini di livello solo buono, e con la modalità notturna anche di sera si ottengono risultati più che apprezzabili. Siamo sopra la media, ma prodotti come lo Huawei Mate 20 Pro, iPhone XS Max o Samsung Galaxy Note 9 riescono a fare un po’ meglio.

I video si possono registrare fino a 4K/60 FPS e hanno una qualità piuttosto alta.

Passando alla fotocamera frontale, quella dei selfie, abbiamo un sensore da 25 megapixel che produce immagini di ottima qualità, con una modalità ritratto convincente.

Conclusioni

Voto generale: 8/10

L’Honor View 20 si è dimostrato uno smartphone di altissima qualità, ideale per chi cerca il meglio sotto ogni punto di vista. Lodevoli in particolare le prestazioni e l’autonomia, ma anche il design e la qualità fotografica sono più che soddisfacenti.

Honor View 20

Il prezzo di listino, 699 euro, è però un po’ troppo alto, e fatica ad inserirsi nel panorama attuale. Considerando però il prezzo reale, notevolmente più basso, abbiamo un’alternativa interessante a prodotti come il Galaxy S9 o il P20 Pro di Huawei. Vale a dire due tra i migliori smartphone del 2018 (e della prima metà 2019). Considerando poi che il prezzo scenderà ancora, quindi, l’Honor View 20 è uno smartphone non solo valido oggi, ma anche e sopratutto da tenere d’occhio per i prossimi mesi.

Valerio Porcu

Giornalista nel settore della tecnologia, fa parte del team di Tom's Hardware italia da oltre 10 anni e si occupa di smartphone, Intelligenza Artificiale, privacy e software. Curioso per natura, è un geek ante litteram che divora libri e film ogni volta che ne ha il tempo (non molto spesso). Collabora al magazine di Trovaprezzi.it con guide e tutorial per aiutare il pubblico a usare la tecnologia moderna.

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Tech 23 febbraio 2019

Come ottimizzare al massimo il tuo Android

Android è senza dubbio il sistema operativo per smartphone più diffuso al momento. Ciò è possibile grazie alla presenza di smartphone di diverse fasce di prezzo e che ormai riescono a offrire

Tech 22 febbraio 2019

LG G8, lo schermo OLED vibra e suona al posto dell’altoparlante

Il prossimo top di gamma LG, LG Q8 ThinQ, avrà la tecnologia Crystal Sound OLED già vista sui televisori del brand. In sostanza, invece del classico altoparlante, il suono è generato dalle

Tech 22 febbraio 2019

Recensione Xiaomi PocoPhone F1

Uscito a settembre 2018, il PocoPhone F1 è un rinnovato tentativo, da parte di casa Xiaomi, di portare sul mercato uno smartphone dalle caratteristiche di fascia medio alta a un prezzo competitivo. Nello