Tech 12 agosto 2019

Recensione Samsung Q70: ottimo TV QLED di fascia media

Samsung QLED Q70

Samsung Q70 QLED è un televisore di fascia media della gamma QLED dell’azienda sudcoreana, che offre un’ottima qualità dell’immagine e prestazioni generali, insieme a un pannello con risoluzione 4K e tecnologie avanzate per la migliore resa visiva possibile.

Certamente non raggiunge il livello del top di gamma Q90, rinunciando ad alcune caratteristiche come gli ampi angoli di visione, il filtro per i neri e il box One-Connect, ma ci sono invece tutti i miglioramenti possibili grazie all’intelligenza artificiale e una piattaforma software matura che consente di sfruttare appieno tutte le potenzialità.

Samsung QLED Q70

Il televisore QLED Q70 sarà disponibile con diagonali di 49, 55, 65 e 75 pollici, oltre a una variante da 82 pollici con prezzi a partire da circa 1300 euro. Per adesso sono disponibili solamente nel mercato statunitense e inglese, ma arriveranno anche in Italia e nel resto dell’Europa.

Design

Voto: 9/10

Il Samsung Q70 ha un design votato più alla funzionalità che all’estetica pura e di base assomiglia molto al resto della gamma QLED. Per forza di cose data la fascia di prezzo in cui si posiziona, in diretto contrasto con televisori comeil  tv LG B8 o Philips 803. La scocca è realizzata principalmente in plastica, ma Samsung ha lavorato bene per offrire buoni dettagli e assemblaggi a 360 gradi.

Samsung QLED Q70

Lo stand è di tipo tradizionale, con due piedi che riescono a supportare adeguatamente il pannello, senza trasmettere vibrazioni e donando una buona stabilità. Bisogna però considerare che tali supporti sono ingombranti e sarà dunque necessario un discreto spazio per l’installazione.

Tutte le porte si trovano nella parte posteriore e includono: 4 HDMI, tre USB, le porte per il digitale terrestre, lo slot CI, un ingresso audio ottico e una porta LAN. Samsung non ha incluso le HDMI 2.1, sostenendo che lo standard 2.0b è attualmente più che sufficiente per consentire uno streaming video fino a risoluzione 4K e 120Hz di frequenza di aggiornamento. Compatibile con HDR10+, VRR (ovvero frequenza di aggiornamento variabile, particolarmente adatta con i videogiochi) e con i comandi vocali grazie al microfono integrato.

Software

Voto: 8,5/10

Il software di tutti i TV Samsung è basato su Tizen OS e include tutta una serie di funzionalità che facilitano l’interazione col televisore nell’uso di tutti i giorni. Garantisce inoltre la compatibilità con la maggior parte dei servizi di streaming multimediale, tra cui Netflix, Prime Now, YouTube e addirittura iTunes.

Samsung QLED Q70

L’intelligenza artificiale permette di monitorare le abitudini di chi usa il televisore, in modo che questo possa poi proporre contenuti ad hoc adatti all’utente in base alla cronologia di visualizzazione. L’installazione risulta inoltre molto semplice, grazie soprattutto alla presenza dell’applicazione SmartThings, compatibile sia con dispositivi Android, come il Samsung Galaxy S10 o il Huawei P30 Pro, che con dispositivi Apple come iPhone Xs.

Presente la compatibilità con gli assistenti vocali di Google e Amazon, anche se sarà necessario possedere un Google Home o un dispositivo Echo, mentre Bixby, essendo direttamente integrato all’interno della TV, offre una migliore ergonomia d’uso, risultando accessibile tramite l’apposito tasto sul telecomando.

Prestazioni e qualità video

Voto: 9/10

Come buona parte dei QLED, anche nel caso del Q70 la qualità dell’immagine è davvero ottima. Sebbene manchi la presenza del filtro ultra black presente invece nei modelli di fascia più alta, la sua assenza si denota solamente quando il televisore è in contrasto con una forte fonte di luce. Gli angoli di visione, seppur molto buoni, risultano leggermente inferiori rispetto ad altri modelli, ma a meno che non guardiate la televisione in pose particolari, anche questo aspetto non dovrebbe rappresentare un problema. La riproduzione di contenuti a risoluzione SDR è appagante e piacevole: il processo di elaborazione grafica basato sull’intelligenza artificiale, riesce a upscalare l’immagine senza causare perdite di dettagli o aumento di grana, generando dunque una visione piacevole in ogni contesto, con colori ben saturati e contrasti ottimali. Chi intende usare il televisore con i videogiochi, sarà sicuramente contento di sapere che l’input lag è di soli 14 millisecondi e garantisce quindi una risposta ottimale anche con i titoli più frenetici, come può essere un Forza Motorsport.

Samsung QLED Q70

Ovviamente il meglio lo si percepisce con la riproduzione di contenuti 4K e HDR. Il pannello copre infatti quasi il 100% dello spazio colore DCI-P3, assicurando così un’immagine che trae enormi benefici da una riproduzione cromatica a dir poco esemplare. Considerando che non stiamo parlando di un OLED come l’LG C8, siamo rimasti sorpresi che i neri siano ben riprodotti, anche se vicini a zone fortemente illuminate. Samsung non supporta però il Dolby Vision, una versione proprietaria dell’HDR che usa anche metadati dinamici. In ogni caso le prestazioni sono davvero eccellenti.

Audio

Voto: 7,5/10

Il comparto audio può fare affidamento a una serie di altoparlanti rivolti verso il basso, che direzionano poi il suono verso chi guarda. La qualità audio è molto buona per un televisore di questo prezzo, grazie al fatto che la retroilluminazione diretta permette di avere maggiore spazio e quindi di curare maggiormente questo aspetto. Ovviamente l’unica pecca arriva dai bassi che mancano un po’ di profondità quando necessario.

Samsung QLED Q70

Insieme al Dolby Vision, manca anche il supporto al Dolby Atmos, che può comunque essere usato da applicazioni di terze parti collegando una soundbar compatibile, come per esempio la Bose 700.

Conclusioni

Voto: 8,5/10

Il Samsung Q70 rappresenta una solida alternativa nella fascia media, posizionandosi leggermente sopra qualsiasi altra alternativa LCD, grazie alla tecnologia impiegata e in qualche caso a sfidare adeguatamente la concorrenza degli OLED come l’LG B8 o LG C8, grazie a una fedele riproduzione del colore, all’input lag molto basso e all’HDR, insieme a un comparto audio tutto sommato buono per la fascia di prezzo.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento