Tech 16 agosto 2019

Wiko View 3: smartphone best-buy affidabile

Wiko View 3

Wiko View 3 è il più recente dispositivo dell’azienda francese Wiko che tanto fa parlare di sé, in quanto riesce a unire un ottimo rapporto qualità prezzo, senza rinunciare però a un bel design e a materiali di buona qualità. Si tratta in questo caso di una vera e propria gamma prodotti, che comprende anche Wiko View 3 Pro e Wiko View 3 Lite. In questa recensione analizziamo il modello standard, che si posiziona nella fascia bassa del mercato in diretta competizione con assoluti best-buy come per esempio Redmi Note 7.

Wiko View 3

Il prezzo è decisamente aggressivo: 179 euro per la versione con 3 GB di RAM e 64 GB di archiviazione, con processore Mediatek Helio P22. Non manca una tripla fotocamera posteriore e il display con notch a goccia.

Un prodotto che potremmo definire come solido, in grado di offrire buone prestazioni a 360 gradi, pur con qualche compromesso.

Design

Voto: 8,5/10

Il View 3 è stato presentato per la prima volta al Mobile World Congress 2019. Una delle caratteristiche che sicuramente sorprende è la qualità dei materiali: la scocca è si in plastica, ma con una finitura che al tatto dà un’ottima sensazione di solidità e soprattutto un buon grip, anche se trattiene leggermente le impronte. Tre le colorazioni disponibili, ovvero Electro Been, quella del modello in nostro possesso, Night Blue e Blush Gold.

Wiko View 3

Nella parte posteriore troviamo anche il sensore per le impronte digitali con una ricettività nella media, oltre che la tripla fotocamera. Le dimensioni sono di 159 x 76,5 x 8,2 mm con un peso di 178 grammi ben distribuito su tutta la superficie. Il pannello ha una diagonale da 6,26 pollici, tecnologia IPS e risoluzione HD+ ovvero di 1560 x 720 pixel. Uno dei compromessi da accettare, in quanto su uno schermo così ampio i pixel risultano ben visibili e la qualità cromatica non è il massimo. La luminosità massima è discreta e ciò comporta qualche compromesso quando si usa lo smartphone sotto la luce diretta del sole.

Il notch a goccia si gestisce tramite software, l’utente può decidere di eliminarlo con delle apposite bande nere, oppure di lasciar intravedere solo la goccia, con qualche problema di visibilità quando si visualizzano foto e video a schermo intero. Presente un LED di notifica.

Hardware

Voto: 8/10

Per quanto riguarda la dotazione hardware abbiamo un processore Mediatek Helio P22 con 3GB di RAM e 64 GB di archiviazione espandibile tramite micro-SD fino a 256 GB.

Wiko View 3

Un hardware sicuramente rapportato alla fascia di prezzo, che costringe però a chiudere spesso le applicazioni e non ne mantiene troppe in background. In generale però lo smartphone si comporta bene, grazie anche a una personalizzazione molto leggera che non affatica durante le normali operazioni quotidiane.

Software

Voto: 8,5/10

A bordo troviamo Android 9 Pie, in versione praticamente stock. Abbiamo apprezzato la modalità Simple Mode, attivabile da funzioni Wiko, che ingrandisce le icone delle funzioni base e rende lo smartphone facilmente usabile anche da persone non vicine al mondo tecnologico.

Connettività

Voto: 6,5/10

In questa fascia di prezzo bisogna per forza scontrarsi con qualche limitazione. Molte di queste sono nella connettività: Wi-Fi monobanda, supporto Dual-Sim, Bluetooth 4.2, porta micro-USB per la ricarica e manca NFC. Specifiche che si vedevano su smartphone di qualche anno fa.

Autonomia

Voto: 9/10

La batteria da 4000 mAh, unita a un hardware estremamente parco sotto il punto di vista dei consumi, riesce a garantire anche due giorni di utilizzo.

Wiko View 3

Nel caso di uso molto intenso siamo comunque riusciti a raggiungere le 30 ore di utilizzo, con circa 3 ore e 51 di schermo acceso.

Fotocamera

Voto: 7/10

La fotocamera si basa su tre fotocamere che offrono una buona flessibilità di utilizzo in tutte le condizioni. Ci ha sorpreso la presenza di un sensore grandangolare con risoluzione di 13 Megapixel, non comune in questa fascia di prezzo. C’è inoltre un sensore da 12 Megapixel e un ulteriore sensore per la profondità di campo con risoluzione di 2 Megapixel.

Wiko View 3

Le foto in diurna hanno una buona resa, con colori piuttosto reali e un buon livello di dettaglio, soprattutto quando si usa l’HDR. Si nota comunque un po’ di rumore digitale anche in condizioni di buona luminosità e talvolta il contrasto può risultare fin troppo elevato.

Wiko View 3

Buoni risultati anche per le foto grandangolari, sempre di effetto. Analoghi i risultati dati dalla fotocamera anteriore, con risoluzione di 8 Megapixel. Anche in questo caso è buona la resa generale, ma in condizioni difficili la fotocamera tende a impastare i dettagli perdendo nitidezza.

Conclusioni

Voto: 7,5/10

Wiko View 3 è uno smartphone da tenere sicuramente in considerazione se il budget è al di sotto dei 200 euro. 179 euro richiesti da listino infatti sono perfettamente in linea con quanto offerto, soprattutto se cercate tra i maggiori punti di forza autonomia e una buona qualità fotografica. Certo qualche compromesso c’è, ma non risulta limitante nell’uso quotidiano, che è invece piacevole e soddisfacente.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Asus ROG Delta Core
Tech 14 settembre 2019

Recensione Asus ROG Delta Core: cuffie da gaming dal prezzo competitivo

Il mondo delle cuffie da gaming ha visto negli ultimi anni una vera e propria invasione di modelli di ogni tipo, genere e costo. Proprio per questo potrebbe risultare difficile, almeno per

Samsung Galaxy Note 10
Tech 13 settembre 2019

Recensione Galaxy Note 10

Presentato alcune settimane fa, il Samsung Galaxy Note 10 è l’ultimo top di gamma Samsung, nonché l’erede del Samsung Galaxy Note 9. Questa volta ci sono due diversi modelli: il Galaxy Note

Xiaomi Mi 9T Pro
Tech 13 settembre 2019

Recensione Xiaomi Mi 9T Pro: ultimo arrivato della famiglia Mi 9

Xiaomi Mi 9T Pro è l’ultimo arrivato nella famiglia dei Mi 9 che consta ormai di un numero interminabile di dispositivi. Tutto è iniziato con il Mi 9 originale, di cui vi