Tech 19 settembre 2019

Huawei Mate 30 e Mate 30 Pro ufficiali

Mate 30 Pro

Huawei ha svelato ieri i nuovi top di gamma Mate 30 e Mate 30 Pro, che vanno ad aggiungersi all’attuale linea di dispositivi, rappresentando un ulteriore step evolutivo rispetto ai precedenti Huawei P30 e P30 Pro. Un’innovazione importante, che rende questi smarpthone tra i primi compatibili nella versione standard con la connettività 5G.

I nuovi Mate 30 sono la massima espressione di design e del principio di minimalismo, frutto di 32 anni di esperienza dell’azienda. Nella parte frontale sono caratterizzati da un display OLED Huawei Horizon, che offre un’esperienza visiva immersiva, mentre sotto la scocca pulsa il Kirin 990 5G, processore di ultima generazione e il primo a integrare in maniera nativa un modem di connettività 5G.

Nella parte posteriore fa bella mostra di sé il modulo fotografico: un rivoluzionario mix di quattro fotocamere che include la SuperSensing Cine Camera. Il sensore principale ha una risoluzione di 40 Megapixel con obiettivo Cine Camera, un secondo sempre da 40 Megapixel con tecnologia SuperSensing, un terzo da 8 Megapixel con ottica tele e infine un ultimo sensore per la valutazione della profondità di campo, in modo da restituire un effetto bokeh estremamente realistico e piacevole.

Mate 30

Huawei Mate 30 e 30 Pro sono finalmente ufficiali.

La Cine Camera include un sensore da 1/1,54 pollici, estremamente grande considerando la sua integrazione in uno smartphone e quindi in grado di catturare più luce e di esprimere il massimo della naturalezza dei colori sia in foto che in video. È infatti capace di spingersi fino a ISO 51200 e di registrare video fino al 4K 60 fps, oltre che l’ultra slow-motion a 7680 fps. Supporta anche i video in Time-Lapse a risoluzione 4K, risultati per il momento unici su uno smartphone di fascia alta.

Il software è basato sulla nuova EMUI 10, che introduce nuove funzioni estremamente interessanti: in primis l’Always On Display adattativo: i colori cambiano infatti a seconda del periodo della giornata.

Presente poi la modalità notte, che migliora la leggibilità soprattutto in condizioni di scarsa luminosità. Nella parte laterale sono presenti dei controlli touch completamente personalizzabili da parte degli utenti, anche a seconda dell’applicazione utilizzata.

Infine, in anticipo rispetto ai Google Pixel 4, ci sono anche le AI Gesture Control: l’utente può infatti controllare alcune funzioni dello smartphone senza doverlo necessariamente toccare. Ci sono anche un avanzato sistema di sblocco facciale, solamente nella variante Pro, e il sensore per le impronte digitali integrato sotto al display.

I dispositivi saranno disponibili per fine novembre: il Mate 30 Pro avrà un display con diagonale di 6,53 pollici, mentre il Mate 30 si spinge fino a 6,62 pollici. Una scelta insolita, in quanto le versioni Pro hanno tendenzialmente dimensioni maggiori e schermi più grandi. Arriveranno in quattro colorazioni: Emerald Green, Space Silver, Cosmic Purple e nero.

In Italia dovrebbe arrivare solamente il Huawei Mate 30 Pro, ma sembra che Huawei dovrà obbligatoriamente optare per la versione AOSP di Android, dunque senza servizi Google, un ostacolo non da poco dal punto di vista commerciale. Vi aggiorneremo non appena ci saranno ulteriori novità.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Commenti

Stefano
21 settembre 2019, 1:49

Non sono un esperto..ora ho un p30 pro e vorrei cmq acquistare il mate 30 pro..sarà difficile per uno come me scaricare le app Google soprattutto il play store? Come pensi che si farà e come posso farlo io..da apk? In altre maniere..mi puoi delucidare in merito? Grazie ciao

Rispondi
Vittorio Pipia
23 settembre 2019, 9:05

Ciao Stefano,
bisognerà prima di tutto verificare come Huawei ha intenzione di procedere in tal senso. Sicuramente saranno disponibili vari download per scaricare i Play Services e le applicazioni Google e la cosa sarà resa il più semplice possibile. Se parli già di apk, sei un utente piuttosto avanzato per cui non ci saranno grossi problemi.
A presto

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Top Smartphone
Trend 9 ottobre 2019

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia

La classifica con i dieci smartphone più cercati su Trovaprezzi, aggiornata a settembre 2019 Ogni giorno su Trovaprezzi migliaia di consumatori cercano i prodotti che vogliono comprare, e questo riguarda naturalmente anche

Fotocamera Mate 30 Pro
Tech 4 ottobre 2019

Huawei Mate 30 Pro è il miglior cameraphone

Anche il nuovo Huawei Mate 30 Pro è passato sotto l’analisi di DxOMark, il famoso portale che si occupa di analizzare la qualità delle fotocamere di vari dispositivi e che col tempo

Watch GT 2
Tech 20 settembre 2019

Huawei Watch GT 2 presentato ufficialmente

Durante l’evento di presentazione dei nuovi Mate 30, Huawei ha tolto i veli anche sul nuovo Watch GT 2, il primo wearable dell’azienda basato sul chip proprietario Kirin A1, mostrato per la