Tech 22 settembre 2019

Wearable: Apple domina, indietro gli altri

Airpods 2

I dispositivi Wearable sono migliorati tantissimo rispetto a quando sono stati introdotti per la prima volta e permettono adesso di avere non solo ora e notifiche, ma funzioni molto avanzate come per esempio le misurazioni di VO2 max o l’elettrocardiogramma. Sono proprio le funzioni speciali che li rendono particolarmente interessanti, non solo per un pubblico di sportivi, ma anche per chi vuole una traccia completa del proprio stato di salute e attività fisica.

Secondo l’ultimo report di TDC, nel secondo trimestre del 2019, le vendite di tali dispositivi sono cresciute dell’85,2%, il che si traduce con circa 67,7 milioni di unità spedite. Ad aver mostrato la crescita più elevata sono state le cuffie in-ear wireless, segmento di mercato per cui si deve ad Apple l’esplosione. Sin dall’introduzione delle prime Apple Airpods, sono stati infatti diversi i produttori che hanno proposto una loro alternativa e tantissimi gli smartphone che hanno abbandonato il jack aux da 3,5 millimetri, tra gli ultimi proprio il Galaxy Note 10 di Samsung.

Il report di IDC con le spedizioni dei wearable nel Q2 2019.

Il report di IDC con le spedizioni dei wearable nel Q2 2019.

Cuffie in-ear che conquistano il 46,9% del mercato globale, rispetto al solo 24,8% di un anno fa. Tale crescita è possibile grazie al miglioramento delle tecnologie usate per produrre tali dispositivi, tra cui l’introduzione del Bluetooth 5.0, migliore connettività e autonomia. Un esempio sono le Galaxy Buds di Samsung, ma sono tanti i prodotti, tra cui anche quelli di Bose, Huawei e altri ancora.

Ad ogni modo, a guidare il mercato c’è Apple, che ha conquistato una quota del 50,2% del mercato durante l’ultimo trimestre. Non solo per le Airpods 2, ma anche per l’aggiornamento della gamma Beats, han fatto registrare un incremento del 218,2% rispetto allo scorso anno. Una crescita che aiuta il colosso di Cupertino ad affermare la sua leadership di mercato, diventandone il riferimento.

Samsung dal canto suo, conquista la seconda posizione, seguita a piè pari da Xiaomi, trainata dalle cuffie Airdots, imbattibili per rapporto qualità prezzo. IDC si aspetta dunque che la crescita dei dispositivi indossabili aumenti ancora nel corso del 2020, a livello globale.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento