Apple TV 4K versus Apple TV HD: le edizioni 2021 compiono un altro passo in avanti

Le edizioni 2021 si rivolgono a clienti con esigenze diverse, ma condividono il nuovo telecomando con trackpad sensibile
Di Dario d'Elia 25 giugno 2021
Apple TV 4k versus TV HD 2021

La nuova Apple TV 4K è il media center ideale per tutti coloro che desiderano sfruttare al massimo delle sue possibilità una TV ad altissima risoluzione (UltraHD 2160p) e sinergicamente un eventuale Mac, iPad o iPhone. Di conseguenza è ideale per portare le app dell’ecosistema Apple sulla TV, che si tratti di servizi di streaming a pagamento (Netflix, Apple TV+, Spotify, etc.), giochi, archivi di foto e video, documenti, etc. L’Apple TV HD è il modello leggermente meno potente consigliato a chi dispone di una televisione ad alta risoluzione (HD 1.080p) e vuole magari risparmiare. Entrambe offrono il nuovissimo telecomando Apple TV Remote 2 in alluminio, che si può comprare a parte ed è compatibile con le generazioni precedenti. Da ricordare però che l’Apple TV 4K è stata presentata ad aprile 2021, mentre Apple TV HD edizione 2021 è semplicemente la versione 2015 dotata di Apple TV Remote di seconda generazione.

Prezzi

L’Apple TV 4K da 32 GB costa 199 euro mentre la versione da 64 GB costa 219 euro. La confezione include il dispositivo, il TV Remote di seconda generazione, un cavo di alimentazione e un cavo Lightning/USB. L’Apple TV HD nella versione 2021 è disponibile solo nella versione da 32 GB e costa 159 euro. La confezione include il dispositivo, il TV Remote di seconda generazione, un cavo di alimentazione e un cavo da Lightning/USB per la ricarica del telecomando. La differenza di prezzi è ridotta, ma probabilmente il miglior investimento a prova di futuro è il modello top di gamma Apple TV 4K da 64 GB. L’Apple TV HD da 159 euro diventa concorrenziale se si ha ben chiaro l’uso che se ne farà e soprattutto la scelta di non impiegare anche in prospettiva futura servizi streaming 4K su TV compatibili. Scegliere tra 32 o 64 GB dipende soprattutto dal numero di app che si ha intenzione di installare, poiché normalmente ogni servizio funziona via streaming.

Design e caratteristiche

L’Apple TV 4K e l’Apple TV HD condividono gli stessi ingombri e chassis. Misurano 35 x 98 x 98 e pesano 425 grammi. Apparentemente sembrerebbe cambiato poco rispetto al passato ma in verità tutte le novità sono all’interno del dispositivo. Da ricordare comunque che il nuovo telecomando in alluminio color argento (prima era in alluminio nero) misura 136 x 35 x 9,25 mm e pesa 63 grammi.

apple tv 4k 2021

Apple TV 4K 2021

L’Apple TV 4K monta il processore A12 Bionic a 2.49 GHz (con si ipotizza 3 GB di RAM) già impiegato sulla linea iPhone XS e iPad 2020, mentre l’Apple TV HD si affida a un processore A8 Bionic a 1.4 GHz con 2 GB di RAM impiegato sulla storica famiglia iPhone 6. Di conseguenza le differenze prestazionali sono leggermente diverse: l’Apple TV 4K è più veloce nell’apertura delle app e fluida nell’uso dell’interfaccia e con i giochi Apple Arcade.

L’Apple TV 4K offre una connessione HDMI 2.1 compatibile con eARC, supporto a Wi-Fi 6 e il protocollo domotico Thread, Bluetooth 5.0 e Gigabit ethernet. L’Apple TV HD offre una connessione HDMI 1.4, supporto a Wi-Fi 5, Bluetooth 4.0, USB-C per interventi di assistenza ed ethernet 10/100. Evidente la sostanziale distanza tecnica con il modello 4K capace di gestire adeguatamente flussi video 4K a 60 FPS, audio 7.1.4 con Dolby Atmos e connessioni Bluetooth a basso consumo.

apple tv hd 2021

Apple TV HD 2021

Il modello premium è tecnicamente superiore rispetto a quello entry level, ma in effetti con un vecchio televisore HD privo di HDR ci si potrebbe accontentare di quest’ultimo, risparmiando qualcosa. Utile poi la possibilità di sfruttare l’iPhone e i suoi sensori per migliorare la qualità dell’immagine del televisore attraverso un processo di bilanciamento del colore. In pratica Apple TV 4K sfrutta il sensore di luce di iPhone per confrontare il bilanciamento alle specifiche standard usate nell’industria del cinema. “Quindi, con questi dati, regola automaticamente l’uscita video per offrire colori molto più accurati e un contrasto migliore, senza che l’utente debba intervenire sulle impostazioni del televisore”, spiega l’azienda.

Il nuovo telecomando

L’Apple TV Remote 2 (chiamato anche Siri Remote) è probabilmente l’elemento che al colpo d’occhio risalta di più sotto il profilo del rinnovamento, anche grazie all’impiego dell’alluminio e le dimensioni maggiorate. D’altronde si impiega quotidianamente e soprattutto rappresenta per Apple la via di accesso maestra all’esperienza interattiva. La versione precedente era troppo essenziale, più piccola e priva dei classici tasti direzionali che agevolano la selezione e lo spostamento nei menu. Adesso invece – sebbene continui a mancare la retroilluminazione – non solo sono presenti i direzionali ma anche una zona touch centrale per lo swipe e selezione.

Molto efficiente poi la possibilità di selezionare le scene di un film o un video (in avanti o indietro) facendo scorrere con una leggera pressione il dito sulla circonferenza del tasto centrale. Non mancano poi il piccolo bilanciere per il volume, i tasti riproduzione/pausa, indietro, accensione, il centro di controllo/TV e muto. Lateralmente è poi presente il tasto per attivare l’interfaccia vocale Siri. La batteria integrata dovrebbe consentire un’autonomia di circa 2 mesi; la ricarica avviene tramite la porta Lightining. La mancanza del giroscopio, presente nella versione precedente, non consentirà di giocare più a quel ristretto numero di giochini compatibili. Bisogna insomma affidarsi ai joypad, ma la buona notizia è che sono compatibili anche con quelli pensati per le console di ultima generazione come ad esempio la PS5. Infine l’Apple TV Remote non supporta il servizio “Dov’è”.

apple tv remote 2 2021

Apple TV remote 2021

Video e audio

Apple TV 4K supporta i più evoluti formati video e audio del mercato. Nello specifico gli standard H.264/HEVC SDR fino a una risoluzione 4K (2160p) a 60 fps, HEVC Dolby Vision, HDR10 e HLG, senza contare H.264, MPEG-4, etc. Sul fronte audio invece è assicurata la compatibilità con HE‑AAC (V1), AAC (fino a 320 Kbps), Protected AAC (da iTunes Store), MP3 (fino a 320 Kbps), MP3 VBR, Apple Lossless, FLAC, AIFF e WAV, AC‑3 (Dolby Digital 5.1), E‑AC‑3 (audio surround Dolby Digital Plus 7.1) e Dolby Atmos.

Apple TV HD è un po’ più limitata sul video poiché è compatibile con HEVC SDR Full HD (1080p) a 30 fps, Video H.264 Full HD, H.264, Video MPEG-4, etc. Sull’audio fa come il top di gamma, ad eccezione del supporto a Dolby Atmos.

apple tv 4k streaming film

Apple TV 4k streaming

In sintesi l’Apple TV 4K è superiore poiché non solo è compatibile con l’altissima risoluzione ma anche con gli standard HDR 10, Dolby Vision e HLG che regalano immagini più intense con i titoli compatibili offerti dai servizi streaming Apple TV+, Netflix, Prime Video, etc.

Conclusioni

Apple TV è consigliata a chi dispone già di almeno un prodotto Apple, per godere di sinergie di servizi e funzioni. La versione 4K si esprime al massimo ovviamente solo con TV 4K, mentre quella HD è consigliata solo a chi possiede modelli più vecchi.

La qualità video e audio è in ogni caso al top, a patto di disporre di degni accessori quindi una televisione e magari anche una soundbar come la Sonos Arc. Se l’acquisto è pilotato dall’esigenza di fruire di servizi streaming è bene ricordarsi che Chromecast con Google TVAmazon Fire Stick sono alternative low-cost degne di interesse. Senza contare ovviamente le interfacce delle Smart TV che offrono diverse app.

Dario d'Elia
Dario d'Elia

Sono nato nel 1974, esattamente nel momento in cui l'era digitale stava iniziando a varcare i confini dei laboratori per entrare nelle case. Risale proprio a quel periodo uno dei primi microcomputer: il "famoso" IMSAI 8080, che Matthew Broderick usò nel 1983 per violare il supercomputer del Norad nel film "Wargames". Ecco, sono cresciuto in quel periodo di transizione e...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti