Tech 30 gennaio 2021

Bose Noise Cancelling 700 vs Sony WH-1000XM4: quale scegliere?

Le Bose Noise Cancelling 700 e le Sony WH-1000XM4 sono senza dubbio fra le migliori cuffie wireless over-ear del mercato. Non solo offrono una qualità sonora eccellente ma vantano sistemi di cancellazione del rumore all’avanguardia. A volte sembra quasi una magia potersi godere la propria musica preferita senza essere infastiditi dal caos della città oppure dei mezzi di trasporto. Senza contare poi la comodità di poter rispondere a chiamate oppure abbandonarsi a tarda notte alla visione delle proprie serie TV preferite senza disturbare nessuno.

Certo, si tratta di due modelli di fascia medio-alta, ma la sostanza c’è tutta. In alternativa si può sempre dare uno sguardo alle più economiche Fresh ‘n Rebel Clam ANC o Jabra Elite 85h. A un buon prezzo potrebbe essere un affare acquistare anche le precedenti Sony WH-1000XM3.

Ad ogni modo chi vincerà la sfida tra le NC 700 di Bose e le WH-1000XM4 di Sony?

Prezzi

Modello Prezzi al 30 gennaio 2021 su Trovaprezzi.it
Bose Noise Cancelling 700 da 275 €
VS
 Sony WH-1000XM4 da 249 €

 

Le Bose Noise Cancelling 700 e le cuffie Sony WH-1000XM4 costano rispettivamente di listino 399,95 euro e 380 euro, ma online si trovano a prezzi più scontati. La differenza in euro tra i modelli non è grandissima e dipende davvero dai negozi e dalle promozioni in corso. Abbiamo rilevato però un leggero vantaggio di Sony nel tempo. Un’inezia che le permette, seppur di poco, di vincere ai punti il round sui prezzi.

Design e materiali

Le cuffie Bose Noise Cancelling 700 sono proprio belle da vedere e da sfiorare. La plastica dei padiglioni è di qualità, così come la pelle sintetica molto morbida. Inaspettato l’impiego del vinile come rivestimento dell’imbottitura dell’archetto, ma al tatto regala una buona sensazione. Molto carina poi la trovata ingegneristica che vede scorrere i padiglioni sull’arco metallico (in sottile acciaio) invece che il contrario. Infine sono confortevoli e leggere, come la controparte.

Le Sony WH-1000XM4 trasmettono più senso di solidità che appeal per gli occhi. Hanno uno stile delle linee un po’ appesantito, ma le plastiche e la pelle sintetica dei padiglioni sono di qualità. Confermato anche il buon confort e una certa leggerezza. Insomma, badano soprattutto alla sostanza più che alle apparenze.

Le Bose vincono questo secondo round soprattutto perché appaiono più contemporanee, pur strizzando l’occhio al mondo di Star Trek.

bose nc 700

Qualità audio

Le Bose NC 700 e le Sony WH-1000XM4 hanno caratteri totalmente agli antipodi, sebbene condividano la capacità di riprodurre con qualità la musica. Come abbiamo visto nelle nostre recensioni, le Bose puntano su una musicalità rilassante, mentre le Sony sono più rock e spingono sui bassi. Prima di entrare nel merito delle eventuali criticità però è bene sottolineare che entrambi i modelli eccellono nei dettagli, nella creazione di una ampia scena sonora e nella separazione degli strumenti. Insomma, è davvero un piacere usarle con qualsiasi tipo di genere musicale o anche solo con i film.

Le Bose tendono a rendere più chiaro il suono, valorizzando le frequenze più alte e focalizzandosi su un approccio più analitico. Le Sony al contrario sono più calde e con bassi più importanti. Nei pezzi più ritmati sono energia allo stato puro. Difficile stabilire chi vinca questo round perché è davvero una questione di gusti personali. Forse le Sony hanno un vantaggio: possono essere addomesticate con l’equalizzatore presente nella sua app (iOS e Android). La stessa possibilità c’è sull’app Bose Music, ma non si riesce a far cambiare carattere alla cuffia.

Quindi seppur di poco su questo fronte vince Sony.

Sony WH-1000XM4

Funzionalità e praticità

Le Bose NC 700 hanno tutte le funzioni fondamentali di cui si ha bisogno, mentre le Sony hanno di più. Inutile girarci intorno Bose ha puntato su immediatezza e semplicità, mentre i giapponesi sulla completezza. Le NC 700 sfruttano la superficie touch del padiglione destro per consentire di regolare il volume, mettere in pausa e saltare le tracce. Peccato solo che lo spazio di interazione sia la metà di quello dei padiglioni Sony, ma con il tempo ci si abitua. Dopodiché per altre funzioni ci sono anche i tasti o l’interfaccia vocale. L’app permette di regolare riduzione del rumore, l’equalizzazione e personalizzare il controllo touch – scegliendo tra la notifica di livello batteria, l’attivazione dell’assistente vocale e l’avvio immediato di Spotify.

Le Sony WH-1000XM4 hanno una tecnologia touch reattiva ed efficiente, nonché due tasti per accensione Bluetooth e cancellazione rumore. Fantastica la possibilità di attivare la funzione trasparenza appoggiando il palmo della mano sul padiglione destro. Dopodiché sulla app c’è da perdersi perché la cancellazione del rumore può essere personalizzata (adattiva o a comando) e ottimizzata anche in relazione alla pressione atmosferica, si può abilitare la dettatura vocale di testo, intervenire sull’equalizzatore e persino attivare la funzione DSEE Extreme che grazie all’intelligenza artificiale dovrebbe migliorare ulteriormente la qualità di ascolto. C’è veramente di tutto e quindi in questo ambito Sony vince a mani basse.

Autonomia

Entrambe le cuffie si affidano allo standard Bluetooth 5.0 che assicura una buona riduzione dei consumi, rispetto ai formati precedenti. Le Bose NC 700 sono accreditate di un’autonomia di massimo 20 ore, usando con parsimonia la cancellazione del rumore. Le Sony arrivano invece a circa 30 ore e in tal senso è evidente la differenza di batteria integrata impiegata. La ricarica per entrambe avviene tramite porta USB-C. In questo caso vittoria di Sony: circa 10 ore di differenza sono tante.

Perché scegliere le Bose NC 700?

Le cuffie Bose 700 sono ideali per chi cerca una riproduzione musicale di qualità ma non vuole scendere a compromessi sul design ed estetica. Magari qualcuno che vuole rilassarsi, che si tratti di casa oppure durante gli spostamenti. E infine chi cerca qualcosa di semplice e immediato da usare senza perdere troppo tempo con troppe funzioni.

Perché scegliere le Sony WH-1000XM4?

Le cuffie Sony WH-1000XM4 sono un concentrato di tecnologia e funzioni. Suonano bene e spingono sui bassi. Il sistema di cancellazione del rumore le rende ideali per chi si sposta molto per lavoro. Trasmettono solidità e sembrano davvero più cattivelle e pronte ad affrontare qualsiasi metropoli.

Conclusioni

Che si scelga il modello Bose o Sony la sostanza non cambia: l’esperienza musicale è al top e la cancellazione del rumore ai vertici. Un modello è più carino dell’altro probabilmente, ma è pur sempre questione di gusti ed esigenze personali. La cancellazione del rumore di Sony batte Bose, ma quest’ultima vince in leggerezza caratteriale.

Dario d'Elia
Dario d'Elia

Sono nato nel 1974, esattamente nel momento in cui l'era digitale stava iniziando a varcare i confini dei laboratori per entrare nelle case. Risale proprio a quel periodo uno dei primi microcomputer: il "famoso" IMSAI 8080, che Matthew Broderick usò nel 1983 per violare il supercomputer del Norad nel film "Wargames". Ecco, sono cresciuto in quel periodo di transizione e...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Bose QuietComfort Earbuds
Tech 16 febbraio 2021

Recensione Bose QuietComfort Earbuds, uno dei migliori auricolari wireless

I Bose QuietComfort Earbuds sono senza ombra di dubbio fra i migliori auricolari true wireless con sistema attivo di cancellazione del rumore. Se la giocano con modelli del calibro dei Sony WH-1000XM3,

Bose_Sport_Open_Earbuds
Tech 8 gennaio 2021

Bose Sport Open Earbuds per chi non ama gli auricolari in-ear

Si chiamano Bose Sport Open Earbuds e puntano a diventare gli auricolari true wireless di riferimento per gli sportivi. La statunitense Bose li ha presentati pochi giorni fa, affiancandoli di fatto agli

Bose Sleepbuds II
Tech 2 gennaio 2021

Recensione Bose Sleepbuds II, cuffie wireless per il miglior riposo

Gli auricolari wireless per accompagnare il sonno sono una trovata piuttosto recente, frutto anche dei progressi tecnologici che il settore delle periferiche audio ha permesso negli ultimi anni. Bose, nello specifico, è