Tech 15 dicembre 2019

Come si fotografa il cibo?

come fotografare il cibo

La diffusione degli smartphone insieme a quella dei social ha reso negli ultimi anni la fotografia del cibo una vera e propria moda. Alzi la mano chi tra di voi, all’arrivo del piatto appena ordinato e consegnato al tavolo, sorpreso dai colori e dalla composizione dello stesso, non ha mai esclamato: “Che bello! Devo fare una foto, così la pubblico!

Non nascondetevi, lo abbiamo fatto tutti, anche perché siamo ben consapevoli che non ci sia amore più sincero di quello per il cibo e che quella foto, poi pubblicata sul Social Network di turno con i dovuti hashtag, avrebbe poi scatenato numerosi consensi.

Ma la fotografia del cibo, o meglio food photography, può essere molto complessa, in quanto il cibo è dinamico: si raffredda, si ossida, si secca, spesso in pochi minuti trasformando quella che inizialmente era una visione paradisiaca in un semplice piatto da mangiare al più presto prima che diventi troppo freddo.

Ci sono però alcuni suggerimenti che possiamo darvi per migliorare sin da subito le foto dei vostri piatti preferiti. Non importa che fotografiate con smartphone come iPhone 11 Pro o OnePlus 7T Pro o con una fotocamera come la Sony A6600, tali consigli vi torneranno utili dalla prossima foto.

Non usare il flash

È un consiglio che ritorna molto spesso nelle nostre guide relative alla fotografia. Il problema dei flash integrati negli smartphone e in alcune fotocamere, è che produce una luce molto dura il cui effetto è tutt’altro che gradevole sulle foto. Disabilitate dunque il flash integrato e cercate invece di sfruttare fino all’ultimo spiraglio di luce disponibile nell’ambiente dove intendete fare la foto.

Treppiede

Il treppiede è lo strumento principale del fotografo. Un buon treppiede permette di avere stabilità, di offrire un supporto per scatti a lunga esposizione e anche di poter fare delle foto con visuale dall’alto, particolarmente efficaci quando si parla di cibo. Tuttavia, difficilmente durante una cena con gli amici porterete con voi un treppiede. In quel caso usate l’ingegno e provate a posizionare lo smartphone non solo di fronte al piatto, ma al di sopra, di taglio e in generale cercate una posa che possa dare risalto ai cibi immortalati.

Composizione

La composizione è tutto. Un bel soggetto su uno sfondo neutro difficilmente potrà colpire l’attenzione, ma se contestualizzato in uno splendido paesaggio al tramonto potrà offrire un’emozione. Lo stesso principio si può applicare alla fotografia dei cibi. Cercate di pulire l’area intorno al piatto da oggetti inutili e non appropriati e sfruttate gli elementi a vostra disposizione (tovaglioli colorati, posate, candele) per offrire uno scenario che possa scaturire un’emozione nella mente di chi guarda e che possa far ricordare quella cena di fronte al camino o una rimpatriata tra amici.

Altro elemento fondamentale è la scelta del piatto: scegliete dei colori che possano essere complementari al cibo fotografato, che ne possano dare risalto e offrire il giusto contrasto. Fotografare del riso bianco in una ciotola bianca, offrirà un risultato del tutto diverso rispetto al fotografarlo in una ciotola nera.

come fotografare il cibo

 

Scegli un obiettivo tele

La maggior parte degli smartphone odierni offrono la possibilità di scattare con obiettivi tele, oltre al classico grandangolare. I teleobiettivi riescono a dare maggiore risalto al soggetto isolandolo dal resto del contesto e con minori distorsioni, offrendo così una prospettiva molto più vicina alla realtà. Quando fotografate i vostri piatti, scegliete dunque l’ottica più spinta, in modo da catturare tutti i dettagli e le raffinatezze che il cuoco ha scelto di inserire nella sua opera.

Diaframma aperto o chiuso?

Generalmente con il diaframma chiuso si riescono a catturare un maggior numero di dettagli mentre con il diaframma aperto si otterrà un leggero effetto sfocato per tutti quegli elementi che non sono sul piano di messa a fuoco.

Food Photography

Il diaframma ben aperto consente di sfocare lo sfondo dando risalto al soggetto principale.

Nella fotografia di cibo, soprattutto su piatti che prevedono più elementi come portata principale, contorno e decorazione, vale la pena aprire il diaframma per porre maggiore enfasi sull’alimento principale sfruttando tutto il resto per dare maggiore carattere alla foto.

Mantenere il cibo fresco

Tutti gli alimenti, quando freschi o appena sfornati hanno la migliore apparenza possibile. Chi fotografa il cibo dunque deve ingegnarsi al massimo per poter prolungare questo effetto. Certamente non è il caso della foto da condividere con i propri amici quando si va a cena, ma se siete o volete diventare fotografi di cibo, è un aspetto a cui porre attenzione. Per mantenere la carne lucente potrebbe tornare utile cospargerla con olio vegetale, per evitare che la frutta si ossidi si può usare del succo di limone. In alcuni casi si può addirittura sostituire il cibo con altri prodotti. In alcune pubblicità di cereali per la colazione per esempio viene usata colla vinilica o vernice, che sono più dense e non inzuppano il cereale, oppure della schiuma da barba al posto dei fiocchi di panna. Questi trucchi per ottenere il miglior effetto visivo possibile.

Infine…attenzione ai dettagli

I dettagli sono importanti e diventano cruciali nella fotografia del cibo. I piatti devono essere puliti ai bordi, così come le posate e i mestoli, non ci devono essere elementi fuori posto e tutto deve essere il più curato possibile. Nei set professionali possono passare diverse ore e tentativi prima di poter raggiungere il risultato finale, ma è un lavoro che viene ampiamente ripagato da immagini praticamente perfette.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Come scrivere in fretta con tastiera
Tech 13 gennaio 2020

Come scrivere più in fretta con la tastiera

Il personal computer è ormai un oggetto quotidiano da moltissimi anni, e per molti di noi è uno strumento di lavoro. Lo usiamo per gestire fogli di calcolo, per navigare su Internet

come controllare lo smartphone dei figli
Tech 12 gennaio 2020

Come controllare lo smartphone dei figli: Google Family Link

I genitori non hanno tutti lo stesso approccio, quando si tratta di concedere ai figli l’uso di oggetti tecnologici. C’è chi concede uno smartphone ai figli già nei primi anni della scuola

5 App per foto
Tech 7 gennaio 2020

Fotografare con lo smartphone: 5 app essenziali per il fotoritocco

Gli smartphone odierni puntano sempre di più al comparto fotografico. A crescere negli anni non è stata solo la qualità, che ormai ha più che superato quella di una fotocamera compatta di