Honor X20 SE è ufficiale: il brand cinese riprende la propria corsa

Honor X20 SE è uno smartphone basato su un processore MediaTek, ha fino a 8 GB di RAM e una fotocamera da 64 Megapixel.
Di Lucia Massaro @LuciaMassaro1 1 luglio 2021
Honor X20 SE

Honor non perde tempo, dopo essere stata limitata dai divieti statunitensi quando era ancora una costola di Huawei, il giovane brand cinese sta riprendendo la propria corsa. Poche settimane fa ha alzato il sipario sulla gamma Honor 50, la prima con processori Qualcomm che segna anche il ritorno delle app e servizi Google. Oggi invece tocca a Honor X20 SE, dispositivo che si presenta con una scheda tecnica interessante.

Il cuore pulsante in questo caso è il processore MediaTek Dimensity 700: un chip ampiamente utilizzato anche su altri dispositivi come – per esempio – POCO M3 Pro, Redmi Note 10 5G e Realme 8 5G. Le configurazioni disponibili sono due: 6 o 8 GB di RAM e 128 GB di memoria interna. La parte frontale è dominata da display IPS LCD da 6,6 pollici con cornici ridotte al minimo e risoluzione Full-HD+. Lo schermo è interrotto solamente da un foro centrale che ospita la fotocamera anteriore da 16 MP.

Honor X20 SE

Honor X20 SE

Per il retro, invece, Honor ha scelto un sensore principale da 64 Megapixel abbinato a due sensori da 2 Megapixel (uno per gli scatti macro e uno per raccogliere le informazioni sulla profondità di campo). Il tutto è alimentato da una batteria da 4.000 mAh con supporto alla ricarica rapida da 22,5 W.

Per il momento, Honor X20 SE è stato presentato per il mercato cinese con prezzi al cambio che partono da circa 234 euro. Non è escluso che il brand asiatico possa decidere di commercializzarlo anche dalle nostre parti in un secondo momento. Spesso, infatti, i produttori rilasciano i propri prodotti sul mercato di casa prima di lanciarli sui mercati internazionali.

Qualora dovesse arrivare in Italia, lo smartphone sarà basato ovviamente su Android 11 in versione completa, ossia portando con sé tutte le applicazioni e i servizi Google, ci sarebbe dunque il Play Store. Tutto ciò è stato reso possibile grazie alla separazione dalla casa madre Huawei, ancora sotto i divieti statunitensi. Honor dunque si sta rialzando ed è pronta a sfidare i rivali di sempre come OPPO e Xiaomi.

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti