Tech 19 novembre 2019

Huawei al lavoro su un pieghevole stile RAZR?

Motorola RAZR

Motorola è riuscita a far tanto parlare di sé grazie all’operazione nostalgia fatta con il nuovo RAZR, uno smartphone pieghevole a conchiglia, che consente di avere un display ampio e senza cornici quando aperto, ma che diventa ultracompatto quando richiuso. Le linee sono chiaramente ispirate al primo RAZR V3 presentato nel 2004, cellulare che è diventato sin da subito un’icona del settore.

I dispositivi con schermo flessibile sono senza dubbio gli smartphone che attualmente sono sotto la luce dei riflettori e verosimilmente il design del nuovo RAZR è riuscito a far breccia anche tra i progetti di altre aziende. È notizia recente che Huawei ha depositato un brevetto che mostra quello che sembra un cellulare pieghevole chiaramente ispirato al nuovo top di gamma di Motorola.

Huawei Pieghevole

Il brevetto mostra uno smartphone pieghevole in stile RAZR.

Lo smartphone a conchiglia con schermo pieghevole potrebbe dunque non rimanere un’esclusiva di Lenovo-Motorola. Il brevetto depositato da Huawei mostra un cellulare con schermo molto ampio che può essere piegato tramite un’apposita cornice nella parte centrale. A differenza del nuovo RAZR però, in questo caso non ci sarebbe alcun display esterno. Si potrebbe però pensare che una parte del display possa rimanere scoperta una volta ripiegato lo smartphone, in modo da permettere all’utente di visualizzare alcune informazioni come notifiche, messaggi e chiamate ricevute.

Nella parte posteriore fa bella mostra di sé il modulo fotografico con quelle che sembrano due fotocamere accompagnate da altrettanti flash. Non si nota una fotocamera frontale, ma essendo un brevetto risulta difficile capire se le soluzioni mostrate verranno poi adottate su un vero smartphone o rimarranno un’idea in attesa di ulteriori sviluppi.

È però chiaro che, con il progressivo aumento delle dimensioni dei display, come visto su Galaxy Note 10+, iPhone Xs Max o OnePlus 7T Pro, si possa ritornare ad avere finalmente degli smartphone più compatti e portatili quando inseriti in tasca, senza per questo rinunciare alla fruibilità che solo uno schermo ampio può offrire.

Insomma, un ritorno al passato con un occhio al futuro, che potrebbe rappresentare la vera svolta di cui il mercato smartphone aveva bisogno.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Huawei P40
Tech 12 dicembre 2019

Huawei P40: tutte le indiscrezioni

Huawei P40, che andrà a sostituire l’attuale gamma P30 composta da P30 Lite, P30 e P30 Pro, sarà quasi sicuramente uno dei maggiori protagonisti del 2020, soprattutto per la variante Pro. Si

Harmony OS
Tech 11 dicembre 2019

Huawei Harmony OS arriva nel 2020 ma non sugli smartphone

Abbiamo già parlato più volte del nuovo sistema operativo di Huawei, ovvero Harmony OS: il colosso cinese ha confermato in diverse occasioni che il nuovo software non arriverà al momento su smartphone,

Nova 6
Tech 10 dicembre 2019

Huawei Nova 6, Nova 6 5G e SE ufficiali

Huawei ha presentato in maniera ufficiale la nuova gamma di dispositivi di fascia alta Nova 6. Sono tre gli smartphone in questione, ovvero Nova 6, Nova 6 5G e Nova 6 SE.