Tech 22 gennaio 2020

Huawei insieme a TomTom per sostituire Google Maps

Huawei accordo con Tom Tom

Huawei non sta passando un periodo roseo: in seguito al ban ricevuto dal governo degli Stati Uniti, è infatti alla ricerca di soluzioni alternative per poter continuare a offrire tutti i servizi che i clienti si aspettano sugli smartphone. Il più grande problema riguarda l’assenza dei servizi Google e con essa l’impossibilità di scaricare applicazioni anche importanti, come per esempio Google Maps.

Il colosso cinese sta però attuando il suo piano alternativo per poter continuare a vendere e far apprezzare i suoi dispositivi alla maggior parte degli utenti sul mercato internazionale. Proprio per questo arriva in modo strategico l’accordo con TomTom che, secondo il portavoce Remco Meerstra, è stato già concluso tempo fa ma solo di recente ne è stata comunicata l’ufficialità.

Huawei TomTom

Huawei ha concluso un accordo con TomTom per proporre un’alternativa a Google Maps.

Non sono stati rivelati i dettagli dell’accordo, ma possiamo ipotizzare che adesso Huawei potrà usare sugli eredi dei suoi smartphone top di gamma P30 e P30 Pro le mappe della società olandese, insieme alle informazioni del traffico e al software di navigazione, con una serie di applicazioni che saranno già preinstallate al momento dell’acquisto.

Tra le altre alternative rimane in cantiere lo sviluppo del sistema operativo HarmonyOS che in un primo momento rimarrà però esclusiva di dispositivi smart come TV, altoparlanti e wearable.

L’ultima parola nella questione tra Huawei e Stati Uniti verrà sancita il prossimo 16 febbraio, giorno in cui scadrà in maniera definitiva la proroga attuata dal Dipartimento del Commercio USA. Se in tale data la decisione dovesse essere confermata, Huawei dovrebbe definitivamente dire addio ai servizi di Google e al sistema operativo Android, installati in tantissimi altri smartphone come Samsung Galaxy S10 e OnePlus 7T.

L’impressione generale è che però Huawei voglia comunque portare avanti il suo piano B, per essere il più possibile indipendente da future scelte che potrebbero compromettere ancora una volta le strategie interne.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

huawei-p40
Tech 18 febbraio 2020

Huawei P40 forse avrà un sensore da 52 Megapixel

Huawei si appresta ad annunciare gli eredi di P30 e P30 Pro tra qualche settimana. La gamma P40 sarà costituita molto probabilmente da più dispositivi e i rumor a poco più di

Top Smartphone
Trend 7 febbraio 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia a gennaio 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato in data 07 febbraio 2020) Ogni mese Trovaprezzi.it è il punto di riferimento per chi cerca un nuovo

MateBook D
Tech 7 febbraio 2020

Huawei: ufficiali i nuovi Matebook D da 14 e 15 pollici

Huawei ha presentato i nuovi portatili Matebook D da 14 e 15 pollici dotati di processori AMD Ryzen 5 3500U con architettura Zen+. Ciononostante, non è da escludere che tra non molto