Tech 15 febbraio 2020

I migliori monitor per il lavoro

migliori-monitor-per-il-lavoro

Dopo aver visto le migliori tastiere dedicate a chi scrive tanto è tempo di dedicarsi ai monitor migliori per chi lavora. Il monitor è senza ombra di dubbio una periferica molto particolare. Chi si approccia all’acquisto di un display dovrebbe avere un’idea chiara di:

Vale inoltre la pena considerare che il monitor è forse tra i dispositivi con un ciclo di vita tra i più lunghi. Se oggi la vita media di uno smartphone è di 2-3 anni, per il monitor si possono raggiungere in alcuni casi anche i 10 anni di utilizzo e superare senza problemi i 5 anni.

Proprio per questo uno dei consigli è quello di non lesinare sull’acquisto ma anzi di investire in modo da ottenere vantaggi poi utilizzabili per un lungo periodo di tempo, allontanando così l’esigenza di un eventuale upgrade. In questa guida vi indichiamo quali sono i modelli oggi più appetibili per chi lavora, tenendo in considerazione prezzo, grandezza e qualità del pannello e tipologia d’uso.

BenQ GW2270H

Il BenQ GW2270H è il più economico tra i monitor di questa lista, con un prezzo medio che oscilla tra i 90 e i 110 euro a seconda dello store di provenienza. È anche il più piccolo, in quanto disponibile con diagonale da 21,5 e 23,8 pollici. Il pannello di questo monitor BenQ ha però risoluzione FullHD, ovvero 1920 x 1080 pixel ed è dotato di tecnologia Low Blue Light che consente di ridurre le emissioni di luce blu in modo da affaticare meno gli occhi.

BenQ GW2270H

BenQ GW2270H è un monitor piccolo, ideale come secondo monitor o per chi ha poco spazio.

Nella parte posteriore sono poi presenti una porta VGA e una HDMI. Il monitor BenQ GW2270H è ideale come monitor primario da collegare a un portatile per chi ha poco spazio, oppure come monitor secondario per avere anteprime video, fogli di dati e tanto altro. Buona anche la resa cromatica per piccoli lavori di grafica.

Acer KA270HL

L’Acer KA270HL è un monitor dotato di un pannello da 27 pollici con tecnologia VA, in grado di garantire bassi tempi di risposta e un elevato contrasto. Nello specifico parliamo di soli 4 millisecondi e un contrasto di 100M:1 con una luminosità massima di 300 candele al metro quadro.

Acer KA270HL

Acer KA270HL è la soluzione più economica di questa guida.

Il pannello VA di questo monitor Acer garantisce una buona copertura cromatica e angoli di visione elevati mentre il supporto permette di regolare il display sia in altezza che in inclinazione. Nella parte posteriore è disponibile anche un attacco VESA per chi volesse montare il monitor su un supporto da scrivania o da muro.

LG 25UM58

Rimanendo sulla fascia dei 150 euro vale la pena considerare un monitor con formato 21:9. Questo formato ha iniziato a diffondersi a partire dal 2015 ed è stato apprezzato sin da subito in quanto soluzione ideale per tutti coloro che hanno bisogno di lavorare con più finestre affiancate ma non vogliono due monitor.

LG 25UM58

LG 25UM58 è il monitor con formato 21:9 più economico.

L’LG 25UM58 è la proposta più economica per entrare nel settore dei 21:9 con una diagonale di 25 pollici risulta abbastanza compatto. Il supporto di questo monitor LG consente la regolazione dell’inclinazione e il pannello ha un’ottima fedeltà cromatica data la tecnologia IPS. Presente anche il software di LG che permette di adattare le varie finestre in maniera automatica in modo da sfruttare appieno tutta l’area a disposizione.

BenQ EW277HDR

L’ultima proposta sui 150 euro si differenzia per avere un pannello VA compatibile con l’HDR. Parliamo del BenQ EW277HDR, un monitor che ha il 93% di copertura dello spazio colore DCI-P3 e il 100% sul Rec-709. Non manca la modalità anti-luce blu che consente di avere una visione prolungata evitando lo stress visivo e un sensore di luminosità ambientale che adatta automaticamente la luminosità dello schermo a seconda delle condizioni d’uso.

BenQ EW277HDR

BenQ EW277HDR è uno dei pochi monitor economici compatibili con HDR.

In un ambiente buio il display sarà poco luminoso mentre in uno molto illuminato la luminosità sarà regolata quasi al livello massimo per garantire sempre la migliore visibilità. Un monitor che può essere consigliato sia per chi lavora con elementi grafici, per chi ha bisogno di un ampio desktop ma anche per la visualizzazione di film e serie TV.

AOC U2879 LCD

Passiamo dunque alla prima proposta con risoluzione 4K di questa guida. Tale risoluzione rappresenta il compromesso ideale per chi vuole la migliore nitidezza possibile. Significa avere 3840 x 2160 pixel ovvero un totale di oltre 8 milioni di pixel.

AOC U2879 LCD

AOC U2879 LCD è un monitor economico ma con alcune impostazioni utili per l’uso prolungato.


La diagonale di 28 pollici dell’AOC U2879 ben si adatta a tale definizione oltre ad avere un pannello di tipo TFT con un tempo di risposta di un millisecondo e una luminosità massima di 300 candele al metro quadro. Numeri che consentono a questo monitor di AOC di avere un ottimo rapporto qualità prezzo con una frequenza di aggiornamento di 60Hz e la presenza dell’HDMI 2.0.

BenQ PD3200Q

Il BenQ PD3200Q è un monitor estremamente bilanciato con prezzi variabili tra i 400 e i 450 euro. Il pannello usato ha tecnologia VA ed è calibrato in modo da coprire il 100% dello spazio colore sRGB e Rec.709. Il supporto permette di regolare il display in altezza e inclinazione. Si tratta di un prodotto dedicato ai professionisti del settore grafico con diagonale di 32 pollici e apposito centro di controllo tramite il quale accedere a diverse impostazioni.

BenQ PD3200Q

Soluzione di fascia medio-alta con pannello VA.

Tra le varie feature presenti la possibilità di usare la modalità Darkroom che regola automaticamente il contrasto e la luminosità delle immagini in modo da non perdere alcun dettaglio visivo, e la modalità Cad/Cam che offre un contrasto più elevato in modo da evidenziare al meglio tutti i particolari.

BenQ PD3200U

Questo monitor riprende le linee del BenQ PD3200Q ma adotta un pannello IPS e alcune feature appositamente studiate per soddisfare le esigenze di designer e professionisti del settore grafico. BenQ PD3200U offre infatti la funzione DualView per affiancare due immagini sullo schermo.

BenQ PD3200U

Un ottimo monitor con pannello IPS.

È poi presente la possibilità di usare un mouse e una tastiera su due computer collegati allo stesso monitor oltre alla tecnologia Eye-Care che riduce le emissioni di luce blu per una visione più confortevole. Si tratta di un monitor di fascia alta con attacco VESA nella parte posteriore. Il supporto incluso ne permette inoltre la rotazione, la regolazione in altezza e in inclinazione, in modo da avere sempre la visuale corretta.

Philips Brilliance 499P9H

Abbiamo già suggerito i 21:9 come monitor molto adatti all’uso lavorativo e al multitasking, ma mettiamo il caso che vi siate accorti di avere bisogno di due monitor 21:9 per soddisfare tutte le vostre esigenze. Alcune aziende propongono monitor con formato 32:9. Tra queste c’è sicuramente Philips con il suo Brilliance 499P9H, un monitor davvero enorme ma con risoluzione 5K e che potrebbe rivelarsi un acquisto molto azzeccato, spazio e disponibilità permettendo. Brilliance 499P9H permette di avere lo stesso spazio che si avrebbe affiancando due monitor da 27 pollici ma senza la cornice laterale.

Philips Brilliance 499P9H

Philips Brilliance 499P9H ha il pannello più grande con formato 32:9.

La risoluzione è infatti di 5120 x 1440 pixel, ovvero due volte i 2560 pixel del lato orizzontale di un monitor da 27 pollici con risoluzione QHD. Integra anche una webcam nella parte alta, ideale per chi fa molte videochiamate e una pratica USB-C nella parte posteriore che consente per esempio di collegare un portatile come il MacBook Pro con un singolo cavo, trasmettere il segnale video e ricaricarlo contemporaneamente. Un monitor davvero completo ma che con dimensioni di 5120 x 1440 pixel potrebbe scoraggiare chi non ha molto spazio.

LG 32UL950

Uno dei migliori monitor con risoluzione 4k disponibili oggi. L’LG 32UL950, di cui potete approfondire tutti i dettagli nella nostra recensione, ha una diagonale di 32 pollici, pannello IPS certificato HDR Vesa600 e copertura dello spazio colore DCI-P3 del 98%.

LG 32UL950

LG 32UL950 è un monitor 4K con pannello IPS da 32 pollici.

Un monitor che si può consigliare sia a chi ha bisogno di spazio per lavorare per esempio con quattro finestre affiancate, sia a chi necessita di fedeltà cromatica per lavorare a progetti grafici con professionalità e accuratezza. Nella parte posteriore è poi presente una USB-C grazie alla quale si può collegare un portatile compatibile con un solo cavo.

Dell Ultrasharp UP3218K

Pensato per chi non accetta compromessi, il Dell Ultrasharp UP3218K è uno dei pochi monitor disponibili oggi con risoluzione 8K. Parliamo di circa 33 milioni di pixel per una nitidezza e una qualità dei colori senza pari.

Dell Ultrasharp UP3218K

Dell Ultrasharp UP3218K è stato il primo monitor 8K disponibile sul mercato.

Ovviamente questo monitor Dell è un monitor per pochi, sia per il costo elevato di oltre 3000 euro sia perché per sfruttarlo è necessario avere una macchina in grado di sprigionare un’elevata potenza grafica. Sebbene l’8K sia ancora agli inizi, in alcuni casi potrebbe essere una soluzione molto utile, grazie alla densità di 280 ppi, una luminosità di 400 candele al metro quadro e una copertura dello spazio sRGB del 100%.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smart working deluxe
Tech 12 marzo 2020

Smart Working: lavorare da casa con i prodotti tech migliori

Lo smart working in Italia è una realtà concreta, sicuramente a causa dell’emergenza Coronavirus (#iorestoacasa!), dato che molte aziende stanno spingendo i dipendenti a lavorare da casa per una questione di sicurezza.

i migliori monitor da gaming
Tech 1 marzo 2020

I migliori monitor da gaming

Il mercato dei monitor è decisamente ampio: ci sono i monitor con pannelli dall’elevata qualità, più indicati per l’utilizzo da parte di grafici e fotografi, monitor votati alla produttività, come per esempio

BenQ epaper
Tech 28 giugno 2019

BenQ, i nuovi monitor avranno la modalità ePaper

BenQ, azienda leader per quanto riguarda la produzione di dispositivi di proiezione come monitor, proiettori e tanto altro, sarebbe al lavoro su alcuni dispositivi che integrano la modalità e-Paper, particolarmente adatta durante