Tech 26 aprile 2019

iPhone: come trarre il massimo dalla modalità “non disturbare”

modalita non disturbare iphone

La modalità non disturbare è facilmente attivabile su tutti gli smartphone Apple, grazie a un apposito switch posizionato sulla parte laterale. Ovviamente è stata implementata anche dalla controparte Android, ma si può attivare solamente tramite la tendina delle notifiche (tranne che in alcuni modelli, come gli smartphone OnePlus, che presentano il medesimo switch), cosa che richiede un passaggio in più rispetto agli iPhone attualmente in commercio, come l’iPhone Xr e l’iPhone Xs.

Nella vita di tutti i giorni le notifiche sono molto importanti: un cliente che ci invia un report tramite mail, le chiamate di lavoro, i messaggi degli amici e dei nostri affetti. Certamente si può ridurre l’impatto di tale quantità di notifiche attivando la modalità silenziosa, ma la maggior parte degli smartphone hanno un led di notifica, oppure lo schermo si accende alla ricezione di qualsiasi messaggio.

La modalità non disturbare è stata concepita proprio per ridurre lo stress relativo alle decine se non centinaia di notifiche che riceviamo tutti i giorni, evitando che queste compaiano nei momenti in cui ricerchiamo relax.

Tale opzione non blocca le notifiche, come potremmo fare spegnendo semplicemente il nostro Apple iPhone X, ma continua a consentire la ricezione di messaggi di posta, chiamate, sms, e messaggi di vario tipo, senza però mostrarle all’utente. Lo schermo dunque non si accenderà e l’utente sarà libero di vedere a sua scelta se durante la pausa è arrivato qualcosa di veramente importante.

Il “Non disturbare” si può abilitare manualmente in diversi modi. Effettuando uno swipe dal basso sugli iPhone precedenti all’X. Sull’iPhone X, Xs, Xr e iPad con iOS 12 o versioni software successive, bisognerà invece attivare la tendina effettuando uno swipe dall’alto verso il basso sul lato destro. A questo punto sarà sufficiente effettuare un tap sull’icona della modalità, contraddistinta da una mezzaluna, per attivarla.

È anche possibile andare a personalizzare il “Non disturbare”, attivandolo per esempio per un intervallo di tempo ben preciso. Sono disponibili tre scelte: un’ora, fino alla sera, o finché non si rimane nella posizione in cui è stato abilitato.

Modalità non disturbare

Se siete abbastanza abitudinari da sapere che a una certa ora attiverete sempre la modalità non disturbare, potete programmare l’attivazione e la disattivazione giornaliera. Per farlo dovrete recarvi nelle impostazioni della modalità e attivare l’apposita opzione. A questo punto potrete impostare il vostro orario preferito. Ritornate alla Home del vostro smartphone Apple per salvare le impostazioni.

Oltre a ciò si possono selezionare ulteriori opzioni per cucire davvero la modalità non disturbare a seconda delle nostre esigenze. La “Modalità Sonno”, per esempio, consente di disabilitare in toto tutte le notifiche. Per cui anche se accenderete il vostro smartphone, continuerete a non vedere alcun messaggio.

Si può attivare anche il grado di silenziosità, tra Sempre, durante il quale l’iPhone non mostrerà notifiche in alcun caso e Mentre iPhone è bloccato” che vi permetterà di ricevere notifiche mentre state usando il cellulare.

Nella sezione “Telefono” potrete invece selezionare da chi ricevere eventuali notifiche. Potrete selezionare dunque un generico “Tutti i contatti”, nessuno, o i vostri contatti preferiti. L’opzione “Non disturbare alla guida”, se selezionata, si attiverà automaticamente quando collegherete il vostro iPhone al sistema di infotainment dell’auto tramite Bluetooth. Si può scegliere se inviare un apposito messaggio che segnali ai vostri contatti che in quel momento non potente rispondere perché state guidando.

Infine, è presente una ulteriore funzione che andrà a incidere sul comportamento della modalità “Non disturbare”. È una modalità di emergenza, presente nell’applicazione contatti, che permette di selezionare uno o più contatti come contatti di emergenza. In tal caso tutte le notifiche da quei contatti verranno normalmente ricevute anche se viene attivata la modalità “Non disturbare”.

Tutte queste opzioni sono ciò che vi serve per trarre il massimo dal vostro iPhone Xs, iPhone X, iPhone Xr e dai vostri Apple iPad.

Di base la modalità non disturbare presenta funzioni molto simili anche sui dispositivi con Android, come il Samsung Galaxy S10e, il OnePlus 6T o lo Xiaomi Redmi Note 7, ma in questo caso entra in gioco la personalizzazione software del produttore. Potrebbero perciò esserci delle variazioni per quanto riguarda le opzioni selezionabili e le possibilità offerte.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

iPhone 12
Tech 8 luglio 2020

iPhone 12: svelate le scocche

Non sono ancora stati presentati ufficialmente e non si conoscono ancora i nomi, in quanto potrebbero chiamarsi iPhone 2020, iPhone 11s Pro o iPhone 12. Quel che è certo è che gli

smartphone piu cercati Trovaprezzi
Trend 7 luglio 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia a giugno 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato il 7 luglio 2020) Quali sono gli smartphone più cercati dagli italiani? Sono forse i costosi e potenti

RGB MacBook
Tech 3 luglio 2020

Apple: nuova tastiera RGB?

Il termine RGB viene usato di solito associato a periferiche dedicate ai videogiocatori. Indica infatti la possibilità di cambiare il colore dei LED posizionati lungo il corpo di varie periferiche come cuffie,