Tech 28 gennaio 2019

Meizu Zero, il primo smartphone completamente chiuso. Niente SIM, jack ne USB

Meizu ha da poco presentato il Meizu Zero, uno smartphone più unico che raro. Questo nuovo modello infatti non ha nessun tasto fisico, non ha la presa di ricarica e non ha il cassettino per la SIM o la scheda di memoria. Di fatto, dunque, la scocca in ceramica è completamente sigillata, fatto salvo i minuscoli forellini per i microfoni – presenti su tutti gli smartphone del mondo – e uno per il reset.

Abbiamo uno schermo AMOLED da 5,99 pollici (1.080×2.340 pixel), tecnologia già usata da Meizu sul Meizu Pro 7. Sotto allo schermo è integrato il sensore per le impronte digitali, mentre all’interno troviamo il processore di ultima generazione Qualcomm Snapdragon 845. Lateralmente, dove normalmente ci sarebbero i pulsanti per il volume, troviamo invece un sensore touch che svolge la stessa funzione. Premendolo invece si potrà disattivare, spegnere o accendere lo smartphone.

Meizu Zero

La cover posteriore è interrotta solo dalla fotocamera a doppia ottica (12+20 MP) con flash LED. Curiosa anche la realizzazione tecnica dell’altoparlante: non potente inserire le classiche feritoie, infatti, Meizu si è affidata alla tecnologia mSound 2.0 per realizzare un sistema a vibrazioni che sfrutta il display stesso come emettitore di suoni.

La ricarica è naturalmente wireless e sfrutta il caricatore Super mCharge Wireless da 18 watt, compatibile con stazioni di ricarica vendute separatamente. Altro dettaglio insolito, per quanto già noto, è l’uso della eSIM: si tratta di una SIM elettronica integrata nello smartphone, da gestire esclusivamente via software.

Significa che invece di comprare la classica SIM nel negozio dell’operatore, oppure online, bisognerà attivare o trasferire il numero tramite software. È una soluzione che anche altri stanno usando, come per esempio Apple su iPad Pro ed Apple Watch.

Sono tutte soluzioni tecniche già viste separatamente, ma il Meizu Zero è il primo smartphone al mondo che le unisce tutte per un design completamente chiuso. Un prodotto che in un certo senso rappresenta un salto generazionale, e che fa sembrare molto lontani i giorni in cui ci preoccupavamo per i primi iPhone dove non si poteva cambiare facilmente la batteria.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Top Smartphone
Trend 3 marzo 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia a febbraio 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato in data 3 marzo 2020) Come ogni mese, diamo un nuovo sguardo alla lista degli smartphone più cercati

Idee-regalo-smartphone-top-di-gamma
Tech 1 dicembre 2019

Idee regalo per Natale: i migliori smartphone top di gamma

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 21 novembre 2018, è stato aggiornato in data 01 dicembre 2019) Natale è sempre più vicino, quindi bisogna già pensare ai regali. Una persona

Nokia 9 Pureview
Tech 9 aprile 2019

Nokia 9 PureView: lo smartphone con cinque fotocamere è arrivato in Italia

Nokia 9 PureView è il più recente smartphone top di gamma dell’azienda finlandese e si caratterizza per la presenza di ben cinque fotocamere posteriori in grado, grazie al particolare e avanzato algoritmo,