Tech 23 febbraio 2020

Motorola One Zoom: smartphone di fascia media con 4 fotocamere integrate

fotocamera-Motorola One

Motorola One Zoom è uno smartphone di fascia media che punta tutto sul comparto fotografico. Nella parte posteriore di questo smartphone Motorola ci sono infatti ben 4 fotocamere integrate in un modulo particolarmente appariscente a cui si aggiunge anche il logo Motorola retroilluminato.

Il design non colpisce particolarmente con linee ormai piuttosto classiche mentre sotto la scocca troviamo un processore Snapdragon 675 che permette di ottenere prestazioni discrete nell’uso quotidiano. Uno smartphone che oltre alle fotocamere ha dalla sua anche il prezzo. Il listino è infatti fissato a 429 euro, ma sono ormai disponibili diverse offerte che permettono di portare a casa lo smartphone intorno ai 320 euro (prezzo riferito al 20 febbraio 2020).

Tra i concorrenti più agguerriti è impossibile non prendere in considerazione lo Xiaomi Mi 9T Pro, che oltre alla tripla fotocamera ha dalla sua un display completamente senza cornici e il meccanismo di fotocamera frontale a scomparsa, oltre che un processore top di gamma come lo Snapdragon 855, lo stesso montato su OnePlus 7 Pro.

Perché dunque un utente dovrebbe scegliere la proposta di Motorola? Cerchiamo di scoprirlo nella nostra recensione.

Display

Voto: 8,5/10

Partiamo proprio dal display, fiore all’occhiello di questo dispositivo. Si tratta di un pannello da 6,4 pollici con tecnologia AMOLED, che occupa la quasi totalità della parte anteriore. Nella parte alta un notch a goccia ingloba il sensore fotografico frontale. La risoluzione è FullHD+ con fattore di forma di 19,5:9. Dobbiamo ammettere che si tratta di un ottimo pannello che oltre a un contrasto elevato e una buona qualità dei colori, stupisce nell’uso quotidiano grazie all’eccellente visibilità in ogni condizione di luce.

display Motorola One Zoom

Il display con tecnologia AMOLED ha buoni colori.

Purtroppo, il dispositivo non è impermeabile. Nella parte inferiore ci sono la griglia dell’altoparlante, la porta USB-C per la ricarica, mentre sul bordo alto è presente il jack da 3,5 millimetri per poter usare delle cuffie cablate. Nella parte laterale destra c’è il pulsante di accensione, con una zigrinatura superficiale che ne facilita il riconoscimento, mentre il bilanciere del volume è subito sopra.

Il dispositivo è grande e può risultare difficile controllarlo con una sola mano. Il design invece non entusiasma e anzi, dona una sensazione di già visto, perlomeno finché non si guarda la parte posteriore.

Il sensore per lo sblocco tramite impronte digitali è integrato sotto al display e risulta discretamente veloce.

Prestazioni e autonomia

Voto: 8/10

Il processore Snapdragon 675 è ormai collaudato e ampiamente usato nella fascia media degli smartphone. Nel Motorola One Zoom è coadiuvato da 4GB di RAM e 128 GB di archiviazione. Oltre a offrire buone prestazioni per quanto riguarda non solo l’uso quotidiano ma anche l’uso con giochi e riproduzione multimediale, è poco energivoro. Ciò si traduce con un’ottima durata della batteria da 4000 mAh. Con un uso piuttosto intenso siamo infatti arrivati a sera con oltre il 30% di autonomia residua, mentre con un uso più blando, magari quello del week end, non si faticherà ad affrontare con tranquillità le due giornate.

autonomia di Motorola One Zoom

L’autonomia è davvero molto buona.

Nel caso siate particolarmente smanettoni, la batteria è comunque compatibile con la ricarica rapida e per vostra fortuna il caricatore da 15W è incluso nella confezione di vendita. Per caricare completamente lo smartphone sarà sufficiente circa un’ora e quindici minuti.

Il software è Android 9, in attesa dell’aggiornamento ad Android 10, con interfaccia personalizzata Motorola One. Ciò significa che sono presenti le gesture della casa alata, come per esempio l’apertura della fotocamera quando si scuote il cellulare o l’accensione della torcia quando si agita a mo’ di martello.

Lo smartphone si dimostra davvero sempre fluido, piacevole da usare e senza impuntamenti anche mentre effettuiamo tante operazioni una dietro l’altra. Difficile recriminare qualcosa, se non l’assenza di Android 10.

Fotocamera

Voto: 9/10

Come detto il modulo fotografico posteriore può fare affidamento su quattro sensori. Il principale ha una risoluzione da 48 Megapixel ed è abbinato a un obiettivo con apertura di f1.7. C’è poi un secondo sensore da 8 Megapixel con obiettivo tele e stabilizzazione ottica dell’immagine. Il terzo è da 13 Megapixel con obiettivo grandangolare e infine l’ultimo ha una risoluzione di 5 Megapixel e serve per la valutazione della profondità di campo in modo da avere l’effetto bokeh, ovvero lo sfocato che dona profondità alle foto e risalto ai soggetti immortalati.

Motorola OneZoom

Prima di addentrarci nell’analisi della fotocamera è opportuno però ricordarci che qui siamo di fronte a un dispositivo di fascia media, ben lontano dai prezzi anche sopra ai 1000 euro a cui ci hanno abituato i più recenti top di gamma come iPhone 11 Pro.

I risultati ottenuti ci hanno comunque reso soddisfatti, risultando superiori alle nostre aspettative. Le foto hanno una buona nitidezza, contrasto e soprattutto presentano una cromia piuttosto fedele con la realtà. La fotocamera ultra-wide causa un po’ di distorsione a barilotto, che se ben sfruttata dona un linguaggio molto particolare e creativo.

La modalità notturna è compatibile solamente con il sensore principale da 48 Megapixel e consente di ottenere buoni risultati anche quando la luce scarseggia. Si notano infatti dei buoni dettagli anche nei particolari più piccoli. Bello anche l’effetto di sfocatura: si nota ancora che si tratta di una sfocatura digitale, ma se confrontato con altri smartphone come OnePlus 7T, il risultato non è affatto male.

Lo smartphone Motorola One Zoom consente anche la registrazione di video fino a risoluzione 4k e 30 fps. In questo caso torna molto utile la stabilizzazione ottica, e i video hanno non solo un’ottima qualità video ma anche un buon audio.

Impugnatura Motorola One Zoom

Se avete le mani piccole Motorola One Zoom potrebbe essere difficile da impugnare.

La fotocamera frontale ha invece una risoluzione da 25 megapixel. Gli scatti sono anche in questo caso di qualità superiore rispetto alla fascia di prezzo, con dettagli ben visibili.

Conclusioni

Voto: 8,5/10

L’ottimo comparto fotografico ha reso abbastanza bene. In questo caso Motorola One Zoom non stupisce di certo per il processore o per il design, ma se state cercando uno smartphone in grado di offrire ottima resa fotografica e autonomia, allora potrebbe essere il prodotto giusto. Se invece cercate più prestazioni pure, allora è indubbio come uno smartphone come lo Xiaomi Mi9T Pro possa senz’altro fornirvi maggiori soddisfazioni.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Trend 20 marzo 2020

I migliori smartphone di fascia media a marzo 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it l'8 novembre 2019, è stato aggiornato in data 20 marzo 2020) Quando si tratta di comprare un nuovo smartphone sono molti i fattori da tenere

Motorola Edge
Tech 17 marzo 2020

Motorola Edge: questo il design?

Abbiamo già parlato di Motorola Edge+ 5G, ovvero uno smartphone di fascia alta che si contrappone al Samsung Galaxy S20 Ultra per design e caratteristiche tecniche e che avrebbe dovuto fare il

edge
Tech 13 marzo 2020

Motorola Edge 5G+: top di gamma assoluto?

Motorola potrebbe continuare a stupire nel mercato smartphone con il lancio di uno smartphone top di gamma che andrebbe a sfidare competitor come Galaxy S20 Ultra 5G. La casa alata da anni