Tech 2 gennaio 2021

Recensione Bose Sleepbuds II, cuffie wireless per il miglior riposo

Bose Sleepbuds II

Gli auricolari wireless per accompagnare il sonno sono una trovata piuttosto recente, frutto anche dei progressi tecnologici che il settore delle periferiche audio ha permesso negli ultimi anni. Bose, nello specifico, è stata la pioniera di questa particolare esperienza uditiva con i suoi Bose Sleepbuds. Sebbene fossero un prodotto di ottima caratura, come la maggior parte delle periferiche Bose, qualche piccolo problema da primo approccio ha impedito loro di raggiungere il massimo potenziale.

Bose non si è però arresa alle prime difficoltà e ha continuato a lavorare sul proprio prodotto e sull’idea di riuscire a creare un dispositivo che potesse migliorare il sonno dell’utente, trasformando anche la più irrequieta delle notti in una piacevole dormita nella perfetta pace dei sensi. Nascono così i Bose Sleepbuds II, la versione più recente degli auricolari wireless Bose SleepBuds.

Bose Sleepbuds II

Design

Voto: 9/10

Partendo dall’esterno, i Bose Sleepbuds II non differiscono particolarmente dal design di qualsiasi auricolare wireless moderno, se non per un particolare rinforzo che serve ad evitare di perdere le cuffie durante i movimenti del sonno (soprattutto per chi si muove davvero tanto). La scelta poi conserva quelli che sono stati i punti di forza della precedente versione, qui mantenuta nella sua interezza se non per piccolissime differenze impercettibili. Se da una parte questo conferma delle scelte azzeccate, dall’altra si è persa l’occasione per arricchire di una particolarità specifica questa nuova versione, fin troppo simile al passato.

La confezione, circolare, ricorda molto quella di un paio di gioielli di lusso e ben si sposa con il prezzo a cui sono venduti i Bose Sleepbuds II, i quali sono un prodotto d’alta ingegneria che vogliono proporre un’alternativa più che premium a chi cerca un modo per migliorare la propria qualità della vita notturna. A incasellare l’eleganza del design, oltre ai colori monocromatici, c’è l’alloggiamento delle cuffie di ottima fattura e con spazi specifici per l’auricolare destro e quello sinistro. Il vero tocco di classe sono però i LED che segnalano il livello della ricarica: colorati di bianco e collocati sul bordo della confezione, invece che all’interno.

Bose Sleepbuds II

Cancellazione del rumore

Voto: 10/10

La premessa principale per quello che segue è che i Bose Sleepbuds II non presentano quella che oggi viene definita la cancellazione del rumore attiva, cioè la possibilità di isolare completamente i rumori dall’esterno creando il silenzio totale. Ciò richiederebbe uno sforzo eccessivo per la batteria e la struttura dei Bose Sleepbuds II, che invece optano per il Mascheramento del rumore, ovvero la riproduzione di musica o comunque suoni che siano capaci di coprire quelli esterni, insieme alla loro natura in-ear ben progettata.

Bose Sleepbuds II non possono riprodurre musica o podcast ma solo qualsiasi collezione sia progettata esclusivamente per loro già presente nell’applicazione dedicata di Bose. L’ingegneria sonora di Bose ha quindi prodotto dei brani specifici proprio per evitare di udire qualsiasi suono esterno e rilassarvi contemporaneamente, un qualcosa che gli auricolari wireless Sleepbuds II fanno con eccellenza. È stato anche ridotto il rumore dello sfregamento tra il cuscino e le cuffie per merito di un materiale opaco con cui è stata rivestita la scocca dei Bose Sleepbuds II.

Bose Sleepbuds II

Qualità dell’audio

Voto: 10/10

Chiaramente il punto di forza maggiore dei Bose Sleepbuds II è quello di poterci dormire serenamente anche quando il vostro vicino decide di prolungare la propria festa oltre le tre di notte. Non è quindi un prodotto audio da intendersi per l’ascolto di brani musicali (anche perché è una funzione non presente) o particolari utilizzi da studio di registrazione, tuttavia presenta pur sempre una selezione di suoni che vale la pena esaminare.

Le collezioni di Bose Sleep sono diverse e spaziano dai suoni naturali a quelli più “artificiali” tarati appositamente per accompagnare una sensazione di relax. Potreste dormire con il rumore delle onde che si infrangono sul mare, la pioggia che cade dolcemente sul prato o perfino il rumore della città filtrato dal vetro di un’auto in corsa. La vastità della selezione accontenterà i gusti di tutti, compreso chi cerca solamente del rumore bianco o rosa con cui silenziare ciò che lo circonda. Più di tutto però, è importante sottolineare che tutti questi “brani” a riproduzione ciclica sono stati creati appositamente dal team Bose per avere la massima efficacia su quelle specifiche cuffie. Non ci si può aspettare quindi di meglio dalla qualità sonora delle cuffie, le quali rappresentano nel loro settore un’esperienza senza eguali.

Bose Sleepbuds II

Autonomia

Voto: 10/10

Dalle esperienze pregresse con Bose Sleepbuds, la compagnia ha anche ragionato in termini di autonomia e connettività, cercando di migliorare anche queste aree per il nuovo prodotto immesso sul mercato. La scommessa è stata ampiamente vinta, dando a Bose Sleepbuds II ben dieci ore di autonomia con una singola carica della custodia, quest’ultima ricaricabile fino a tre volte prima di scaricarsi completamente. Il risultato, più o meno, corrisponde a quattro notti di autonomia a seconda delle vostre abitudini e orari.

La stessa cura nell’aggiornamento è andata anche alla connettività tra i Bose Sleepbuds II e il vostro cellulare, ora più sicura e senza spiacevoli interruzioni del flusso sonoro. Inoltre, anche l’alloggiamento degli auricolari nella loro custodia è più chiaro grazie a un click che avvisa l’utente del corretto inserimento e dell’avvio della ricorica. Le funzioni vanno poi di pari passo ai continui aggiornamenti dell’app Bose Sleep, che ne migliora le prestazioni di rete e soprattutto il monitoraggio di entrambi gli auricolari.

Bose Sleepbuds II

Conclusioni

Voto: 10/10

L’esperienza che forniscono gli auricolari Bose Sleepbuds II non potrebbe essere definita in altro modo se non come premium. Rimanendo pur sempre nel campo della soggettività quando si parla di dispositivi da utilizzare nel sonno, se non si ha alcun tipo di problema con esperienze simili l’acquisto di questo prodotto è ciò che può davvero far la differenza tra un riposo paradisiaco e una costante interruzione per via dei molti rumori della propria casa, specie se si vive in città. Ogni elemento degli auricolari, dal design alla vasta selezione di suoni da riprodurre ciclicamente, è studiato per garantire le migliori performance per il relax totale, insieme a un design elegante e curato. Certo, il costo di questo paio di auricolari riflette i suoi alti standard qualitativi, ma se l’esperienza con i primi Bose Sleepbuds è stata il primo passo verso la resa finale dell’idea di base, l’esecuzione espressa in Bose Sleepbuds II è una conferma granitica del valore storico di Bose.

Alessandro Palladino
Alessandro Palladino

Nato nel 1994, si è innamorato del mondo dei computer all'età di 6 anni grazie a Windows Millenium Edition. Per quanto la passione per la tecnologia lo abbia sempre accompagnato, è stato nella lettura e nella scrittura che ha trovato l'ispirazione per il proprio percorso di studi, dedicato a materie umanistiche e al mondo del giornalismo, dell'editoria e della comunicazione...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Huawei Freebuds 4i
Tech 22 febbraio 2021

Huawei annuncia Freebuds 4i, auricolari true wireless con ANC

Dopo le tante indiscrezioni, Huawei ha annunciato ufficialmente i nuovi auricolari true wireless Freebuds 4i. La presentazione è avvenuta in Cina senza tanto clamore. I nuovi arrivati sono apparsi nel catalogo online

LG Tone Free FN7
Tech 17 febbraio 2021

LG TONE Free FN7, le nuove cuffie true wireless con custodia igienizzante

LG ha ampliato la gamma di cuffie true wireless con Tone Free FN7, potenziando quanto di buono era stato fatto sui predecessori Tone Free FN4 e Tone Free FN6. Alle tante tecnologie

wh1000xm4
Tech 7 agosto 2020

Sony WH-1000XM4: ecco le nuove cuffie con ANC

Dopo due anni dalla presentazione delle precedenti WH-1000XM3 e con diversi competitor approdati sul mercato di recente, come le Bose NC700 e le Jabra Elite 85h, Sony ha presentato la nuova versione