Tech 2 febbraio 2021

Video recensione DJI Pocket 2: il cinema in tasca in 4K

DJI Pocket 2

Fare video e foto in mobilità è diventata un’abitudine per molti. L’avvento degli smartphone ha permesso a tutti di avere una fotocamera nelle proprie tasche e con il passare degli anni la qualità ha raggiunti livelli così elevati da non far rimpiangere una vera e propria macchina fotografica.

Ci sono però tantissimi casi in cui usare lo smartphone può risultare complesso, a causa di condizioni non ottimali e dell’interfaccia completamente touch e altrettanti casi in cui una macchina fotografica come la Sony A7 III risulterebbe decisamente ingombrante. Ci sarebbero le action cam, come la GoPro Hero 8 Black, ma sono pensate per essere montate su supporti dedicati e non risultano molto pratiche quando tenute in mano.

Tutto ciò ha portato DJI a ideare nel 2019 la Osmo Pocket, una fotocamera portatile compatta, rinnovata poi a fine 2020 con tante novità con la DJI Pocket 2.

Abbiamo provato la DJI Pocket 2 per oltre un mese e siamo dunque pronti a raccontarvi le nostre impressioni.

Confezione e versioni

DJI Pocket 2 è disponibile in due versioni. La versione base, che abbiamo provato, e la versione Creator Combo. Quest’ultima include accessori molto interessanti: vengono infatti forniti un mini-treppiede, il modulo per poter gestire la Pocket 2 tramite Wi-Fi, un microfono wireless dall’ottima qualità e una lente che aumenta il grandangolo.

Pocket 2

La pratica custodia di DJI Pocket 2 ne agevola il trasporto.

Si tratta di accessori che migliorano ulteriormente l’ergonomia d’uso della piccola fotocamera con stabilizzatore integrato e consigliamo, almeno per gli utenti più smaliziati, di preferire il modello Creator Combo.

Com’è fatta la DJI Pocket 2?

A parte la dotazione di accessori, le due versioni sono poi perfettamente identiche. La Pocket 2 misura 12,4 x 3,8 x 3 centimetri e pesa solamente 180 grammi, dunque addirittura meno di un iPhone 12 Pro max.

Ha la forma di un piccolo parallelepipedo alla cui sommità si trova uno stabilizzatore meccanico che ricorda molto da vicino quelli dei droni dell’azienda cinese, come l’Air 2.

Display pocket 2

Il display di DJI Pocket 2 è brillante e luminoso e garantisce un’ottima visibilità.

Nella parte frontale ci sono il pulsante di registrazione, quello per cambiare modalità e gestire il gimbal, una slitta con alcuni contatti elettronici e un display touch che permette di visualizzare l’anteprima del video e altre informazioni. Nella parte laterale è invece presente il pulsante di accensione.

Lungo il corpo ci sono poi i microfoni direzionali. Sono in grado di captare da dove arrivano i suoni e privilegiare le voci rispetto ai rumori di fondo. Hanno un’ottima qualità e difficilmente si sentirà il bisogno di usare microfoni dedicati.

Moduli pocket 2

Nella parte frontale possono essere usati diversi moduli aggiuntivi.

Nella parte superiore c’è poi lo stabilizzatore con la fotocamera. All’interno della confezione della versione standard sono inclusi una custodia per il trasporto (essenziale per proteggere lo stabilizzatore), vari adattatori per collegare lo smartphone, e un piccolo modulo con joystick integrato.

Specifiche e funzioni

Rispetto alla Osmo Pocket la risoluzione del sensore passa da 12 a ben 64 Megapixel. Ciò permette di avere maggiore definizione e nitidezza ma consente anche di abilitare alcune funzioni decisamente interessanti. Con un aggiornamento software è infatti possibile registrare video fino a risoluzione 4K 60fps in HDR, ma anche quella di poter effettuare uno zoom digitale fino al 2.0x senza alcuna perdita di qualità.

I microfoni peraltro sono sensibili allo zoom. Se mentre registriamo un video facciamo lo zoom su un uccellino che canta, i microfoni aumenteranno automaticamente il volume del canto dell’uccellino.

Funzioni DJI Pocket 2

Tramite il display di DJI Pocket 2 è possibile accedere a tutte le funzioni.

Ci sono poi varie modalità di filmato: oltre a quello standard, l’utente può scegliere di registrare timelapse, hyperlapse e slow-motion fino all’8X (anche se solo a risoluzione FullHD).

Grazie alla stabilizzazione meccanica è però possibile tenere in mano la Pocket 2 per fare tutto questo e il video sarà sempre perfettamente fluido e stabile. Una caratteristica questa difficile da ottenere sia con gli smartphone top di gamma, come iPhone 12 e Galaxy S21, che con una fotocamera, a meno di usare attrezzature esterne.

In più, nella modalità video si può usare la modalità di “face-tracking”. La piccola fotocamera di DJI è in grado di riconoscere volti e persone e di seguirle mentre si muovono in un ambiente. Grazie a questa funzione potremo posizionare la Pocket 2 su un supporto, e muoverci liberamente con la sicurezza di essere seguiti istante per istante.

Applicazioni e altre modalità

Tramite gli adattatori inclusi nella confezione si può usare l’applicazione DJI Mimo in abbinamento allo smartphone. Attenzione però a verificare che lo smartphone in possesso sia supportato. È infatti necessaria una determinata potenza per gestire tutti i vari effetti grafici disponibili e per aggiornare il firmware.

Joystick DJI Pocket 2

Il joystick di DJI Pocket 2 consente il controllo della fotocamera.

Una volta scaricata l’applicazione DJI Mimo, è sufficiente creare un account e collegare lo smartphone alla Pocket 2. L’insieme diventa un po’ difficile da gestire. Proprio per questo consigliamo di acquistare il modello Creator Combo che permette di fare le medesime operazione in modalità wireless.

L’applicazione ha un’interfaccia molto semplice e intuitiva. Oltre a poter gestire tutti i parametri relativi alla registrazione e allo scatto, possiamo anche usare i vari effetti cinematici di DJI. Ogni effetto viene spiegato da un tutorial video e si viene guidati nella creazione. Grazie a questi potremmo creare filmati di forte impatto con una facilità disarmante e condividerli velocemente sui nostri social.

Qualità video e foto

La qualità video a risoluzione 4K della DJI Pocket 2 è davvero ottima. I colori sono ben bilanciati e soprattutto c’è molta nitidezza anche in situazioni di luce non perfette, il sensore si comporta bene e nella maggior parte dei casi si ottengono immagini all’altezza delle aspettative.

foto tramonto scattata con DJI Pocket 2

Una foto scattata al tramonto con la Pocket 2.

Qualche criticità si ha invece in situazioni di forte contrasto. Per esempio al crepuscolo se tentiamo di filmare un soggetto poco esposto, la Pocket 2 privilegerà che il soggetto sia ben visibile ma a questo punto il cielo potrebbe diventare eccessivamente bianco. Un compromesso inevitabile per un sensore del genere montato su un dispositivo che non può di certo contare sulla potenza di elaborazione dei più recenti smartphone top di gamma.

selfie con DJI Pocket 2

Grazie alla modalità Selfie si può ruotare la fotocamera.

Mentre con i video tale caratteristica si nota solamente in situazioni di luce decisamente particolari, con le foto i difetti emergono di più. In condizioni non ottimali la grana è evidente e uno smartphone in tale contesto si comporta meglio.

Nessun problema invece per quanto riguarda le foto in buone condizioni di luminosità.

Conclusioni: voto 8

Per chi è adatta la DJI Pocket 2?

La videocamera DJI Pocket 2 è un accessorio che si rivela eccezionale per tutti coloro che necessitano di uno strumento intuitivo e immediato per creare video di ottima qualità in situazioni non sempre ottimali e dove smartphone e fotocamera sarebbero poco pratici. Poterla controllare tramite semplici pulsanti fisici è una potenzialità essenziale per chi pratica sport che prevedono l’uso di guanti e vuole catturare alcuni filmati delle proprie prestazioni. Ma anche un reporter, un giornalista o in un’azienda può tornare utile per fare filmati con un buon bilanciamento e senza fatica. Potremmo consigliarla anche a chi sta cercando una compatta da portare in vacanza, da usare principalmente per fare video.

Una fotocamera compatta sulla stessa fascia di prezzo ha non solo una qualità inferiore, ma molte funzioni in meno e la DJI Pocket 2 diventa in questo caso uno strumento difficilmente sostituibile.

Per chi non è adatta la DJI Pocket 2?

Chi non fa dei video la propria passione o lavoro. In quei casi lo smartphone garantisce comunque buoni risultati. Il gap diventa più consistente in ambito foto, dove ormai si trovano ottimi cameraphone anche nella fascia medio-bassa. Redmi Note 9s è uno dei tanti esempi. Ha un modulo fotografico con quattro sensori che permettono di effettuare ottimi scatti e sufficiente potenza di elaborazione per permettere di avere risultati apprezzabili e migliori di quanto permesso dalla Pocket 2, nella maggior parte delle situazioni.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 6 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Insta360 copertina
Tech 25 febbraio 2021

Recensione Insta360 One R: perfetta rivale di GoPro Hero 9 Black?

Insta360 One R è un’action cam di Insta360 che porta all’estremo il concetto di modularità. È infatti composta da vari componenti che si possono cambiare, sostituire o montare in un verso o

Le migliori action cam
Tech 25 luglio 2020

Le migliori Action Cam del 2020

Il mercato delle action cam è sicuramente tra i più interessanti durante la stagione estiva. Milioni di persone si mobilitano per viaggiare, scoprire nuovi posti, fare nuove avventure da ricordare e da

Nuove GoPro
Tech 2 ottobre 2019

GoPro Hero 8 Black e Max ufficiali

I rumors erano trapelati qualche settimana fa ma le nuove GoPro Hero 8 e Max sono state ufficializzate con diverse novità, maggiore resistenza e miglioramento delle riprese soprattutto in notturna.  Ma vediamo