Tech 1 novembre 2018

Recensione Galaxy Note 9, un gigante in tutti i sensi

Cover- samsung Note 9

Il Samsung Galaxy Note è da anni il prodotto di riferimento per chi cerca uno smartphone di grandi dimensioni, da usare in particolare per lavorare.

La presenza del pennino S-Pen, infatti, dà al Galaxy Note un valore più “da professionista”. Che si tratti di scrivere mail o prendere appunti a mano, modificare immagini e presentazioni, gestire fogli di calcolo, il pennino fa la differenza. Ovviamente, insieme al grande schermo, all’eccellente fotocamera e alla batteria che ha una durata notevole. Tutti questi pregi sono condensati ed esaltati nel Samsung Galaxy Note 9, l’ultimo arrivato di questa fortunata serie di prodotti ed uno dei migliori smartphone (ma il termine è davvero riduttivo in questo caso) usciti nel 2018. Un device che è attualmente un ottimo acquisto e verosimilmente lo sarà anche per i prossimi anni.

Materiali e assemblaggio

Voto: 8/10

Samsung Galaxy Note 9

Lo schermo da 6,4″ è, coerentemente con la tradizione Samsung, curvato ai due lati. La curvatura è presente anche nella parte posteriore, il che rende Galaxy Note 9 relativamente facile da maneggiare nonostante le dimensioni generose (anche se in realtà sono presenti sul mercato smartphone anche più grandi). Si tratta di un eccellente pannello AMOLED (comune sugli smartwatch), che ha ricevuto premi e riconoscimenti grazie all’ottimo contrasto, alla leggibilità all’esterno e agli angoli di visione. Un pannello che si presta bene tanto alla scrittura quanto alla multimedialità. Nell’insieme è quasi un “tutto schermo”, con una cornice superiore ed inferiore ridotta al minimo. Davvero ben fatto.

Galaxy Note 9 però, presenta anche dei difetti: il posizionamento infelice del sensore per impronte digitali, ad esempio, è difficile da raggiungere e risulta dunque scomodo. Si potrà però compensare con il riconoscimento facciale, che funziona abbastanza bene pur non essendo perfetto.

Il Galaxy Note 9 di Samsung ha anche un pulsante in più rispetto al passato, dedicato all’assistente vocale Bixby sviluppato dalla stessa Samsung. Per modificarne il funzionamento, purtroppo, sarà necessario scaricare un’applicazione apposita, non sviluppata da Samsung. Il punteggio di riparabilità assegnato dal popolare sito iFixit è 4/10; non molto, ma meglio di alcuni concorrenti. Nell’insieme risulta un po’ pesante, il che lo rende meno comodo da usare.

Samsung S-Pen

Voto: 9/10

Il pennino S-Pen ripropone l’ottima esperienza degli anni passati, ma aggiungendo qualcosa. E’ possibile scrivere e disegnare, come sempre, e riporlo nell’apposito spazio all’interno dello smartphone Galaxy Note 9. Inoltre, il nuovo S-Pen è dotato anche di connessione Bluetooth. Questa novità permette di controllare lo smartphone a distanza, limitatamente però ad alcune azioni; per esempio potete usare il pennino per scattare una fotografia – utile nel caso mettiate il Galaxy Note 9 su un treppiede e vi allontaniate. Oppure se lo tenete con una mano, ma scattare toccando lo schermo è scomodo. Diversamente, il pulsante integrato nel nuovo S-Pen si può usare per cambiare diapositiva durante una presentazione, avviare o mettere in pausa la musica e così via. È una piccola novità, ma conferisce a questo smartphone un certo valore aggiunto. Se non avete un Note 9, alcune di queste cose si possono fare un accessorio bluetooth separato.

Come già accadeva nelle versioni precedenti, si può estrarre il pennino ed iniziare a prendere appunti “direttamente sullo schermo spento”. Una funzione che non si trova su altri dispositivi e che può fare la differenza.

Schermo

Voto: 8/10

Con un pannello AMOLED da 6,4″ e risoluzione QHD (1.440×2.960 pixel) il Samsung Galaxy Note 9 ha uno tra i migliori schermi nel mondo smartphone. Grazie alla proporzione 18,5:9 (quella “allungata”) questo dispositivo resta abbastanza maneggevole nonostante lo schermo sia leggermente più grande rispetto al modello dello scorso anno.

La luminosità massima arriva a 330 nit, un valore apprezzabile che, grazie al pannello OLED e al buon trattamento oleofobico, permette di vedere bene lo schermo anche sotto il solte. Buona la resa colorimetrica, ma per una fedeltà dei colori di qualità sarà meglio evitare il profilo “adattivo”, caratterizzato da un’eccessiva saturazione.

Batteria

Voto: 9/10

Samsung Galaxy Note 9

Con la batteria da 4.000 mAh il Note 9 dura tranquillamente un’intera giornata, senza timore di doverlo ricaricare prima del caffè pomeridiano, né sentirsi obbligati a tenersi sempre in borsa una batteria portatile carica. Anzi, nella maggior parte dei casi si arriva a sera con almeno il 20% di carica residua, e nei week-end (quando si usa meno il telefono) si arriva anche a due giorni con una sola ricarica.

Software

Voto: 6,5/10

Come da tradizione su tutti i suoi prodotti, anche sul Galaxy Note 9 Samsung ha inserito diverse applicazioni aggiuntive. Possono risultare utili, oppure le si può accantonare in una cartella e dimenticarsene – purtroppo non è sempre possibile disinstallarle.  In generale il software di Samsung si comporta bene dal punto di vista della stabilità e delle prestazioni, ma risulta senz’altro più complesso rispetto alla maggior parte delle versioni Android in circolazione. L’azienda coreana, forse, dovrebbe fare un passo indietro e pensare ad una maggiore semplicità.

Prestazioni

Voto: 9,5/10

Il processore Exynos 9810 all’interno del cellulare Samsung Galaxy Note 9 non è il più potente in assoluto, ma offre comunque risultati molto alti nei test tecnici. Ancora più importante, tuttavia, è il fatto che nell’uso quotidiano questo smartphone si dimostra eccellente: sempre fluido e reattivo, non dà mai l’impressione di essere sotto stress, nemmeno nelle condizioni più impegnative.

Fotocamera

Voto: 9/10

Samsung Galaxy Note 9

Il Galaxy Note 9 ottiene 103 punti nella famosa classifica di DXOMark, l’autorevole portale dedicato alla fotografia. Un notevole quarto posto, dietro a prodotti ammirevoli come Huawei P20 Pro, iPhone XS Max e HTC U12+. E alla pari con il recente Xiaomi Mi Mix3.

Nel concreto, si scattano fotografie di altissimo livello in ogni situazione. In particolare, questo Samsung Galaxy Note 9 si distingue in situazioni di scarsa luminosità – per esempio in un locale di sera o un esterno notturno. Molto valide anche le prestazioni video, impreziosite dalla stabilizzazione ottica.

L’effetto bokeh generato dal software risulta molto naturale – simile cioè a quello generato da un obiettivo fotografico. E i dettagli sono abbastanza precisi da giustificare una stampa di grandi dimensioni.

A confronto con gli altri

Voto: 8/10

Fino a qualche tempo fa si poteva consigliare un Samsung Galaxy Note solo per il fatto che aveva lo schermo più grande in circolazione. Oggi non è più così, anzi ci sono smartphone con schermi anche più grandi come il recente iPhone XS Max o il Mate 20 Pro o ancora il Google Pixel 3 XL.

Se Samsung ha perso il primato per la dimensione dello schermo, però, la presenza del pennino S-Pen e tutte le funzioni specifiche abbinate ad esso rendono ancora il Galaxy Note 9 un prodotto unico nel suo genere, e la scelta ideale per chi cerca uno smartphone che sia anche e soprattutto uno strumento per il lavoro e la produttività in movimento.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Altri articoli che potrebbero interessarti

smartphone piu cercati Trovaprezzi
Trend 10 agosto 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia a luglio 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato in data 10 agosto 2020. I prezzi indicati in questo articolo fanno riferimento a tale data) Quali sono

come fotografare la luna
Tech 2 agosto 2020

Come si fotografa la luna?

La luna piena è uno degli spettacoli gratuiti che la natura ci offre una volta al mese. Luminosa, alta nel cielo, raggiante e al contempo avvolta dal buio. Un punto di luce

Black Shark 3s
Tech 23 luglio 2020

Black Shark 3s: top di gamma con la potenza di Snapdragon 865+?

Xiaomi Black Shark 3s è l’erede di Black Shark 2 Pro e uno dei maggiori rivali del neo arrivato ROG Phone 3, erede a sua volta del tanto apprezzato ROG Phone 2.