Tech 9 novembre 2020

Smartphone: Samsung è ancora prima in Europa, continua la scalata di Xiaomi

Smartphone Samsung

L’ente di analisi economiche Canalys ha pubblicato su Twitter un nuovo report che mostra l’andamento delle vendite dei principali brand del settore smartphone nel mercato europeo, incluso quello italiano, durante il terzo trimestre del 2020. Al primo posto c’è Samsung che mantiene il suo primato anche se la crescita su base annuale è stata del 3%. Attualmente grazie all’ultimo flagship Galaxy S20 e alla recente versione S20 Fan Edition la multinazionale sudcoreana detiene in Europa una quota del 34% nel mercato degli smartphone e del 38% in Italia. Apple è, a livello europeo, in seconda posizione coprendo con la sua gamma di iPhone il 19%, ma in Italia è al quarto posto con una quota del 10% e un calo delle vendite del 28% su base annuale.

Al terzo posto le vendite di smartphone in Europa vedono confermata Xiaomi che al momento è a pari merito con Apple dato che modelli come Redmi Note 9 Pro coprono il 19% del mercato. Canalys sottolinea la rapida crescita del marchio cinese che su base annuale è stata di ben il 91%, questo dato in Italia è particolarmente evidente dato che la crescita è stata superiore, del 122% con il marchio cinese che è al secondo posto per numero di vendite nel terzo trimestre dell’anno. Il primato, però, in termini di rapidità di crescita è attualmente detenuto dagli smartphone Oppo che, con modelli come Oppo Reno4 Z 5G, ha raggiunto una quota del 3% del mercato europeo, mentre a livello mondiale ha conosciuto una crescita di ben il 396%. Per quanto riguarda il mercato italiano nello specifico, queste cifre vanno raddoppiate con il marchio che è cresciuto dell’880% rispetto al 2019 arrivando al quinto posto.

Canalys dati smartphone Italia

La classifica italiana dei marchi di smartphone nel terzo trimestre 2020.

Uno dei dati più interessanti riguarda il marchio Huawei che proprio in Europa ha concentrato maggiormente i propri sforzi commerciali dopo essere stata tagliata fuori dal mercato statunitense. Il divieto negli Stati Uniti che impedisce agli smartphone del produttore cinese di implementare i servizi Google sui propri modelli ha mostrato i suoi effetti con un freno del 31% nella crescita sui mercati per base annuale anche se il marchio cinese è riesce a mantenere il quarto posto nel mercato europeo grazie al successo di Huawei P40 Pro e di altri modelli. In Italia la crescita su base annuale è stata del 122%, raggiungendo così una quota di mercato del 16% che ha portato l’azienda cinese al terzo posto.

Dopo un primo impatto dovuto alla pandemia da coronavirus, il settore degli smartphone ha fatto registrare segnali di ripresa da luglio a settembre con il 22% in più di vendite rispetto al trimestre precedente e complessivamente 348 milioni di unità vendute, un calo di appena l’1% rispetto al 2019.

Luca Salerno
Luca Salerno

Da circa 17 anni mi occupo di giornalismo ed editoria, mentre ad ancora prima risale la mia passione per la tecnologia iniziata nei lontani anni ‘80 con un Commodore 64. Questi due interessi sono stati sempre una costante nella mia vita e ritengo che riuscire a conciliarli nella mia attività professionale sia un vero privilegio.

La mia formazione universitaria in Scienze...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Vodafone Neo
Tech 25 febbraio 2021

Vodafone Neo: arrivato lo smartwatch firmato Disney

Dopo essere stato annunciato a dicembre, Vodafone Neo è finalmente arrivato. Parliamo di uno smartwatch pensato per il mondo di bambini con tanto di funzioni per il controllo da parte dei genitori.

Samsung TV
Tech 25 febbraio 2021

Mercato TV: da 15 anni è Samsung la regina

Dopo 15 anni, Samsung resta ancora il leader del mercato dei televisori. I dati sono stati forniti da Omdia, società specializzata in ricerca e analisi di mercato. Nello specifico, il produttore sudcoreano si

realme
Tech 25 febbraio 2021

Realme, due top di gamma in arrivo: focus su prestazioni e fotocamera

Realme è il brand che nell’ultimo anno è cresciuto più di tutti, mentre l’intero settore subiva un calo. Il merito è dell’ottimo rapporto qualità/prezzo dei suoi dispositivi come Realme X50 Pro, Realme