Tech 2 luglio 2020

Video recensione Huawei P40 Pro: caratteristiche al massimo per un super top di gamma

videorece_p40pro

Huawei P40 Pro è il punto di riferimento per gli smartphone top di gamma, la vera e propria punta di diamante della casa cinese. Si tratta dell’erede di un dispositivo estremamente popolare tra gli utenti, proprio quel P30 Pro che nel 2019 è risultato essere uno dei migliori smartphone sul mercato. Fare di meglio quindi era molto difficile, ma Huawei con P40 Pro è riuscita a sfornare un prodotto che si eleva da ogni punto di vista: ecco tutti i dettagli nella nostra video recensione.

Non ci sono i servizi Google, ma è un falso problema

Parliamo subito dell’elefante nella stanza: prima dell’uscita del P40 Pro c’è stato il cosiddetto ban di Huawei voluto dagli Stati Uniti: una situazione piuttosto complessa da un punto di vista politico, che si ripercuote anche sul consumatore finale. In sostanza il ban impone a Google di non avere rapporti commerciali con Huawei, quindi sul P40 Pro non si possono utilizzare i servizi Google e il Play Store, ma neanche le app native come YouTube, Gmail o Google Maps.

Il telefono è dotato comunque del sistema operativo Android 10, ma non ci sono alcune certificazioni Google e i Google Play Services, mentre le patch di sicurezza vengono inviate direttamente da Huawei. Una volta acceso il dispositivo quindi non si potranno ripristinare le app e i dati da un telefono precedente tramite la solita procedura guidata con Google e con l’acceso a Gmail.

La casa cinese però ha risolto tutto questo con i suoi Huawei Mobile Services, partendo dall’applicazione Phone Clone preinstallata sul P40 Pro, da scaricare sul vecchio telefono: in pochi minuti porterà i dati e le app dal precedente smartphone al P40 Pro. Chiaramente non funzioneranno tutte le app, mentre alcuni servizi possono essere usati per altre vie.

Le app si scaricano da AppGallery e pian piano sempre più applicazioni saranno compatibili con questo sistema. Tecnicamente è anche possibile installare i servizi Google, ma è necessaria una conoscenza più approfondita di questi dispositivi. In ogni caso AppGallery nel prossimo futuro potrà diventare un vero e proprio terzo polo, insieme al Play Store e App store, perché stanno pian piano arrivando molte altre app. Le ultime disponibili sono ad esempio Satispay, la carta Hype e anche molte banche italiane hanno creato app compatibili con questa piattaforma.

Le caratteristiche tecniche

Il telefono rappresenta davvero lo stato dell’arte nel campo del design e tecnologia. Il design Huawei P40 Pro è molto ispirato: gli angoli sono smussati e la costruzione eccellente: ha una forma stretta e allungata che sta bene nel palmo della mano o in tasca. Ecco tutte le caratteristiche tecniche:

Dal punto di vista delle caratteristiche tecniche, Huawei P40 Pro è quindi il meglio che si trova attualmente sul mercato.

Fotocamere fenomenali

Secondo DxOMark, una delle fonti più affidabili in merito alla fotografia su smartphone, Huawei P40 Pro ha la migliori fotocamere equipaggiate su un dispositivo del genere. La qualità si vede soprattutto quando c’è poca luce, quindi per gli scatti di notte, ma anche i video sono estremamente stabili e puliti.

I filmati possono essere infatti girati anche in 4K a 60 fps sia con la fotocamera anteriore che posteriore, ma c’è anche il Timelapse 4K, lo slow motion fino a 7680 fps e tantissime altre opzioni. La stessa cosa si può dire per la fotocamera per i selfie da 32 megapixel, che viene aiutata dal sensore di profondità per migliorare ulteriormente gli autoscatti.

Conclusioni: conviene comprarlo anche senza le app Google?

Huawei P40 Pro è uno smartphone adatto ai power user visto il prezzo da top di gamma, cioè per coloro che non si perdono le ultime novità. Ha una dotazione fotografica tra le più avanzate sul mercato, uno schermo magnifico e performance avanzate. L’assenza dei servizi Google potrebbe scoraggiare qualcuno, ma a lungo termine è un gap che sarà colmato con l’arrivo su AppGallery delle applicazioni più importanti.

Inoltre moltissimi servizi Google possono essere usati comunque (ad esempio via browser per YouTube), quindi è un problema facilmente risolvibile.

Candido Romano
Candido Romano

Giornalista e copywriter con una grande passione per tutto ciò che è tecnologia e intrattenimento, soprattutto smartphone, tablet e videogiochi, di cui scrive dal 2005. Una passione che porta avanti fin da bambino, quando nella sua stanza entrò il Commodore 64: una folgorazione, che aprì un universo di possibilità.

Classe 1983, fa parte di quella generazione che ricorda un mondo...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smartphone piu cercati Trovaprezzi
Trend 10 agosto 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia a luglio 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato in data 10 agosto 2020. I prezzi indicati in questo articolo fanno riferimento a tale data) Quali sono

come fotografare la luna
Tech 2 agosto 2020

Come si fotografa la luna?

La luna piena è uno degli spettacoli gratuiti che la natura ci offre una volta al mese. Luminosa, alta nel cielo, raggiante e al contempo avvolta dal buio. Un punto di luce

Black Shark 3s
Tech 23 luglio 2020

Black Shark 3s: top di gamma con la potenza di Snapdragon 865+?

Xiaomi Black Shark 3s è l’erede di Black Shark 2 Pro e uno dei maggiori rivali del neo arrivato ROG Phone 3, erede a sua volta del tanto apprezzato ROG Phone 2.