Xiaomi 11T vs Mi 11: cosa cambia e quale acquistare?

Il catalogo Xiaomi crea spesso confusione. Cosa cambia tra il nuovo Xiaomi 11T, 11T Pro e Xiaomi Mi 11? Vediamolo nel nostro video confronto.
Di Lucia Massaro @LuciaMassaro1 Aggiornato il 3 novembre 2021
Xiaomi 11T vs Mi 11

Cosa cambia tra il nuovo 11T e Xiaomi Mi 11? Quale conviene acquistare? Sono queste le domande che si fanno la maggior parte degli utenti alla ricerca di un nuovo smartphone Xiaomi. Il catalogo dell’azienda cinese è talmente vasto che spesso risulta difficile capire quali siano le differenze tra un modello e l’altro o quale sia il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

In questo articolo e nel nostro video confronto cerchiamo di fare chiarezza sottolineando le differenze tra Mi 11, 11T e 11T Pro e spiegando quali sono i motivi per acquistare l’uno rispetto all’altro. I punti chiave sono quattro: prezzo, design, display e velocità di ricarica.

Prezzo

Il più economico è Xiaomi 11T, acquistabile a meno di 500 euro. La differenza rispetto a 11T Pro risiede solo nel processore (MediaTek Dimensity 1200 per il primo e Snapdragon 888 per il secondo) e nella velocità di ricarica. Solitamente i processori Qualcomm sono più apprezzati ma il chip Mediatek non delude affatto. Tuttavia, queste due differenze probabilmente non bastano a giustificare una differenza di prezzo di oltre 150 euro.

Mi 11 e 11T Pro, invece, ad oggi si trovano nello stesso segmento di prezzo (tra 600 e 700 euro). Il primo è preferibile perché si presenta con un design più ricercato e un display più risoluto. Inoltre, la versione 8/256 GB di Mi 11 è venduta attualmente a cifre inferiori rispetto a quella del nuovo arrivato. Insomma, 11T Pro sembra dover affrontare una dura concorrenza in casa.

Design

Il gusto estetico è soggettivo ma non c’è dubbio sul fatto che Xiaomi abbia posto più cura sul suo top di gamma Mi 11. Ha un look più attraente, un modulo fotografico che ben si sposa con il resto della scocca e i bordi curvi. Questo aspetto ha i suoi vantaggi e svantaggi: dona quel tocco premium ma è più scivoloso e delicato.

Xiaomi 11T

Xiaomi 11T

11T e 11T Pro, invece, sono meno ricercati. Esteticamente sono più vicini agli smartphone di fascia media (pensiamo al Redmi Note 10) che a quelli della serie Mi 11. A livello costruttivo, però, non ci sono differenze. In tutti i casi manca il jack audio da 3,5 m per collegare le cuffie via cavo e non c’è l’espansione di memoria né tanto meno la possibilità di utilizzare una seconda SIM.

Display

Dimensione e risoluzione: sono questi gli elementi che differenziano Mi 11 da Xiaomi 11T e 11T Pro. Gli ultimi arrivati montano un pannello AMOLED da 6,67 pollici con risoluzione 1.440 x 3.200 pixel e frequenza di aggiornamento a 120 Hz. Mi 11, invece, integra un pannello più grande da 6,81 pollici con una risoluzione maggiore (1.440 x 3.200 pixel).

Da questo punto di vista, dunque, la spunta Mi 11. In tutti i casi, il pannello è protetto dal Gorilla Glass Victus, il più resistente attualmente presente sul mercato.

Xiaomi Mi 11

Xiaomi Mi 11

Velocità di ricarica

Batteria da 4.600 mAh per Mi 11 e batteria da 5.000 mAh per Xiaomi 11T e 11T Pro: l’autonomia assicurata, però, è più o meno la stessa. A fare la differenza è la velocità di ricarica, quella più veloce è presente sul modello Pro. È infatti il primo smartphone con HyperCharge a 120W che permette di portare la batteria da 0 a 100% in soli 17 minuti. Questo vuol dire che in poco tempo lo smartphone sarà completamente carico. Un vantaggio non da poco e utile per chi è spesso in giro e mette sotto stress il telefono.

La velocità di ricarica di 11T Pro potrebbe far impallidire quella dei due rivali. In realtà, anche Mi 11 e Xiaomi 11T possono contare su una ricarica sufficientemente rapida ad assicurare ore di autonomia in pochi minuti. Il primo supporta la ricarica a 55W (100% in 45 minuti), il secondo invece a 67W (100% in 36 minuti). La ricarica wireless e inversa invece è presente solo su Mi 11.

Per completezza di informazioni, spendiamo due parole sul comparto fotografico. Il sensore principale è sempre da 108 MP, non cambia il sensore macro da 5 MP ma il grandangolare passa da 13 MP (Mi 11) a 8 MP sulla serie Xiaomi 11T. Si abbassa anche la risoluzione della fotocamera anteriore: da 20 MP a 16 MP. Infine, i video possono essere registrati fino a 8K su Mi 11 e Xiaomi 11T Pro e fino a 4K su Xiaomi 11T. Differenze tecniche che non verranno notate dalla maggior parte degli utenti.

Conclusioni: quale ha senso acquistare?

Arrivati a questo punto, è necessario fare una distinzione netta. Xiaomi 11T gioca una partita a sé grazie a un prezzo di vendita inferiore. È questo, infatti, il motivo per preferirlo agli altri. Le differenze rispetto al fratello maggiore sono minime e non bastano a giustificare la differenza di prezzo.

La vera sfida si gioca tra Mi 11 e Xiaomi 11T Pro che condividono alcuni punti della scheda tecnica. Le prestazioni sono le stesse. La resa fotografica si equivale pur con qualche sfumatura in termini tecnici. L’autonomia è sovrapponibile.

Mi 11 però mette a disposizione un display più risoluto, un design più curato, qualche grammo in meno (196 grammi vs 204 grammi) e un prezzo di vendita inferiore. L’ago della bilancia, dunque, è ancora una volta il prezzo. Se detestate i bordi curvi, però, puntate sul nuovo Xiaomi 11T.

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti