Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Categorie

Cuffie gaming: guida all'acquisto per esaltare l'esperienza di gioco

Le cuffie gaming, oggi più che mai, incontrano una vera e propria approvazione da parte del pubblico che ama giocare ai videogiochi, al punto che alcuni non riescono proprio a farne a meno. Negli ultimi anni, molte aziende tecnologiche, per accontentare gli appassionati dei videogiochi, hanno deciso di dedicare una parte crescente della loro produzione proprio alle cuffie da gaming. Se ne trovano tantissime, di tutti i tipi e di ogni fascia di prezzo. Averne tante tra cui scegliere è sicuramente un vantaggio che però, allo stesso tempo, può disorientare nell’acquisto. Con questa guida, vogliamo accompagnarvi nella scelta che vi porterà ad acquistare le migliori cuffie gaming, in grado di soddisfare le esigenze di ogni videogamer: da quello amatoriale che cerca delle cuffie gaming a poco prezzo fino a quello più esperto che, invece, è alla ricerca di una cuffia di qualità. Iniziamo col dire che esistono alcuni parametri che proprio non si possono sottovalutare quando si compra una cuffia gaming: innanzitutto la compatibilità, si vuole una cuffia per playstation o una cuffia per pc? E’ essenziale iniziare a rispondere a questa domanda sin da subito, in modo da non perdere del tempo alla ricerca di una cuffia bellissima e che risponde a ogni nostra esigenza ma che, alla fine, si scopre non andare bene per la piattaforma su cui si desidera giocare. Giocare deve essere anzitutto un piacere e, quindi, la cuffia deve assolutamente essere comoda; infine, poiché si è sempre super connessi e si gioca in modalità multiplayer bisogna che la cuffia gaming sia dotata di microfono per parlare con gli altri giocatori.
Tutte le guide
Indice
Prima dell’acquisto Quanto costa una cuffia gaming? Un’esperienza di gioco unica Vai alla categoria
Cuffie e Microfoni
cuffie gaming

Prima dell’acquisto: hai le idee chiare?

I fattori da prendere in considerazione per l’acquisto di una cuffia gaming sono tanti; abbiamo appena menzionato la piattaforma su cui giocare, il comfort e il microfono: ne esistono tanti altri che analizzandoli vi porteranno a preferire una cuffia da gaming di un tipo piuttosto che di un altro. Primo elemento che andiamo a considerare è il prezzo.

Il prezzo 
Il prezzo è il primo elemento oggettivo che si va a valutare quando si vuole acquistare qualcosa; tutti vorrebbero sempre il meglio ma si sa che un prodotto di grande qualità costa molto e, talvolta, è fuori dalla propria portata. Per prima cosa bisogna fissare il budget di spesa per capire quanto in là ci si può spingere nell’acquisto. Vedremo che esistono diversi tipi che costano molto mentre ci sono anche cuffie da gaming a poco prezzo.

Il suono
Se si desidera acquistare una cuffia gaming, solitamente, è per due motivi di cui uno trascurabile che consiste nell’indossarle per non disturbare gli altri. I più, le vogliono per avere un’esperienza di gioco molto più coinvolgente, grazie anche alla qualità dell’audio che può essere surround o stereo. Il surround, così come dice il termine inglese, è proprio quel particolare tipo di audio che va a circondare l’uditore ponendolo al centro; quelle stereo, invece, hanno solo due uscite: una a destra e l’altra a sinistra.
 
I driver
Sono la componente più importante per le cuffie da gaming poiché è da loro che dipende la qualità del suono ed è da loro che esso fuoriesce: ricevono, infatti, la corrente elettrica dalla sorgente sonora e la trasformano in suoni. Ci sono i driver dinamici, quelli magnetici planari o ancora quelli elettrostatici. Oltre ai diversi tipi, hanno poi una grandezza diversa e alcuni padiglioni possono arrivare anche a un diametro di 60 millimetri.

Il microfono
E’ un elemento essenziale quando si vuole comprare una cuffia da gaming e alcuni le comprano solamente per il microfono. Per alcuni giocatori è indispensabile poiché consente di comunicare con altri giocatori con cui magari si vuole condividere una strategia. Vi sono diversi tipi di microfoni e alcuni hanno la cancellazione automatica del rumore.

Comfort
E’ la base per avere una buona esperienza di gioco poiché solitamente si utilizzano le cuffie per molte ore anche consecutivamente. Di primo impatto si valuta solamente come il padiglione auricolare avvolge l’orecchio e che tipo di imbottitura è stata utilizzata; bisogna avere in mente anche altri parametri come i materiali di costruzione, la possibilità di regolare gli archetti e il peso: bisogna ricordarsi che staranno sulla testa e se pesano troppo sono anche scomode.

Illuminazione RGB
Questo è un elemento che non va minimamente ad impattare sulla qualità dell’audio o sul comfort. L’illuminazione RGB consiste nell’apporre delle luci LED sull’apparecchio che vanno a rappresentare o il marchio o un particolare disegno: risponde a gusti prettamente estetici, c’è a chi piace e poiché è presente in molte cuffie da gaming è sicuramente un elemento da prendere in valutazione.

Alimentazione
Per le cuffie gaming con filo non è importante a meno che non abbiano una micro batteria all’interno, magari, per esaltare i bassi; per le cuffie wireless, invece, bisogna vedere quanta autonomia può arrivare ad avere una determinata cuffia e soprattutto in quanto tempo si ricarica. Può risultare spiacevole dover interrompere il gioco perché la cuffia è scarica.

Design e Materiali di Costruzione
Oltre all’illuminazione RGB ci sono tanti altri elementi di design da considerare come la forma dei padiglioni: alcuni sono rotondi mentre altri rettangolari. Anche gli archetti che collegano tra loro i padiglioni possono essere aperti oppure chiusi. Il colore può poi essere un mix tra nero e rosso che suggeriscono aggressività, oppure blu elettrico che dà tanta energia. Prestare attenzione anche ai materiali: plastica, alluminio, metallo per gli archetti oppure a quello utilizzato per il rivestimento dei cuscinetti, possono essere in pelle o similpelle. 

Connettività
Si possono trovare cuffie gaming con diversi tipi di attacco a seconda di dove le si vogliono inserire. Il più classico è il cavo Jack da 3.5 mm che offre grande versatilità oppure col cavo USB per le cuffie gaming da pc. Le cuffie gaming senza fili sono però quelle che vanno per la maggiore proprio perché hanno una maneggevolezza migliore in quanto non risultano particolarmente ingombranti; tra queste si trovano le cuffie bluetooth oppure cuffie gaming wifi.

Compatibilità
Un requisito da avere ben presente è la compatibilità delle proprie cuffie ossia capire su quale piattaforma da gioco si possono utilizzare. Ve ne sono alcune universali mentre altre sono state pensate appositamente per uno specifico tipo di dispositivi come PC, PlayStation 4 oppure Xbox One.

Quanto costa una cuffia gaming?

prezzo cuffia gaming
Sul mercato, sono presenti tanti modelli di cuffie gaming, alcune hanno caratteristiche simili mentre altre hanno caratteristiche totalmente opposte. Il prezzo è, come sempre, un parametro che condiziona molto nella scelta, in base a quello che si è disposti a spendere, si troveranno delle cuffie da gaming che risponderanno in maniera diversa alle proprie esigenze. Bisogna subito dire che ci sono delle cuffie che costano anche meno di 20 euro e altre, invece, che costano anche più di 300 euro: le offerte accontentano tutti. Bisogna capire l’uso che una persona ne vuole fare, in base a quanto tempo trascorre coi videogiochi e che tipo di esperienza di gioco vuole avere: una cuffia gaming da 20 euro, può risultare perfetta per chi gioca un’oretta col pc o con l’Xbox mentre, se si arriva a spendere anche 100-150 euro, è perché si vuole avere un’esperienza di gioco ottimale che con la migliore qualità audio riesce a coinvolgere il più possibile. In questa guida, abbiamo voluto individuare tre fasce di prezzo al cui interno si possono trovare una varietà di cuffie gaming da cui si può attingere nella scelta.
(Dati aggiornati a maggio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 60 euro)

Le cuffie sono un accessorio che non tutti i giocatori usano, per cui questa fascia entro i 60 euro può risultare perfetta per chi vuole avvicinarsi al mondo delle cuffie gaming senza spendere molto. Ciò non vuol dire che in termini di qualità sono pessime, anzi; alcune, nonostante il loro prezzo sia veramente contenuto, offrono buone prestazioni.Tra le più economiche da menzionare troviamo le cuffie offerte da AmazonBasics disponibili in colorazione verde, blu e nera: il loro prezzo è tra i più accessibili e hanno una qualità audio bidirezionale molto nitida; hanno il cavo jack da 3,5 mm e sono compatibili con quasi tutte le console di gioco tra cui anche il Nintendo Switch. DLAND offre invece delle cuffie gaming dal design aggressivo il cui corpo principale è sempre di colore nero mentre i padiglioni e l’interno degli archetti è disponibile in colorazione rossa, blu, gialla e verde: hanno la luce led, il microfono retraibile a 130° e si connetteno ottimamente con la PSP e anche con alcuni cellulari come l’iPhone 6. Un altro modello di cuffie da valutare è il Beexcellent GM 1 che ha il microfono con cancellazione del rumore e i padiglioni sono rivestiti con un tessuto sportivo che non fa sudare le orecchie grazie alla buona ventilazione. Un'altra cuffia che è giusto prendere in considerazione è la Xtreme Predator XC 300 Pro che è una cuffia economica per PlayStation 4 e per l’Xbox: ha una buona imbottitura, il microfono e un design minimale con colori militari. Avvicinandoci al confine della fascia economica si trova il modello Turtle Beach Atlas One che è un’ottima cuffia gaming per PC ed è stata ottimizzata per mettere in risalto il suono surround: ha il microfono di tipo Flip-ip a sensibilità elevata che cattura la voce in maniera nitida e va in modalità muta semplicemente sollevandolo; sono di colore nero, gli archetti sono rinforzati da una fascia in metallo e i padiglioni sono in memory foam con pelle sintetica.
(Dati aggiornati a maggio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia media (60-150 euro)

Se ci si sposta nella fascia media che va dai 60 euro fino ai 150 si possono trovare delle cuffie di qualità sicuramente migliore con un’attenzione maggiore alla totalità dei componenti. Le cuffie a seguire sono perfette per chi è appassionato di videogiochi e ci tiene ad avere un’esperienza di gioco qualitativa e che immerga il giocatore maggiormente nel videogioco. Tra gli accessori per videogiochi non può mancare il noto marchio Trust, pioniere per quanto riguarda tutti quegli elementi che vanno ad arricchire il proprio pc o le postazioni di gioco. Le Trust GXT383 hanno dei padiglioni da 50 mm con vibrazione dei bassi che offrono una qualità audio surround con ben 7.1 canali per un’esperienza di gioco quasi realistica. Hanno un peso di 531 grammi e donano un comfort di lunga durata, grazie alla perfetta aderenza dei padiglioni che annullano totalmente i rumori provenienti dall’esterno; il microfono è ritraibile e l’archetto è doppio: una parte collega i padiglioni tra loro, l’altra fa aderire l’apparecchio alla testa con la sua ottima imbottitura. La connessione è con cavo USB ed è compatibile con PC, PS4 e Xbox One. Un buon modello è l’Astro Gaming A10 con dei grandi padiglioni in memory foam che riducono lo spiacevole affaticamento da cuffie permettendo di giocare a lungo per via anche dei materiali leggeri a beneficio del comfort; è presente il microfono multidirezionale di tipo flip-to-mute, basta alzarlo per bloccarne il funzionamento. I driver sono da 40 millimetri e nel complesso il design è molto razionale: solo l’interno dei padiglioni e il logo “A10” esterno sono colorati di verde, blu o rosso a seconda di quale si preferisce. Altro buon modello è il Turtle Beach Stealth 600 compatibile con la PlayStation 4: sono cuffie wireless con padiglioni da 50 mm con suono surround e hanno un design notevolmente moderno. Peculiarità di queste cuffie è il Superhuman Hearing, una tecnologia che accentua l’esperienza di gioco poiché fa percepire anche i suoni più impercettibili per un audio impeccabile; ha un’autonomia di 15 ore e un comfort adatto per chi porta gli occhiali.
(Dati aggiornati a maggio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia alta (oltre 150 euro)

In quest’ultima fascia, sono posizionate le migliori cuffie presenti sul mercato che fanno del gioco un’esperienza così unica che sembra di essere totalmente immersi nella schermata di gioco. Hanno, ovviamente, un costo elevato e sono pensate per gli utenti esperti e per i grandi appassionati il cui più grande hobby è rappresentato dal grande mondo dei videogames. Qui si trovano delle cuffie gaming all’avanguardia sotto ogni punto di vista e soddisfano i requisiti di tutte le persone più esigenti e che sono alla ricerca del massimo. Logitech è un altro dei grandi marchi, da sempre presente nel mercato dell’accessoristica, che va a migliorare ogni tipo di approccio con la tecnologia e le cuffie Logitech G935 surround a 7.1 canali ne sono un esempio. Le nuove cuffie gaming Logitech G935 di cui è possibile leggere la recensione sul nostro magazine, hanno un sistema wireless a 2.4 Ghz che conferisce un’autonomia di gioco di 12 ore e l’illuminazione RGB a 16.8 milioni i cui colori possono sia essere scelti manualmente sia essere affidati all’automatismo che li cambia a seconda del gioco; il microfono è flip-to mute mentre i padiglioni hanno un diametro di 50 millimetri e erogano suoni chiari, profondi, ricchi di dettagli e soprattutto con una distorsione ridotta al minimo. Il noto marchio di computer Asus, che vanta il computer portatile da gaming più sottile al mondo Zephyrus S, presenta il modello Asus Rog Strix Fusion 500 con un suono surround virtuale a 7.1 canali e amplificatore 9601. I padiglioni hanno una grandezza di 50 millimetri e all’esterno è presente l’illuminazione RGB con quattro effetti luminosi. Tra i modelli con un design aggressivo vi sono le cuffie Astro Gaming A40 che offrono un audio cristallino e grande nitidezza a ogni frequenza; il microfono sul braccio è rimovibile e può essere montato sul lato delle cuffie che si preferisce. I materiali sono di qualità, i padiglioni ben imbottiti e rivestiti in tessuto per un comfort di gioco ottimale e mai stancante. Se ci cerca una cuffia gaming top di gamma Audio-Technica ATH-ADG1X è perfetta per i giocatori che non si accontentano: i driver hanno un diametro di 53 mm e sono realizzati al bienenwabengehause in alluminio, un materiale dalle prestazioni notevole che aiuta ad erogare un audio che conferisce un’esperienza di gioco unica; la grande qualità è frutto dell’esperienza di Audio-Technica di oltre 50 anni nel settore audio.
(Dati aggiornati a maggio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Un’esperienza di gioco unica

caratteristiche cuffie gaming
Da molti anni a questa parte, i videogames e le console sono entrati nelle case di ogni famiglia e sono ormai utilizzati in ogni fascia di età. Giocano tanto i bambini e i ragazzi, quanto gli adulti che avevano pochi anni quando iniziarono a giocare per la prima volta ai videogiochi. Basta pensare che negli anni ’80 la Nintendo mise sul mercato una console, la Nintendo Entertainment System, che fu venduta a 60 milioni di persone: una cifra stratosferica; tanti erano così legati a quella console che Nintendo l’ha rimessa sul mercato dandole il nome di Nintendo Classic Mini. Nel 1994, prodotta da Sony, debutta la PlayStation oggi giunta alla quarta generazione venduta sia in versione slim che nella versione con più memoria da 1 terabyte. Microsoft debutta in questo mercato nel 2005 con l’XBOX 360 oggi sostituita dalla Xbox One giunta ormai all’ottava generazione; in questo magico mondo, vanno aggiunti anche tutti i videogames per PC e quelli per la Nintendo Wii U. In tutti questi anni, il modo di giocare è cambiato e si è evoluto parecchio: se prima si stava seduti su una poltrona semplicemente con il Joystick in mano e si poteva giocare al più con un’altra persona, oggi, si è sempre più connessi grazie alla rete, che permette di giocare e comunicare contemporaneamente con molte più persone. Sono aumentate anche le qualità grafiche e quelle audio per un’esperienza di gioco unica e capace di emozionare. E’ in quest’ottica che si spiega quella che oggi è diventata una vera e propria necessità di avere delle cuffie gaming dotate di microfono o di avere una tastiera con tasti speciali e, magari, una vera e propria postazione di gioco con poltrona dedicata. A seguire si affronteranno meglio alcuni parametri da considerare nell’acquisto di una cuffia gaming come la modalità audio, il tipo di microfono, il comfort e la compatibilità.

Audio stereo e surround virtuale: attenzione a non confonderli

La funzione a cui sicuramente si è più attenti nella scelta di una cuffia gaming è la qualità dell’audio e questa dipende da tanti fattori, uno dei quali se hanno la modalità surround oppure quella stereo. Il surround ha la peculiarità di avvolgere completamente le orecchie dell’uditore da suoni che provengono da ogni direzione e, quindi, si ha una notevole esperienza di gioco, quasi realistica. Il surround ricorda un po’ gli home theater di casa, caratterizzati da tante casse a cui si aggiunge il subwoofer; spesso sono a 5.1 canali e ciò vuol dire che ci sono 5 speaker e un sub. Anche alcune cuffie gaming sono di tipo 5.1 con, al loro interno, 5 piccoli speaker accompagnati da uno che svolge funzione di sub; le cuffie surround, però, sono una rarità e costano molto. La maggior parte delle cuffie ha un surround di tipo virtuale, all'interno vi sono solo 2 speaker ma, grazie a dei particolari software, spesso installati nei loro trasmettitori, sono in grado di emulare il suono surround anche a 7.1 canali. Infine, va tenuto presente che non tutte le cuffie gaming hanno dei trasmettitori, in questo caso, bisognerà installare il software sul pc e le cuffie potranno essere utilizzate solo col pc. Altro modello di cuffie, più diffuse anche perché più economiche, sono le gaming stereo che hanno soltanto due speaker, uno nel padiglione destro e uno in quello sinistro; a seconda del tipo di gioco, le cuffie gaming stereo, se di qualità buona, sono più che sufficienti.

I driver: quanto grandi?
Ben protetti all’interno del padiglione, sono loro che consentono il funzionamento all’apparecchio e influiscono di tanto sulla qualità generale del suono. Il compito dei driver è quello di ricevere la corrente elettrica e trasformarla in suono tramite un movimento dell’aria da loro creato. I driver hanno diverse dimensioni, quelli degli auricolari, per esempio, si aggirano dai 6 a 10 millimetri di diametro, sono di tipo in-ear, vanno posizionati all’interno delle orecchie e, per questo, devono essere piccoli. I driver delle cuffie gaming, invece, sono molto grandi e vanno dai 30 fino ai 90 millimetri proprio perché i padiglioni, chiamati on-ear, vengono poggiati sopra le orecchie. Solitamente, le cuffie gaming hanno driver con diametro di 50 mm poiché è la giusta dimensione con cui si riesce a riprodurre ogni frequenza, senza che il suono venga deformato. In generale, le cuffie gaming montano driver di tipo dinamico poiché riescono a riprodurre dei bassi più potenti e profondi. I driver più diffusi in commercio sono quelli al neodimio che è un particolare elemento chimico che assicura un’eccelsa qualità sonora; altri, sono costruiti con materiali più sofisticati che esaltano maggiormente alcuni elementi del suono. 

Il microfono è fondamentale

Una delle caratteristiche che saltano subito all’occhio, quando si osservano le cuffie gaming, è la presenza costante del microfono: tutte le cuffie lo hanno. Con l’avvento di Internet e del Wi-Fi e, soprattutto, con la loro implementazione all’interno dei videogames è oggi possibile avviare delle partite multiplayer come con la PS4, ossia in modalità multigiocatore in cui più persone, trovandosi in luoghi diversi, possono partecipare al gioco, nello stesso tempo, svolgendo la stessa partita. Spesso, nei giochi di strategia si formano delle vere e proprie squadre e diventa essenziale comunicare con i compagni della stessa squadra per condividere le mosse e scegliere cosa fare e cosa non fare: ecco perché torna utile il microfono. E’ proprio grazie a lui che i giocatori possono comunicare gli uni con gli altri in tempo reale. 

Microfono uni e omnidirezionale
Esistono sostanzialmente due tipologie di microfoni che sono unidirezionali e omnidirezionali. Il microfono omnidirezionale delle cuffie gaming è capace di catturare il suono proveniente da ogni direzione senza alcuna differenza, si ha un suono reale perché riprende ogni tipo di riverberazione e di eco all’interno di una stanza; sono i migliori nell'eliminare i rumori causati dal vento, anche se in casa non se ne ha bisogno, e, soprattutto, quelli dati dai movimenti meccanici come lo spostare il microfono con la mano. Il microfono unidirezionale delle cuffie gaming, invece, riprende il suono proveniente da un’unica direzione e solitamente è quella frontale, per cui lo si deve avere ben vicino alla bocca: è la scelta migliore se la console di gioco è in una stanza in cui magari ci sono altre persone o altri dispositivi in funzionamento. Interessante, in questo caso, è sapere il fattore di distanza del microfono che suggerisce a quale distanza lo si può mettere dalla bocca affinché possa funzionare al meglio. Nella scelta ci possono essere alcuni parametri da valutare come il range di frequenze e la pressione acustica: il primo valore più è alto e meglio è perché vuol dire che il suono percepito dal microfono è più pulito; mentre la pressione dice fino a che limite si riescono a riprodurre i suoni senza distorcerli.

Altre funzioni
Le cuffie gaming hanno spesso la funzione noise cancelling automatica, ossia un particolare tipo di tecnologia che è in grado autonomamente di eliminare i rumori indesiderati. Esistono delle cuffie da gaming in cui il microfono si può staccare per scegliere su quale dei due lati montarlo; infine, alcuni microfoni sono di tipo flip to mute, il che vuol dire che basta spostarlo verso l’alto per farlo entrare in versione muta.

A ogni testa la sua cuffia

Se da una parte bisogna fare attenzione a tutti gli elementi prettamente tecnici sopramenzionati, bisogna avere ben presente che giocare deve innanzitutto essere un piacere. Molti si rilassano totalmente coi videogames, ecco perché, quando si sceglie una cuffia, una variabile imprescindibile da prendere seriamente in considerazione è il livello di comfort che questa conferisce. Ogni individuo ha una testa con forme e dimensioni diverse da quelle di un altro e per questo il comfort è molto soggettivo. Per capire meglio quale cuffia si addica di più alla propria testa non bisogna far altro che provarla fisicamente e successivamente andare a vedere l’offerta online più conveniente. Quest’operazione si può anche evitare se la cuffia costa poche decine di euro; se, invece, l’acquisto è di fascia medio-alta, è meglio aver la sicurezza di acquistare una cuffia ben fatta che corrisponda alle proprie esigenze. 

Archetto fisso o regolabile? Badate al peso
Alcune cuffie hanno l’archetto regolabile e lo si potrà stringere o allargare per meglio farlo aderire, altre hanno il microfono che si può spostare a seconda di dove si è più comodi tenerlo. Una parte di comfort dipende dal peso della cuffia e, sul mercato, ce ne sono alcune che pesano anche più di 500 grammi: per alcuni non è assolutamente un problema ma per altri, invece, magari per chi ha la testa piccola, lo può essere perché si trova a dover sopportare un peso elevato e può dare fastidio; le cuffie gaming non si indossano per pochi minuti, una partita può durare anche ore, per cui è bene indossare quella che ci consente più libertà e che ci fa stancare fisicamente meno. A meno che non si indossino le lenti a contatto un altro problema può esserci per chi porta gli occhiali, è bene dire che vi sono alcune cuffie pensate proprio per queste persone: sono, infatti, costruite in modo che gli occhiali si integrino perfettamente coi padiglioni auricolari.

I rivestimenti e i materiali di costruzione
I materiali di costruzione sono un altro aspetto interessante; l’archetto, generalmente, è costruito in materiali plastici molto resistenti e al più rinforzato con elementi in metallo: al tatto può apparire morbido ma più che al comfort, questo aspetto, risponde all’estetica; da valutare, invece, sono le imbottiture e si nota che alcuni archetti le hanno per fare aderire meglio la parte superiore della testa alla cuffia, mentre altre cuffie hanno solamente una fascia. Ciò che sicuramente colpisce la propria attenzione è il comfort dei padiglioni auricolari che hanno dei cuscinetti più o meno morbidi e che isolano così bene dal mondo esterno al punto da essere piacevoli da indossare anche se non si sta ascoltando nulla. I cuscinetti sono poi rivestiti da materiali di diverso tipo: ci sono cuffie gaming con rivestimento in pelle, similpelle, tessuto sportivo o materiale sintetico. La pelle dà preziosità alle cuffie, ma può far sudare le orecchie; il tessuto sportivo è più traspirante e qualcuno lo preferisce. Alcuni rivestimenti possono poi essere lavati e cambiati con altri, utile per chi usa tanto le cuffie. Anche questo aspetto è molto soggettivo ma comunque è da tenere in considerazione.

Il design
Se per alcuni è un elemento secondario e di cui non tenere conto, per altri invece è tutto: specie per chi, magari, si diletta a fare dei video da postare su YouTube mentre commenta la partita. Alcune cuffie gaming hanno un design razionale, molto lineare, spesso di colore nero e dalle forme normali; altre, invece, sembrano quasi “un’armatura” da quanto sono spigolose e coi padiglioni dalle forme perfettamente squadrate: servono per entrare più nella parte quando si gioca a videogames d’avventura, d’azione o di ruolo. Spesso hanno dei colori accesi che possono essere il rosso fuoco, il verde fosforescente o il blu elettrico. Alcune hanno l’illuminazione RGB che non apporta alcun beneficio all’esperienza di gioco ma è mero design da abbinare magari alla tastiera gaming.

Cuffie universali o specifiche: controllare la compatibilità

Le console per videogiochi sono tante e ognuna ha delle proprie caratteristiche e perciò quando si acquista una cuffia gaming bisogna fare attenzione al fatto che sia compatibile con la propria console. Non solo, alcuni possiedono più console e quindi desiderano una cuffia da gaming che possa essere utilizzata in maniera universale. Se, invece, si vuole un’esperienza di gioco ottimale si può comprare una cuffia che sia stata pensata per la console che si possiede. Ci sono cuffie da gaming per pc che possono avere sia l’attacco col cavo jack o di tipo USB che va inserito nel proprio pc e talvolta può anche fare da trasmettitore. Le cuffie gaming per PlayStation 4 permettono, invece, di giocare con la console più conosciuta di sempre; altre cuffie sono pensate esclusivamente per Xbox One. Da non dimenticare il Nintendo Switch che è già dotato di un suo sistema audio integrato ma se magari lo si usa durante un viaggio in treno è consigliabile avere con sé le cuffie per non disturbare gli altri passeggeri.

Connettività o autonomia?
Oggi, accanto alle cuffie gaming tradizionali si affiancano le cuffie wireless che funzionano senza fili: sono per lo più cuffie bluetooth che però, per il loro funzionamento, hanno bisogno di essere ricaricate. Vuol dire che hanno un’autonomia limitata, solitamente è alta e può arrivare anche a più di 12 ore senza che si abbiano problemi di carica. Al loro interno, hanno una batteria al litio che, oltre a occupare spazio magari sottratto alle componenti audio, ha anche un peso che va ad aumentare quello totale; ciò può però essere compensato dalla scelta di materiali leggeri. Alcune cuffie wireless sono vendute con una base per la ricarica in cui, al termine della propria partita, si possono riporre in modo che continuino a caricarsi. La connessione bluetooth oramai è sicura ma è da tenere presente che ci possono essere problemi momentanei di interruzione del segnale; se si sta giocando da soli, al più per qualche minuto non si usano, ma se si sta giocando a un gioco di strategia online, in cui ci si dà un appuntamento virtuale in cui trovarsi, può davvero essere spiacevole dover interrompere la comunicazione col compagno di squadra. Il filo è sicuramente più sicuro in termini di connessione ma si è vincolati a stare a una certa distanza dallo schermo e si è costretti ad avere dei movimenti limitati. Alla discrezionalità di ognuno è affidata la scelta delle cuffie gaming da prendere: se optare per la connessione wireless e avere libertà di movimento o se per quelle tradizionali.

Le marche più popolari