Torna su
Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Categorie

Frigoriferi top di gamma: destreggiarsi nella fascia alta del mercato

Fra gli oggetti domestici che più hanno stuzzicato la fantasia dei designer, i frigoriferi hanno sempre ricoperto un ruolo di primo piano. E ciò fin dalla loro diffusione su larga scala avvenuta in Italia negli anni ’50. Alla base di tale fenomeno vi sono, probabilmente, le dimensioni generose che caratterizzano l’elettrodomestico. Alto ed ingombrante, il frigorifero a libera installazione è un componente chiave della cucina sul quale lo sguardo inevitabilmente cade. Si trasforma, quindi, in elemento d’arredo capace di condizionare l’intero ambiente grazie alle proprie forme. Stile vintage o moderno, linee piatte o bombate, colori sobri o vivaci: tante sono le variabili estetiche del frigorifero. E quasi sempre un design curato è specchio di una grande qualità costruttiva. Nella nostra guida, abbiamo puntato la lente d’ingrandimento sui frigoriferi top di gamma, modelli che brillano sia per aspetto che per prestazioni. E per aiutarti nella scelta, abbiamo selezionato e raccolto qui i più interessanti.
Tutte le guide
Indice
Prima dell’acquisto I modelli più interessanti in circolazione Ardo, Bompani e Smeg: il made in Italy che ha fatto storia L’evoluzione del frigo fra design e tecnologia Vai alla categoria
Frigoriferi e Congelatori
frigoriferi top di gamma

Prima dell’acquisto: hai le idee chiare?

Acquistare un frigorifero di fascia alta significa portarsi a casa un prodotto convincente sotto tutti i punti di vista. A fronte di un esborso iniziale importante, avremo a disposizione un elettrodomestico affidabile ed efficiente. Vediamo di seguito quali sono i temi che toccherà la nostra guida: 

I modelli più interessanti
Si parte con una selezione dei migliori frigoriferi in commercio, di cui metteremo in luce le caratteristiche principali. Particolare attenzione è stata data ai prodotti made in Italy in grado di coniugare stile e prestazioni in modo unico.

L’evoluzione del frigo fra design e tecnologia
Per inquadrare bene la categoria, abbiamo ripercorso le tappe evolutive del frigo, con particolare attenzione agli step più importanti a livello tecnologico ed estetico.

Capacità interna e dimensioni esterne
Fra le tante specifiche di questo elettrodomestico, la capacità interna è forse la più importante. Si tratta, infatti, di un aspetto da scegliere con cura in base alle singole esigenze. Frigorifero combinato come il Beko CNE520EE0ZGB, doppia porta, monoporta e americano come l'AEG RXE75911TM: qui ne parleremo approfonditamente.

Le funzionalità più avanzate
Design e prestazioni vanno spesso di pari passo, ne sono un esempio i frigoriferi Samsung che combinano tecnologia ed estetica. Per questo abbiamo dedicato un capitolo alle più evolute tecnologie che i modelli top di gamma sono in grado di mettere in campo.

Design e qualità dei materiali costruttivi
Frigoriferi da arredo come Smeg FAB28RDG, modelli di design in stile vintage come Smeg FAB32RCR3 o moderni con quel tocco in più dato dal colore. Qui vedremo come estetica e materiali costruttivi si legano inscindibilmente.

Classe energetica e consumi
In conclusione, un aspetto difficile da trascurare. I consumi del frigo, infatti, possono fare la differenza in bolletta. Proprio per questo, uno sguardo all’etichetta energetica ci aiuta a scegliere consapevolmente.

I modelli più interessanti in circolazione

frigorifero americano
In questa sezione presentiamo i migliori modelli in commercio. Parliamo di frigoriferi le cui caratteristiche li pongono nella fascia alta della categoria. Suddivisi per tipologia di prodotto, ne abbiamo messo in luce le funzionalità più interessanti.

Frigoriferi monoporta, doppia porta e combinati
Fra i frigoriferi più compatti e funzionali in circolazione, il monoporta AEG RKB63221DW merita una menzione speciale. Parliamo di un modello dal design sobrio che offre agli amanti dei cibi freschi ben 314 litri di capacità. In ambito doppia porta, invece, il frigorifero Samsung No Frost RT58K7510S9 si mette in luce per la presenza del dispenser acqua/ghiaccio e dell’efficiente sistema Twin Cooling Plus che consente una migliore conservazione dei cibi. Analogo a livello di prestazioni è, poi, il modello LG GTF925SEPZD. Ma qui la capacità raggiunge i 565 litri, un record per un prodotto del genere. Per quanto riguarda i combinati, la serie 8 di Bosch è in grado di coniugare un’efficienza energetica di classe A+++ con un design davvero riuscito. Ci riferiamo, nello specifico, al frigorifero KGF49PI40. In ultimo ma non per importanza, abbiamo inserito nella selezione un frigorifero combinato dalle prestazioni solide. Si tratta del Liebherr CNEF 5715, brillante anche in quanto a silenziosità.

Frigoriferi side by side
Spaziosi, belli e ricchi di funzionalità, i modelli side by side soddisfano le esigenze di una grande famiglia. Ma cominciamo con un modello un po’ più compatto della media: l’Hotpoint Ariston E4D. La silhouette stretta ci permette di inserirlo con facilità in qualsiasi cucina e la colorazione nera si mostra molto elegante. Comodi anche i due sportelli orizzontali posti in basso. Totalmente bianco è, invece, l’Electrolux EAL6140WOW, frigorifero americano dall’invidiabile capacità di 549 litri. Per chi desidera organizzare lo spazio in modo ancora più efficiente, la soluzione ideale è un modello provvisto di quattro porte. È questo il caso del Whirlpool WMD 4001X, elettrodomestico altamente personalizzabile con controlli indipendenti per ogni vano. Salendo di livello, incontriamo un mostro di capacità. Si tratta del Samsung RS68N8242SL, side by side da 617 litri. Ottima anche la classe energetica A+++. Spostando l’attenzione sulle funzionalità smart, l’LG GMX936SBHV ha davvero una marcia in più. Gestibile a distanza sfruttando la rete Wi-Fi, è anche provvisto di pannello InstaView attivabile con due tocchi per controllare il contenuto del frigo senza aprirlo. Concludiamo con il top del top, ovvero il Liebherr SBSES 8486. Efficienza, prestazioni e rumorosità sono di livello professionale. In più, può contare su una cantinetta per i vini integrata con sportello in vetro.

Ardo, Bompani e Smeg: il made in Italy che ha fatto storia

frigoriferi smeg
Alcuni marchi di elettrodomestici made in Italy sono riusciti a ritagliarsi un’ampia fetta di ammiratori anche all’estero. E questo non solo per la qualità tecnologica dei prodotti ma anche per la cura riposta nel design. In ambito di frigoriferi, Ardo, Bompani e Smeg, sono tre grandi eccellenze italiane di cui abbiamo selezionato i modelli migliori.

Frigoriferi Ardo e Bompani
Ardo e Bompani sono due marchi italiani dalla lunga tradizione che si esprime attraverso uno stile elegantemente retrò. Prendiamo, ad esempio, il frigorifero monoporta Ardo 6DVSD275DRE. Realizzato in tinta rossa, si mostra compatto ma senza privarsi del vano congelatore interno. Più grande e versatile è, invece, il modello 6DVBM316FCR, sempre prodotto dall’azienda di Fabriano. Accattivante nella sua colorazione panna, vanta una capacità di 316 litri. Agli amanti dei colori più accesi, invece, consigliamo il Bompani BODP269/V, frigorifero doppia porta in tonalità verde lime. Audace nel design ed estremamente silenzioso, vanta anche un sistema di congelamento rapido davvero efficace. Concludiamo la nostra selezione con un altro modello della casa di Modena: il Bompani BOCB 680/C. A livello cromatico, si torna sui binari più sobri di un crema pastello. Con consumi estremamente contenuti ed un’ottima organizzazione interna, si mostra essere uno dei più interessanti della categoria.

Frigoriferi Smeg
Fondato nel 1948, lo storico marchio di Guastalla si è distinto sempre per l’attenzione verso la componente estetica dei propri prodotti. Colori vivaci, forme bombate ed esclusivi particolari in metallo danno vita oggi alla linea vintage anni ’50 di Smeg, ispirata ad un design unico. Ne fa parte il frigorifero monoporta con congelatore FAB28RDUJ3, modello da 270 litri che si caratterizza per la particolarissima colorazione Union Jack, dedicata alla bandiera del Regno Unito. Incontriamo, poi, il frigorifero doppia porta Smeg FAB30RR1 da 293 litri, anch’esso gradevolmente retrò ma forte di un colore rosso acceso che lo mette in risalto all’interno della cucina. Più capiente ancora è il combinato Smeg FAB32RPG3 con spazio interno pari a 331 litri e classe energetica A+++. In questo caso, la colorazione verde acqua lo rende sobrio ed elegante. Per chi ha bisogno di molto più spazio per gli alimenti, Smeg ha costruito un’altra perla di design e prestazioni. Ci riferiamo al modello FQ960P, disponibile in tonalità panna, azzurro e nero. Si tratta di un frigorifero americano con quattro porte e quasi 600 litri di capacità.

L’evoluzione del frigo fra design e tecnologia

frigorifero smart
La conservazione dei prodotti alimentari è stata per l’uomo una sfida costante, dettata in primis dallo spirito di sopravvivenza. Il sale è il primo strumento “evoluto” per preservare i cibi, assieme alla conservazione in ambienti freddi quali cantine, pozzi o armadi coibentati. Ma è la fabbricazione del ghiaccio su scala industriale a rappresentare un passaggio cruciale, avvenuto in Italia nel 1880 con l’apertura della prima fabbrica a Roma. L’idea di frigorifero come oggi lo intendiamo inizia a diffondersi anch’essa nel XIX secolo. Le prime macchine costruite funzionano a vapore oppure sfruttano il ghiaccio prodotto altrove. Bisogna attendere fino al 1918 per vedere i primi frigoriferi moderni con compressore, ideati dall’americano Alfred Mellowes e commercializzati col nome “Frigidaire”. L’elettrodomestico arriva in Italia solo negli anni ’50 e, complice il boom economico che il Paese sta vivendo, subito spopola. Design e colori diventano iconici, tanto che oggi molti dei frigoriferi retrò in commercio, come Bompani BOMP 112/A, si ispirano proprio a quel modello estetico che richiama, a sua volta, lo stile americano. Ci riferiamo, soprattutto, ai frigoriferi colorati e bombati che rappresentano oggi un elegante elemento d’arredo. Negli anni successivi, il frigo si trasforma tramite l’aggiunta del congelatore e di molte funzioni utili fra cui lo sbrinamento automatico. Motore inverter, sistema no frost, schermi touch e funzioni smart sono solo gli ultimi step evolutivi. Inoltre, la costruzione di macchine sempre meno inquinanti e poco energivore è la direzione verso cui si stanno muovendo con decisione tutti i produttori.  

Capacità interna e dimensioni esterne: modelli freestanding a confronto

Valutare la capacità del frigorifero in relazione alle abitudini alimentari ci permette di individuare il modello ideale per noi. Avere tanto spazio a disposizione e non poterlo sfruttare si traduce, in pratica, in uno spreco di risorse energetiche. Viceversa, riempire un frigorifero piccolo in modo esagerato, ne compromette le prestazioni. Di seguito, vediamo i vari tipi di modelli in commercio, confrontandone le dimensioni:

Frigorifero mono o doppia porta
La prima tipologia a diffondersi su larga scala anche in Italia è il frigorifero monoporta, come il Miele K 37683 IDF sprovvisto di vano congelatore. Abbiamo di fronte un elettrodomestico adatto a refrigerare i cibi freschi e facilmente deperibili. Variabile molto a livello di dimensioni, non supera di norma i 200 litri, mostrandosi perfetto per un single o una coppia. Il frigorifero doppia porta, come il nome stesso ci aiuta a capire, presenta uno scomparto indipendente dedicato ai congelati. Posizionato in alto, è decisamente meno spazioso rispetto a quello frigo. Molto tradizionale nel design, prevede una capacità interna compresa fra i 250 ed i 450 litri, potendo soddisfare nel secondo caso le esigenze di una famiglia di 4 persone. 

Frigorifero combinato
A livello di capacità, il discorso appena fatto vale anche per il frigorifero combinato come Whirlpool SP40 800. Ma qui cambiano le proporzioni fra gli scomparti e lo spazio dedicato ai congelati si fa più grande. Inoltre, quest’ultimo è posizionato in basso e suddiviso in vari cassetti a temperatura variabile. Alti e slanciati, questi modelli esaltano la propria componente estetica senza mai perdere di vista l’efficienza energetica e le prestazioni.

Frigorifero americano 
Fra i modelli pensati in origine per il mercato USA, il frigorifero side by side, come l'Haier HRF-522IG7, è quello che più ha trovato terreno fertile a livello internazionale. Anche chiamato frigorifero americano, si caratterizza per le due porte affiancate, una per aprire il frigo, l’altra il congelatore. Dotato spesso di dispenser per acqua e ghiaccio, offre una capacità senza paragoni. Parliamo, infatti, di valori compresi fra i 500 ed i 650 litri, ideali per famiglie composte anche da sei persone. Molto interessanti sono le varianti a quattro porte (due sopra e due sotto) come il Beko GN1416232ZX o quelle con French door che prevedono un cassetto orizzontale posto in basso, appena sotto le due porte principali.

Le funzionalità avanzate dei frigo top di gamma

Un design curato nei minimi dettagli cela sempre un cuore potente ed efficiente. Per questo, i frigoriferi top di gamma sono dotati di tecnologie avanzate che migliorano le prestazioni ed abbattono i consumi energetici. Ecco di seguito, le principali: 

No Frost e raffreddamento rapido
A fine anni ’90, il diffondersi della tecnologia No Frost segna un passaggio chiave per il frigorifero. Fino a quel momento, infatti, si parlava solo di modelli statici o ventilati, elettrodomestici che costringevano il proprietario a sbrinarli di tanto in tanto. Ma grazie al sistema No Frost, lo sbrinamento è automatico e si realizza attraverso un sistema di canalizzazioni interne che permettono all’aria di spostarsi ed evaporare. Inoltre, rispetto alle tecnologie precedenti, si riduce la formazione di muffe e funghi per via di un microclima più secco all’interno del frigo. Molto interessanti sono anche le funzioni di raffreddamento e congelamento rapido proprie di alcuni modelli di fascia alta. Pensate, in particolare, per il primo avvio, permettono al motore di lavorare con maggiore potenza così da abbassare la temperatura in modo repentino.

Dispenser di ghiaccio e acqua
Immancabili a bordo del frigorifero side by side, ne influenzano in modo peculiare l’aspetto estetico. Ci riferiamo ai dispenser di ghiaccio e acqua fredda, anch’essi retaggio stilistico e culturale d’oltreoceano. Questi pratici erogatori sono posti in corrispondenza di una delle due porte frontali e prevedono un rubinetto ed un piano d’appoggio per bicchieri e contenitori. Dotati di tasti fisici o controlli touch, ci permettono anche di regolare la temperatura dell’acqua secondo i nostri gusti.

Touch screen e funzioni smart
I frigoriferi di ultima generazione come i Samsung Family Hub si trasformano in qualcosa di più di macchine per il freddo. Interattivi e intelligenti, si arricchiscono di funzionalità evolute che ci semplificano la vita e ne accrescono il comfort. A partire dagli ampi display touch che trovano posto sulla superficie della porta del frigo. Oltre a permetterci di monitorare la temperatura interna scomparto per scomparto, possono anche trasformarsi in schermi per la riproduzione di contenuti in streaming. Ma le funzioni smart basate sulla connettività Wi-Fi non si limitano a questo. Grazie ad app per smartphone, infatti, potremo gestire il frigo da remoto connettendolo alla rete di casa. Sarà, così, possibile controllarne il contenuto in qualsiasi momento e ricevere notifiche mirate ogni qual volta un certo alimento stia per esaurirsi.

Il design come valore aggiunto e l’importanza dei materiali

Qualsiasi frigorifero freestanding sceglieremo di acquistare, influenzerà l’aspetto della cucina in modo netto. Non parliamo di un forno a microonde o di un frullatore, qui siamo al cospetto di un elettrodomestico grande e massiccio, impossibile da nascondere allo sguardo. E allora, anziché celarlo, le case produttrici hanno pensato bene di curarne il design per renderlo un elemento d’arredo. Ma vediamo, di seguito, quali sono gli elementi chiave su cui gioca l’estetica dei frigoriferi top di gamma.

Gli stili 
Parlando di stili, possiamo individuare due macrocategorie: frigoriferi moderni come il Samsung RB 37 K63632C oppure retrò. Le differenze sono tante e si esprimono attraverso linee, colori e materiali costruttivi. Questi elementi, a seconda di come sono amalgamati assicurano al frigo un’immagine vintage o più vocata all’hi-tech. Il design moderno coincide con forme squadrate e superfici in acciaio inox spazzolato. Anche le maniglie sono in acciaio e possono farsi tubolari. Cornici in metallo chiaro definiscono al meglio le linee mentre la porta frontale può essere realizzata in vetro, così da essere a vista. È il caso, in particolare, del frigorifero side by side con cantinetta laterale per i vini. Se la nostra cucina è più colorata e rustica, la scelta di un modello vintage le darà quel tocco in più. Ispirati al design degli anni ’50, parliamo dei frigoriferi bombati dallo stile unico. All’acciaio satinato dei modelli più moderni, si sostituiscono porte colorate in metallo lucido, perfette per essere decorate con calamite, sempre in perfetto american style. Più compatti rispetto ai frigo side by side o ai grandi combinati, questi modelli ci impongono qualche compromesso in termini di capacità interna.

I colori
Per dare risalto al design della cucina, è importante scegliere il frigorifero del giusto colore. Il mercato propone, in larga parte, prodotti bianchi o color argento. Ma non mancano frigo neri, come l'Hotpoint Ariston E4D AA B C, dal carattere deciso. Sobri ed eleganti, si integrano molto bene nell’ambiente, sposandosi con linee moderne ma anche più rustiche. Viceversa, i frigoriferi colorati retrò sono più audaci a livello cromatico e, come è naturale, più appariscenti. Rosso, verde, azzurro, arancio e beige: queste le tonalità pastello più diffuse. Ma non mancano fantasie bicolore o più azzardati motivi a pois. Senza contare l’eccentrico design Union Jack di alcuni modelli Smeg

Classe energetica e consumi

Per far rendere al meglio il nostro frigorifero e, contemporaneamente, spendere di meno in bolletta, l’acquisto di un modello con compressore inverter risulta essere decisamente vincente. Questi motori, infatti, sono in grado di erogare una potenza variabile, ottimizzando la propria frequenza in modo dinamico a seconda del carico di lavoro richiesto. Da ciò deriva una migliore operosità del motore stesso ed una superiore silenziosità. Frigoriferi del genere riescono a fregiarsi spesso della classe energetica A+++ che assicura i minori consumi possibili per ciascun tipo di elettrodomestico. Riportata sempre sull’etichetta energetica, la classe energetica ci permette di capire quanto consumeremo in termini di elettricità. Entrando più nello specifico, appena sotto l’indicazione della classe energetica, trova posto anche un valore numerico. E tale indicatore esprime i consumi annui in kWh del frigo, fondamentali per darci un’idea più precisa degli euro che spenderemo in bolletta. Capacità in litri del frigorifero e del congelatore sono altri due elementi che non possono mai mancare sull’energy label. In ultimo, troviamo indicato il livello di rumorosità del modello espresso in dB. E come abbiamo anticipato, un frigorifero A+++ con compressore inverter riuscirà a mantenersi su livelli acustici inferiori ai 40 dB, impensabili fino a qualche anno fa. 

Le marche più popolari