Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

Speciale Dyson: guida ai dispositivi ultratecnologici del brand inglese

Dyson è la quintessenza dell’innovazione al servizio della vita di tutti i giorni. Aspirapolvere, purificatori d’aria e prodotti per la cura dei capelli: queste le categorie in cui il marchio inglese eccelle, grazie al continuo sviluppo di tecnologie all’avanguardia. Nel nostro speciale andiamo ad analizzare gli strumenti più interessanti messi a punto da Dyson, trattandoli separatamente. Motori potenti e silenziosi, materiali costruttivi di pregio e funzionalità evolute: di questo e altro parliamo nella nostra guida all’acquisto, analizzando anche la gamma degli accessori Dyson.
migliori prodotti Dyson

Perché scegliere un prodotto Dyson?

Ecco di seguito riassunti i punti di forza Dyson. Sviluppo tecnologico, qualità eccellente su tutta la gamma, design, approccio sostenibile e assistenza post-vendita: attraverso i capisaldi Dyson scopriremo perché questi prodotti sono fra i migliori in circolazione. 

Innovazione Dyson: tutto parte dall’aspirapolvere

Si deve a James Dyson la creazione del brand numero uno al mondo in ambito di aspirapolvere. Già nel 1978, l’ingegnere inglese aveva immaginato pionieristici elettrodomestici privi di sacchetto. La messa a punto del sistema ciclonico, però, richiede molti anni e numerosi tentativi. Solo nel 1983, infatti, James Dyson dà vita al Dual Cyclone: il primo aspirapolvere senza sacchetto in assoluto. Fra i tanti brevetti proposti da Dyson negli anni successivi, il culmine è il modello G-Force, sviluppato a fianco dell’azienda giapponese Apex Inc. e lanciato sul mercato nel 1991. Il successo del prodotto, infatti, consente a James Dyson di mettersi in proprio, fondando il brand cui darà il nome. Trascorsi 30 anni, l’azienda mantiene il proprio ruolo di apripista, continuando a proporre strumenti all’avanguardia, spesso imitati dalla concorrenza. La qualità Dyson, forte di una costante spinta evolutiva, resta ancora oggi elevatissima. E tale fattore giustifica i prezzi piuttosto alti di questi device.

Gli altri prodotti a marchio Dyson

Oltre a primeggiare in ambito di aspirapolvere, il gigante britannico si è concentrato su due ulteriori categorie: i purificatori d’aria ed i prodotti per la cura dei capelli. Nel primo caso, siamo al cospetto di device smart in grado di monitorare lo stato dell’aria per filtrarla da impurità, batteri ed allergeni. Ma non mancano purificatori d’aria Dyson in grado di riscaldare gli ambienti e regolarne l’umidità. Al secondo gruppo, appartengono strumenti professionali per l’asciugatura e la messa in piega dei capelli che lavorano a temperature molto più basse della media. Di queste tre grandi macrocategorie tratteremo nella nostra guida, andando ad evidenziare i modelli più interessanti. 

Design, efficienza, sostenibilità e assistenza

Pochi modelli ma realizzati con cura estrema: è questo lo spirito di Dyson che ripone particolare attenzione anche sul versante del design. Efficienza e sostenibilità sono altri due punti cardine dell’azienda di Malmesbury. Parliamo, infatti, di dispositivi che limitano al massimo i consumi energetici e sono costruiti, in larga parte, con materiali riciclati. Non a caso, la propensione ad eliminare gli sprechi emerge sin dagli albori, nella volontà di progettare aspirapolvere Dyson privi di sacchetti usa e getta. Scegliendo un prodotto Dyson, il cliente è certo di portarsi a casa un oggetto unico. Ma qualora le aspettative non dovessero essere soddisfatte, la politica del brand prevede un periodo di prova di 30 giorni, entro i quali è possibile restituire il dispositivo senza costi aggiuntivi, qualora acquistato nello shop ufficiale. In più, la garanzia sui modelli Dyson è valida per due anni, elemento non comune in ambito tecnologico. Altro pilastro in casa Dyson è l’assistenza al cliente, garantita 7 giorni su 7, così da offrire sempre un supporto rapido ed efficace.
(Dati aggiornati a settembre 2021 e soggetti a variazione nel tempo)

Fonte immagini: sito ufficiale Dyson

Aspirapolvere Dyson: lo stato dell’arte delle pulizie

Gli aspirapolvere Dyson riescono a coniugare, come nessun altro modello in circolazione, comodità d’uso e potenza. Va detto, però, che aspirapolvere è un termine un po’ limitante. Siamo, infatti, al cospetto di evolute scope elettriche dalla leggerezza straordinaria. Agili e versatili, hanno nel motore il proprio punto di forza. 

I futuristici motori Hyperdymium

Circa 20 anni sono serviti a James Dyson per mettere a punto il sistema Hyperdymium, una tecnologia futuristica pensata per miniaturizzare i motori senza perdere nulla in termini di potenza. Il tutto a vantaggio della praticità, favorita proprio dal peso e dalle dimensioni contenute dei componenti. Rispetto ai tradizionali meccanismi a spazzole, le scope elettriche Dyson montano motori ad impulsi digitali che impiegano, per lavorare, magneti al neodimio, sviluppando fino a 125 mila giri al minuto. In più, nella realizzazione dell’albero centrale dei motori Dyson, la ceramica ha sostituito l’acciaio, sempre nell’ottica di assicurare una superiore leggerezza. Silenziosità ed efficienza energetica: ecco gli ulteriori vantaggi di tali propulsori. 

Batterie, filtri e sensori per il rilevamento dello sporco

Assieme ai motori, sono le batterie a svolgere un ruolo fondamentale negli aspirapolvere senza filo Dyson. Integrate nel manico, garantiscono fino a 60 minuti di autonomia lontano da prese elettriche, facendo registrare risultati record nella categoria. Un vano di raccolta capiente e facile da svuotare arricchisce i modelli Dyson più recenti, progettati all’insegna della praticità. Ma lo stesso discorso vale anche per i filtri, facili da estrarre e lavare sotto l’acqua. Mentre efficaci sensori per il rilevamento dello sporco gestiscono la potenza in automatico, tenendo conto anche del tipo di superficie da pulire. Pavimenti, tappeti, divani, moquette, tappezzeria dell’auto: non ci sono praticamente limiti. 

Tante configurazioni per soddisfare le tue esigenze

Grazie ad un ricco parterre di accessori (disponibili in confezione o venduti separatamente), i modelli Dyson riescono a pulire senza sforzo anche gli spazi più angusti e difficili da raggiungere. Fra i gadget a disposizione, inoltre, non mancano supporti per la ricarica e batterie aggiuntive. E proprio per questo, gli aspirapolvere Dyson sono proposti in molteplici configurazioni che variano a seconda dei componenti presenti nella confezione. In tale ottica, la scelta si lega alle necessità reali dell’utente. Oltre, naturalmente, al budget a disposizione. Di seguito, vediamo quali sono i modelli più interessanti in catalogo, suddividendoli in aspirapolvere di ultima generazione e prodotti meno recenti. In aggiunta, abbiamo inserito una sezione dedicata esclusivamente agli accessori.

L’ultima generazione Dyson: V15 e Omni-Glide

Due sono i nuovi aspirapolvere Dyson lanciati sul mercato nel 2021. Sebbene con personalità molto differenti, racchiudono ed esprimono il meglio del know-how Dyson. Parliamo del top di gamma V15 Detect Absolute e dell’ultra-compatto Dyson Omni-Glide. Di seguito ne approfondiamo le caratteristiche.

Dyson V15 Detect Absolute: la pulizia spinta all’ennesima potenza

Dyson ci ha abituati allo stupore, presentando generazione dopo generazione aspirapolvere senza fili sempre più avanzati. Dyson V15 Detect Absolute non fa eccezione, introducendo su una struttura rodatissima alcune novità di rilievo. Ci riferiamo, per cominciare, alla spazzola Laser Slim Fluffy, un componente innovativo che individua lo sporco come nessun altro mai. Grazie al laser verde integrato, infatti, la spazzola mette allo scoperto anche le più piccole particelle nascoste sulle superfici, andando poi a catturarle. In aggiunta, il nuovo aspirapolvere a batteria Dyson è provvisto di un sensore piezoelettrico che rileva, misura e conta le singole particelle, suddividendole per tipologia. E attraverso il grafico mostrato sul display LCD, ci svela la concentrazione di polveri, pollini, allergeni ed acari a seconda della relativa dimensione. In concreto, l’aspirapolvere andrà a gestire la propria potenza in modo dinamico, spingendola al massimo solo laddove ce ne sia davvero bisogno. Grazie all’eccezionale efficienza energetica, la scopa elettrica Dyson V15 ottimizza l’autonomia della batteria che vanta una durata superiore alla media. In più, scegliendo la configurazione V15 Detect Absolute Extra, ci portiamo a casa un battery pack ausiliario da affiancare al principale, raddoppiando i tempi operativi. Potente motore Hyperdymium, efficace filtro HEPA e tanti accessori inclusi in confezione: ecco gli altri elementi di forza di Dyson V15 che introduce un’ulteriore novità: la mini turbo spazzola anti-groviglio ideale per rimuovere capelli e peli d’animale.

Dyson Omni-Glide: l’agilità prima di tutto

Con Dyson Omni-Glide, il gigante inglese propone un aspirapolvere senza fili dal profilo differente. Più compatto e maneggevole rispetto ai fratelli maggiori, è anche venduto ad un prezzo inferiore. Ciò non significa, però, che la qualità venga meno. Semmai, si tratta di un prodotto dedicato ad un’utenza diversa. Eccezionale sulle superfici anguste, è l’ideale per appartamenti non troppo grandi, puntando con decisione sulla manovrabilità. Leggero e agile, ha nella spazzola Fluffy omnidirezionale il segreto del proprio funzionamento. Provvista di due rulli morbidi motorizzati e quattro ruote direzionali, è in grado di muoversi in orizzontale, verticale ed obliquo. Così facendo, lo sforzo è praticamente azzerato. Silenzioso e prestante, integra i migliori componenti miniaturizzati mai realizzati da Dyson. In più, montando un pratico pulsante di avvio al posto del grilletto, può essere spostato da una mano all’altra senza spegnersi. Easy e stiloso, prevede un manico che si piega fino a toccare il pavimento, così da raggiungere gli angoli nascosti sotto i mobili. Estraendo il tubo principale, inoltre, si trasforma in un attimo in aspirapolvere portatile. Arricchito da numerosi accessori, pesa solo 1.9 Kg.

V11: un mostro di potenza per tutta la casa

Un grande classico fra gli aspirapolvere Dyson è il modello V11: un concentrato di tecnologia in grado di compiere un ulteriore balzo avanti rispetto ai predecessori. Dyson V11 mantiene inalterate alcune caratteristiche del V10 ma va a migliorare l’esperienza d’uso generale attraverso aggiunte significative (Nel Magazine di Trovaprezzi.it, Dyson V11 o Dyson V10? Ecco tutte le differenze nel nostro video confronto). Se ergonomia e design restano sostanzialmente invariati, è la spazzola High Torque a rappresentare la novità di maggior peso. Parliamo di una spazzola motorizzata provvista di setole in nylon e filamenti antistatici in fibra di carbonio. Capace di adattarsi ad ogni superficie, integra un sensore che rileva la resistenza del pavimento per regolare in automatico la potenza. L’aspirapolvere senza fili Dyson V11, inoltre, monta un piacevole display rotondo sul fondo, un piccolo schermo che ci permette di tenere sempre sotto controllo lo stato della batteria. Ma non solo: ci consente anche di cambiare modalità operativa, scegliendo fra Auto, Eco e Boost. Della prima abbiamo già parlato. La seconda, invece, è pensata per consumare il meno possibile prolungando la durata della batteria. L’ultima, infine, spinge la potenza al massimo, facendo però calare l’autonomia. In media, comunque, la durata della batteria si assesta sui 40 minuti, un risultato più che sufficiente per qualsiasi tipo di lavoro. Ovviamente, una volta ultimata la pulizia, la scopa elettrica Dyson può essere comodamente risposta nella propria dock di ricarica, inclusa nella confezione. 

Le configurazioni di Dyson V11

Numerose sono le configurazioni previste per Dyson V11, differenti per prezzo e dotazione di accessori. Dyson V11 Torque Drive Extra è la variante base, forte dell’ottima spazzola High Torque e ben 8 accessori aggiuntivi, fra cui una bocchetta a lancia ad attacco rapido, una spazzola per lo sporco difficile ed una per le superfici delicate. Spendendo qualcosa di più, ci portiamo a casa Dyson V11 Absolute Extra, che include anche una spazzola a rullo per pavimenti capace di catturare la polvere fine. Dyson V11 Absolute Extra Pro (Nel Magazine di Trovaprezzi.it, Recensione Dyson V11 Absolute Extra Pro), poi, si arricchisce di due ulteriori accessori: l’adattatore Up top ad attacco rapido e la bocchetta a lancia flessibile, sempre ad attacco rapido. In ultimo ma non per importanza, Dyson V11 Outsize è la variante XL di questo celebre modello. Provvisto di spazzola più larga e vano di raccolta più capiente, è dedicato agli ambienti particolarmente estesi. Inoltre, nella versione Outsize Absolute, la confezione è arricchita dalla spazzola Laser Slim Fluffy di ultima generazione. 

V10 e V8: i modelli meno recenti che ti fanno risparmiare

Chi voglia toccare con mano la qualità degli aspirapolvere Dyson, non deve per forza scegliere un modello di ultima generazione. Nel catalogo del marchio inglese, infatti, trovano spazio scope elettriche meno recenti che ci permettono di risparmiare un po’. 

Dyson V10

Dyson V10 è un aspirapolvere prestante che mantiene molti punti in comune con i fratelli più costosi. Benché privo delle ipertecnologiche spazzole Slim Fluffy Laser e High Torque, può contare sulla rodata e performante Direct Drive. Inoltre, manca all’appello il comodo display posteriore. E la potenza, sempre gestibile su tre livelli, non viene erogata in modalità automatica. Solido, leggero e maneggevole, l’aspirapolvere senza fili Dyson V10 è capace di trasformarsi in modello portatile, attraverso l’eliminazione del tubo centrale e l’attacco degli accessori direttamente sul corpo principale. E a tal proposito, sono due le varianti con cui è proposto: la Motorhead, provvista di 6 accessori ed una spazzola e la Absolute, che aggiunge al pacchetto la spazzola morbida a rullo. 

Dyson V8

Con simile criterio possono essere distinti gli aspirapolvere Dyson V8 Motorhead e Dyson V8 Absolute Plus, il primo dei quali è il modello più economico in assoluto nel catalogo del brand britannico. Al di là della differente dotazione di accessori, siamo al cospetto di un prodotto che mantiene alto il proprio valore, anche a qualche anno di distanza dal lancio. Portavoce dello spirito pionieristico di James Dyson, è un aspirapolvere potente e silenzioso, efficace e versatile. Sebbene manchino le tecnologie più avanzate di rilevamento dello sporco, si comporta bene su qualsiasi superficie grazie ai due livelli di potenza gestibili con un pratico switch. In generale, quindi, l’esperienza d’uso resta di altissimo livello.

360 Heurist: il robot aspirapolvere secondo Dyson

Robot aspirapolvere Dyson
I robot aspirapolvere hanno rivoluzionato il concetto di pulizie domestiche all’insegna dell’automazione e della comodità per l’utente. E anche in tale particolare categoria, Dyson si mostra un passo avanti rispetto alla concorrenza, grazie all’impiego di raffinatissime tecnologie. Il robot aspirapolvere Dyson 360 Heurist è il fiore all’occhiello della casa britannica, un piccolo device in grado di sostituire in toto il lavoro umano nella pulizia di pavimenti, moquette e tappeti. Provvisto del potente motore Dyson V2 e di un evoluto sistema di scansione laser di tipo SLAM, il compatto dispositivo è in grado di mappare per intero la nostra abitazione, migliorando il proprio comportamento di volta in volta. E lo fa anche con poca luminosità grazie all’anello di luci LED posto sul lato superiore. Sfruttando un approccio di tipo euristico e un hardware di alto livello, infatti, l’aspirapolvere senza fili Dyson impara a conoscere gli ambienti per muoversi in essi senza difficoltà. Dotato di grande spazzola motorizzata, è in grado di adattare la potenza a seconda della superficie. In più, riesce a superare ostacoli fino ad un massimo di 15 mm. Un sistema ciclonico avanzato e filtri molto efficaci gli consentono di catturare la polvere e gli allergeni per poi restituire aria purificata. Ed una volta portato a compimento il lavoro, torna in autonomia alla propria dock di ricarica. Costantemente connesso alla rete, Dyson 360 Heurist può essere controllato attraverso l’assistente vocale Amazon Alexa. In alternativa, è gestibile da remoto attraverso la ricca app per smartphone Dyson Link. Definire le aree di pulizia, escludere uno o più ambienti, monitorare l’attività in tempo reale e programmare il lavoro: ecco alcune delle funzioni smart accessibili dall’app Dyson.

Purificatori d’aria Dyson: tecnologia virtuosa

Dyson purificatore aria
Sviluppare tecnologie innovative al servizio della quotidianità: questa la mission di Dyson che progetta e costruisce i più evoluti purificatori d’aria in circolazione. Frutto di un lungo lavoro di ricerca, impiegano lo stesso sistema con cui Dyson ha monitorato la qualità dell’aria in tutto il mondo durante e dopo il lockdown. Ci riferiamo al progetto internazionale che ha visto protagonista uno zaino speciale. Disegnato da Dyson per rilevare le percentuali di polveri sottili, gas inquinanti e biossido d’azoto nell’aria, è stato indossato da numerosi ambassador Dyson in tutto il mondo. Attraverso il controllo costante dei dati rilevati, è emerso quanto sia stato positivo l’impatto del lockdown sulla qualità dell’aria che respiriamo. Come accennato, la stessa tecnologia trova posto nei purificatori d’aria Dyson, evoluti device che filtrano e puliscono l’aria fra le mura domestiche (Nel Magazine di Trovaprezzi.it, Combattere il caldo con i purificatori d’aria e i ventilatori Dyson). 

Il DNA dei purificatori d’aria Dyson

Eleganti e futuristici nel design, i modelli Dyson sono realizzati in tre differenti varianti: i purificatori ventilatori, i purificatori termoventilatori ed i purificatori umidificatori. Provvisti di avanzati filtri HEPA affiancati da efficaci filtri ai carboni attivi, sono capaci di catturare allergeni, batteri, virus ed inquinanti. Il lavoro dei filtri, poi, restituisce aria pulita quasi al 100%. Utilissimi per limitare gli effetti dei pollini, lavorano anche molto bene come aspiratori da cucina, filtrando i cattivi odori con grande capillarità. Tutti dotati di telecomando incluso nella confezione, possono muoversi sul proprio asse fino ad un massimo di 350 gradi, così da coprire per intero l’ambiente in cui sono collocati. I purificatori d’aria Dyson più evoluti, inoltre, includono un display che mostra in tempo reale la qualità dell’aria e la temperatura in casa. Inoltre, sono gestibili attraverso l’app Dyson che consente di programmarne il funzionamento e creare uno storico delle informazioni rilevate dal dispositivo. Ma la stessa app ci avverte anche quando è necessario sostituire i filtri. Silenziosi e connessi alla rete, possono anche essere controllati con la voce attraverso gli assistenti vocali Siri, Alexa e Google Assistant. Nella prossima sezione della guida, analizziamo nello specifico i migliori purificatori d’aria Dyson.

La gamma dei purificatori d’aria Dyson

Come accade per gli aspirapolvere Dyson, anche i purificatori d’aria Dyson sfruttano l’ossigeno per lavorare. Anziché aspirare aria, però, la spingono verso l’esterno dopo averla filtrata accuratamente. Siamo, quindi, in presenza di ventilatori con doppia funzione. Ma nella ricca gamma Dyson non mancano prodotti in grado anche di umidificare o riscaldare l’aria. 

Apriamo la nostra selezione con uno dei modelli dal miglior rapporto qualità-prezzo. Dyson Pure Cool Me è il piccolo dell’azienda, un device ultraevoluto e compatto da posizionare su un tavolo, una scrivania o un comodino. Perfetto per ambienti di medie dimensioni, è provvisto di avanzati filtri HEPA e filtri ai carboni attivi. Capace di oscillare fino a 70 gradi, sfrutta la tecnologia Core Flow per dare vita ad una corrente direzionabile di aria pulita e fresca. 

Per chi cerchi una soluzione da terra, consigliamo Dyson Purifier Cool, progettato con l’ormai iconica silhouette a torre. Sinuoso ed elegante, sfrutta la connettività Wi-Fi per comunicare con l’app Dyson Link, attraverso la quale può essere gestito a distanza. Ma l’app è anche un grande raccoglitore di informazioni, andando a creare uno storico dei rilievi compiuti dal purificatore. In più, questo modello può essere controllato con la voce, supportando i più celebri assistenti vocali. E con pochi euro in più, ci portiamo a casa la variante Purifier Cool Formaldehyde che, oltre a catturare pollini, allergeni e sostanze inquinanti, distrugge la formaldeide.

Proseguendo nella nostra selezione, ecco i due modelli di punta del brand di Malmesbury che, non a caso, sono anche i più costosi. Dyson Pure Humidify + Cool aggiunge alle funzioni di ventilatore e purificatore quella di umidificatore. Mantenendo inalterato l’accattivante stile del colosso inglese, riesce a regolare la quantità d’acqua nell’aria a seconda delle nostre esigenze. Dotato di serbatoio interno, prima di vaporizzare l’acqua, la purifica con un filtro a raggi ultravioletti. Dyson Purifier Hot + Cool, invece, si fa sistema per la termoregolazione domestica a 360 gradi. Oltre ad immettere negli ambienti aria fresca pulita, infatti, la scalda per offrire un confort straordinario tutto l’anno. 

In ultimo, per chi intenda risparmiare qualcosa rinunciando alle funzionalità smart, consigliamo un modello un po’ meno recente. Ci riferiamo a Dyson AM07, purificatore con design a torre di eccellente fattura, sebbene privo di sensori evoluti e connettività intelligente.

Fare pace col calore: i prodotti per capelli Dyson

Capelli ricci, lisci, crespi, sottili o spessi hanno un nemico comune. L’eccesso di calore, infatti, è la prima causa di una chioma rovinata. Temperature estreme danneggiano i capelli. Ed un capello sfibrato non è in grado di riflettere la luce al massimo delle proprie possibilità, risultando spento. Capelli luminosi, invece, sono anche sani. Partendo da queste considerazioni, le migliori tecnologie sono state messe in campo da Dyson per progettare e realizzare prodotti per capelli in grado di lavorare a temperature notevolmente più basse del normale. Gestione dinamica del calore e dell’aria: ecco i segreti alla base di strumenti largamente utilizzati anche dai professionisti. Curatissimi nel design, sono subito riconoscibili per le accattivanti colorazioni ricche di stile. Phon, styler e piastra: ecco i tre prodotti per capelli a marchio Dyson L’asciugacapelli Dyson Supersonic e lo styler Airwrap, inoltre, sono venduti con un ricco corredo di accessori pensati per affrontare ogni situazione. Costruiti con sistema magnetico, sono stabili e veloci da sostituire. Ma lo stesso tipo di meccanismo è utilizzato anche per la piastra Dyson Corrale, il cui cavo di alimentazione magnetico può essere sganciato permettendo allo strumento di funzionare grazie alla batteria ricaricabile integrata. Di seguito, vediamo nel dettaglio come funzionano questi tre prodotti (Nel Magazine di Trovaprezzi.it, Dyson Supersonic, Airwrap o Corrale: quale scegliere per i tuoi capelli?).

Asciugacapelli Dyson Supersonic: veloce e gentile

Il phon Dyson Supersonic è il primo prodotto per la cura dei capelli lanciato dal brand inglese. Compatto, leggero e stiloso, è disponibile nelle varianti fucsia/antracite, nero/viola e nero/nichel. Concentrato di tecnologia e design, è spinto dal potente motore Dyson V9, capace di toccare quota 110 mila giri al minuto. Provvisto del sistema Air Multiplier, impiegato anche sui purificatori d’aria Dyson, produce un flusso controllato a pressione e velocità elevate che assicura un’asciugatura rapida e precisa. Il tutto gestendo il calore in autonomia, attraverso un controllo intelligente che rileva 40 volte al secondo la temperatura ambientale. In più, l’intensità del calore è regolabile su quattro livelli mentre tre differenti step consentono di personalizzare la forza del getto d’aria. Il risultato è un phon che non solo si mostra veloce ma anche delicato sui capelli. La ricca dotazione di accessori, inoltre, garantisce ancora maggiore versatilità nel creare lo styling. Beccuccio lisciante, concentratore, diffusore, pettine districante e beccuccio Gentle Air: questi gli elementi inclusi nella confezione, tutti rigorosamente magnetici.

Styler Dyson Airwrap: asciugatura e piega in un gesto solo

Dopo il phon Dyson Supersonic, l’azienda ha introdotto un secondo strumento dedicato alla cura dei capelli. Parliamo dello styler Dyson Airwrap, un arricciacapelli che è molto più di questo. Venduto in due differenti configurazioni sulla base degli accessori presenti, è un prodotto di bellezza a tutto tondo. Infatti, oltre a dare vita a ricci perfetti e acconciature ondulate degne di un parrucchiere, è anche in grado di allisciare i capelli con efficacia. Il principio base è lo stesso del phon Dyson: l’utilizzo di aria calda a temperatura controllata pensata per lavorare il capello senza sfibrarlo. Veloce e potente, ha il vantaggio di asciugare i capelli umidi e metterli in piega allo stesso tempo, sfruttando l’effetto Coandă. La temperatura massima raggiunta è pari a 150 gradi ma può essere regolata su quattro livelli. Uno in meno, invece, è previsto per la gestione del getto d’aria. Anche in questo caso, i tanti accessori inclusi nel pacchetto, assicurano una straordinaria versatilità. Coni di differenti dimensioni, una spazzola volumizzante e due liscianti: agli accessori principali si aggiunge il pre-styler, un mini phon pensato per eliminare l’umidità in eccesso dal capello prima di lavorarlo.

Piastra Dyson Corrale: lo stile sempre con te

L’ultima nata in casa Dyson è la piastra Corrale, uno strumento professionale per realizzare strepitose acconciature fai da te. Capelli lisci oppure styling ondulati: la piastra Dyson Corrale è la soluzione ideale per allisciare i capelli ma anche per dare vita a onde morbide, beach waves e punte arrotondate. Il fulcro del sistema sono le lamine flessibili in lega di rame e manganese, capaci di flettersi per adattarsi alle singole ciocche. Come per il phon Dyson ed il multistyler Dyson, il segreto è nelle basse temperature a cui lavora, fattore che previene del 50% i danni ai capelli, limitando al massimo l’effetto crespo. A differenza degli altri prodotti per la cura della chioma, qui non servono accessori aggiuntivi. Semplice e pratica da usare, la piastra Dyson funziona anche senza filo, grazie alla batteria integrata dall’ottima autonomia. Perfetta per essere infilata in borsa, è sempre pronta all’uso. E una volta scarica, si aggancia saldamente al cavo magnetico da infilare nella presa a muro. Con 70 minuti sotto carica, avremo a disposizione 30 minuti di operatività.

Le marche più popolari

Torna su