Piastra in ceramica, titanio o tormalina: qual è la migliore soluzione?

Di Irene Bicchielli 3 marzo 2021
piastre per capelli materiali

Non c’è donna oggi che non abbia una piastra per capelli in casa. Che la utilizziate tutti i giorni oppure solo in alcune occasioni speciali per rendere la piega perfetta, la piastra è un apparecchio indispensabile. Non tutte però conoscono la differenza tra i diversi modelli in commercio e quindi scegliere può diventare complicato. Un fattore chiave da considerare è il materiale con cui è rivestita la piastra: i più diffusi oggi sono ceramica o in titanio, ognuna con le proprie caratteristiche. Evitate invece di acquistare piastre in alluminio: questo era il materiale delle primissime piastre ma, a fronte di un prezzo molto basso, si è scoperto che la temperatura che raggiungeva era dannosa per i capelli.

Il materiale del rivestimento è dunque uno dei parametri più importanti per valutare una piastra per capelli. Ecco quali sono le differenze tra ceramica, titanio e tormalina.

Piastre per capelli in ceramica

La ceramica è sicuramente il materiale più utilizzato per la produzione di piastre per capelli. Infatti ne troverete tantissimi modelli di diversi prezzi e potrete scegliere quello più adatto alle vostre esigenze. Questo materiale è stato introdotto negli ultimi anni, con l’obiettivo di ridurre gli effetti negativi del calore sui capelli: le piastre realizzate in metallo, infatti, tendevano a rovinare i capelli perché non li proteggevano dal calore e rischiavano di spezzarli durante la stiratura. Con la ceramica, la stiratura è molto più delicata e non aggressiva per i capelli: il calore viene distribuito in modo uniforme e in questo modo non danneggia il capello mentre lo liscia. Così potete utilizzarla quante volte volete senza rischi.

Inoltre, il movimento risulta più fluido e scorrevole così si riduce anche il rischio di spezzare la fibra capillare. Ultimo aspetto, ma non da sottovalutare: le piastre con rivestimento in ceramica tendono a durare molto a lungo, non si rovinano né si usurano tanto facilmente.

Ce ne sono per ogni fascia di prezzo. Un modello decisamente economico, semplice ma efficace, è la Babyliss Piastra in Ceramica ST089E: si riscalda in 30 secondi e si può scegliere tra due diverse temperature. Essendo una piastra piuttosto basica, è consigliata per chi ha i capelli già lisci e vuole semplicemente dare il tocco finale al proprio styling.

Uno dei migliori modelli, ma decisamente più costosi è la GHD Gold Max Styler. Adatta anche alle chiome più ribelli, ha lamelle extra lisce ed elementi riscaldanti proprio in ceramica, che distribuiscono il calore in modo uniforme: i danni sono minimizzati e le lamelle scorrono facilmente sui capelli, senza spezzarli né tirarli. La temperatura automatica costante intorno ai 185° garantisce che i capelli non subiscano stress. Grazie alla superficie molto ampia, potete stirare ciocche piuttosto corpose e avere lo stesso ottimi risultati. E dopo 30 minuti di inutilizzo, la piastra entra in funzione sleep-mode automaticamente.
GHD Gold Max Styler

Se cercate una piastra senza spendere cifre elevate, un buon modello in ceramica è la Rowenta Liss&Curl Ultimate Shine SF6220 che permette sia di lisciare che di arricciare i capelli, a seconda dello stile che volete ottenere! Il riscaldamento è rapidissimo e, grazie al doppio generatore di ioni e al rivestimento in nano ceramica, i capelli sono morbidi e lucenti. Gli ioni negativi vengono rilasciati sulla ciocca mentre viene lisciata, in modo da neutralizzare l’elettricità statica ed evitare l’effetto crespo anche sui capelli più ribelli.

Piastre per capelli in titanio

L’alternativa alle piastre in ceramica sono quelle in titanio. In commercio ne troverete però molte meno perché si tratta di modelli professionali destinati ad essere utilizzate da parrucchieri professionisti. Il titanio è un materiale leggero e pregiato, che distribuisce il calore in modo omogeneo e con la massima attenzione alla salute del capello. La piastra Professionale HPS930/00 di Philips è rivestita in titanio per la massima conduzione del calore ma senza danneggiare i capelli: in 10 secondi la piastra si riscalda e i capelli sono perfettamente lisci in modo semplice e veloce. Gli ioni negativi eliminano l’effetto crespo, ammorbidiscono i capelli e li lisciano per la massima lucentezza.

Philips Piastra Professionale HPS930 00

Piastre per capelli in tormalina

Infine, le piastre in tormalina. Il livello sale ulteriormente e i prezzi per questi modelli sono decisamente elevati, si parla di centinaia di euro: ecco perché non ne troverete in vendita ma solo nel salone del vostro parrucchiere! La tormalina ha un effetto ionizzante sulla chioma, riveste la fibra del capello con una patina protettiva trasparente in grado di regalare una lisciatura impeccabile, che resiste all’umidità senza problemi. Più che una semplice stiratura, con la piastra in tormalina avrete un trattamento di bellezza per i capelli!

In definitiva, per l’utilizzo casalingo la cosa migliore è utilizzare una piastra in ceramica: si tratta di un materiale comunque rispettoso della salute del capello.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti