Come leggere l’etichetta energetica della caldaia?

Anche le caldaie dal 2015 devono obbligatoriamente avere l'etichetta energetica. Ecco come leggerla per fare un acquisto consapevole.
Di Irene Bicchielli 24 Novembre 2023
caldaia come leggere etichetta energetica

Come tutti gli elettrodomestici, anche la caldaia è un apparecchio che deve obbligatoriamente essere accompagnato dall’etichetta energetica, un documento fondamentale per conoscere tutte le informazioni più importanti relative all’elettrodomestico.

Secondo il regolamento EU 811/2013, tutti gli impianti termici per il riscaldamento e per la produzione di acqua calda sanitaria che hanno una potenza fino a 70 kW (quindi praticamente tutti), devono essere dotati dal 26 settembre 2015 dell’etichetta energetica che indica quanta energia consumano. Questo provvedimento si inserisce nel più ampio e lungimirante disegno dell’Unione Europea di migliorare il livello di efficienza energetica dei dispositivi che vengono immessi sul mercato e che in qualche modo consumano energia: l’obiettivo è quello, gradualmente, di far diminuire i consumi energetici e di conseguenza l’impatto ambientale di tali dispositivi.

Nonostante sia un documento fondamentale e obbligatorio, non tutti gli prestano la dovuta attenzione perché non conoscono le varie voci e non riescono bene a interpretarlo. In questo articolo parliamo proprio di come leggere l’etichetta energetica della caldaia. Scopriremo che è molto importante conoscere le informazioni riportate in etichetta.

Quali sono le classi energetiche delle caldaie?

Come vedremo tra poco, le caldaie sono elettrodomestici che presentano due diverse scale energetiche: una va dalla classe G alla classe A++ e una dalla classe G alla classe A. Non per forza le due classi energetiche saranno identiche, anzi spesso non è così, ma generalmente un elettrodomestico efficiente avrà entrambe le classi spostate verso la parte alta e verde della scala (e viceversa uno poco efficiente).

Come leggere l’etichetta energetica della caldaia?

L’etichetta energetica della caldaia è strutturata in modo un po’ diverso rispetto alle altre perché sono presenti due diverse sezioni, entrambe importanti. Tuttavia, risulta meno complessa di quelle di altri elettrodomestici perché le sezioni sono soltanto quattro.

Etichetta energetica della caldaia come leggerla

Etichetta energetica della caldaia: come leggerla

Vediamo nel dettaglio come leggerla.

1 – Nome del prodotto

Nella parte superiore, subito sotto al simbolo dell’Unione Europea, si trovano il nome del prodotto in questione e del produttore, ovvero del marchio che lo realizza. Se volete trovare informazioni aggiuntive sulla caldaia in questione, vi basterà fare una ricerca online sul sito del produttore o direttamente sui motori di ricerca.

2 – Classe di efficienza

A questo punto vedrete che l’etichetta energetica si suddivide in due settori distinti, con due diverse scale della classe energetica rappresentate nello stesso modo: delle barre più o meno lunghe, colorate dal rosso al verde. La lettera in evidenza rappresenta la classe energetica della caldaia.

Questi sono i due settori, identificati ognuno da un simbolo.

Ovviamente di solito le due classi vanno di pari passo ma non è detto che sia esattamente la stessa per l’una e per l’altra funzione.

3- Rumorosità

Nella parte sottostante sono presenti altre informazioni. Il simbolo più a sinistra (delle linee curve all’interno di una sagoma di una casetta) rappresenta l’indice di rumorosità della caldaia ed è espresso in decibel. Si tratta di un parametro importante soprattutto per chi decide di installare la caldaia all’interno di casa e potrebbe quindi trovare fastidioso un rumore troppo elevato.

4 – Potenza termica

Infine, c’è un rettangolo all’interno del quale potete leggere un numero. Si tratta della potenza termica nominale, che viene espressa in kW e che indica la quantità di calore trasferita nel tempo al fluido termovettore. Questo numero ci dice qual è la potenza termica effettivamente resa all’ambiente circostante ed è molto importante conoscerlo: ad un numero più elevato di kW, infatti, corrisponderà una potenza maggiore, utile a scaldare case più ampie.

Esistono delle formule specifiche che consentono di individuare la potenza necessaria a scaldare un appartamento di un certo numero di metri quadri: potenze inferiori non sarebbero in grado di riscaldare tutti gli ambienti, potenze maggiori rappresenterebbero uno spreco. Per questo vi consigliamo di approfondire bene qual è la potenza nominale che effettivamente vi è utile.

5 – Programmazione acqua calda

Non tutte le caldaie hanno quest’ultimo simbolo (anzi, sono davvero in poche ad averlo): se vedete un orologio con una freccia e una pila di monete in fondo a destra, significa che quella caldaia offre la possibilità di programmare la produzione di acqua calda sanitaria.

Dove si trova l’etichetta della caldaia?

L’etichetta energetica della caldaia è, come abbiamo visto, obbligatoria per legge dal 2015 quindi tutti gli apparecchi devono esserne dotati.

Se acquistate online, potete trovare la rappresentazione dell’etichetta nella scheda prodotto, tra le foto allegate oppure scaricando la scheda tecnica: è importante che sia presente tra le informazioni quindi, se non la trovate, controllate anche sul sito del produttore o eventualmente inviate una mail al sito dove volete acquistare. Si tratta infatti di un elemento a garanzia della buona qualità e delle buone prestazioni dell’apparecchio quindi è indispensabile leggerlo prima di fare un acquisto.

Se invece acquistate in negozio, l’etichetta energetica dovrebbe essere obbligatoriamente esposta, di solito è attaccata all’elettrodomestico stesso come adesivo oppure come cartellino. In ogni caso, deve essere presente e ben visibile: se non c’è, chiedete ad un commesso di poterla vedere prima di acquistare la caldaia.

Ora che sapete quali informazioni trovare nell’etichetta energetica di una caldaia e come interpretarle, non vi resta che trovare il modello giusto per le vostre necessità. Per farvi un’idea delle migliori del momento, potete leggere il nostro articolo con la top 10 delle caldaie più cercate su Trovaprezzi.it nel 2023.

Pubblicato il 24 Novembre 2023
Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Gli articoli, le guide, le recensioni e tutti i contenuti editoriali presenti su Trovaprezzi.it sono scritti esclusivamente da esperti di settore (umani). Non utilizziamo strumenti di intelligenza artificiale per produrre testi o altri contenuti.

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Segui le migliori offerte su Telegram
Torna su