Condizionatori senza unità esterna: quando conviene acquistarli?

I condizionatori senza unità esterna possono rivelarsi molto utili in alcuni casi. Scopriamo cosa sono e quando acquistarli è una buona idea.
Di Irene Bicchielli 23 giugno 2021
condizionatori senza unita esterna

I condizionatori sono ormai elettrodomestici praticamente indispensabili per molti di noi, non solo a casa ma anche in ufficio e nei luoghi pubblici come bar, ristoranti, negozi e studi professionali. Un particolare tipo di condizionatore è quello senza unità esterna, che risulta decisamente utile quando si cerca un modo per raffrescare gli spazi interni ma non si vuole modificare la facciata oppure non si ha posto in terrazza. Possono essere modelli a parete oppure a terra, dei migliori brand legati alla climatizzazione come Olimpia Splendid e Argo.

In questo articolo rispondiamo ad alcune frequenti domande che forse vi siete fatti anche voi se avete deciso di acquistare un condizionatore senza unità esterna.

Come funzionano i condizionatori senza unità esterna?

I condizionatori senza unità esterna sono quelli che hanno il motore integrato nello split che viene montato all’interno dell’abitazione: questo significa che non c’è il blocco motore che di solito viene installato all’esterno, in terrazza oppure attaccato alla facciata, mediante delle barre di sostegno poste sotto una finestra. Se non avete spazio esterno oppure se vivete in un palazzo storico o in una zona con regole urbanistiche precise, sono la soluzione ideale.

La condensa arriva all’esterno attraverso delle particolari bocchette che vengono inserite nel muro e che risultano praticamente invisibili dall’esterno: il risultato è quindi una casa fresca ma senza nessun ingombro in terrazza o sulla facciata.

Come si installa un climatizzatore senza unità esterna?

Uno dei vantaggi del climatizzatore senza unità esterna è proprio l’installazione più semplice rispetto alla tipologia tradizionale. Non saranno necessarie modifiche murarie né il montaggio di sbarre sotto la finestra né il collegamento al motore esterno né l’installazione di sistemi di canalizzazione. L’unica cosa a cui non potete sottrarvi è la scelta di una parete che comunichi con l’esterno, necessaria per favorire la fuoriuscita e la ripresa dell’aria.

Nonostante il montaggio sia più semplice di quello dei normali condizionatori, non è un’operazione che potete fare da soli. Sarà infatti necessario allacciare il condizionatore alla rete elettrica, installare il tubo di scarico della condensa che andrà incanalata in una grondaia oppure in un apposito recipiente.

Il climatizzatore senza unità esterna è più rumoroso?

Uno degli svantaggi dei climatizzatori senza unità esterna è proprio fatto che sono effettivamente più rumorosi dei modelli tradizionali, dove il rumore è limitato all’esterno nella zona del motore. In questo caso invece tutto il rumore viene emesso dall’unico blocco del condizionatore, perché è lì che si trova il compressore, e che si trova ovviamente in casa. Ciò significa che non è conveniente utilizzare questo elettrodomestico in camera da letto nelle ore notturne: sono apparecchi più adatti a raffrescare la zona giorno oppure un luogo di lavoro, dove il rumore consistente non darà particolare fastidio.

Quanto costa un condizionatore senza unità esterna?

Un altro vantaggio dei condizionatori senza unità esterna è che hanno un prezzo mediamente inferiore rispetto ai modelli tradizionali. A questo va aggiunto anche il fatto che la manodopera richiesta è minore, quindi un altro netto risparmio. Si possono trovare ottimi modelli che hanno un prezzo intorno ai 400 euro, quindi decisamente accessibile, a cui andrà aggiunto il costo della manodopera per l’installazione. A partire da quella cifra, si sale fino a spendere anche più di 1000 euro per modelli più innovativi ed efficienti.

Quali sono i migliori condizionatori senza unità esterna?

Ci sono molti modelli di condizionatori senza unità esterna in commercio, proprio perché si tratta di una tipologia di apparecchio che risulta comoda, poco ingombrante e utile in tante diverse situazioni. Esistono due tipi principali di condizionatori senza unità esterna: quelli che si montano a parete e quelli che invece possono essere sistemati a terra. La scelta dipende essenzialmente dallo spazio che avete a disposizione.

Condizionatore senza unità esterna a parete

Olimpia Splendid Unico TWIN Wall

Condizionatore senza unità esterna Olimpia Splendid Unico TWIN Wall

Il modello Olimpia Splendid Unico TWIN Wall è uno dei primi e ancora oggi migliori modelli a parete. Ad un prezzo accessibile avrete un apparecchio che funziona sia in modalità raffreddamento che in modalità pompa di calore, in modo da sfruttarlo tanto in estate quanto in inverno. Grazie al filtro Pure System di seconda generazione è in grado di eliminare anche fumo, polvere, polline e peli di animali dall’aria, evitando fastidiose allergie. L’ampio flap permette di distribuire l’aria fresca in modo omogeneo all’interno della stanza, per godersi il massimo comfort.

Condizionatore senza unità esterna a terra

Argo Apollo 12 Hp

Condizionatore senza unità esterna Argo Apollo 12 Hp

Argo Apollo 12 Hp è un modello a terra che ha un prezzo più elevato ma offre ottime prestazioni. Con una struttura compatta e non ingombrante, ha la modalità raffreddante e quella deumidificante. Dotato di timer per partenza ritardata fino a 24 ore, è uno dei modelli con consumi più bassi perché dotato di motore inverter e della funzione Eco, che consente di consumare ancora meno e di abbattere il prezzo delle bollette. Con la funzione Sleep viene ottimizzato il raffrescamento nelle ore notturne e grazie al WiFi si può controllare il condizionatore anche da remoto.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti