Cos’è uno ionizzatore, come funziona e a cosa serve

In questo articolo approfondiamo il funzionamento degli ionizzatori, degli apparecchi utili per il trattamento dell'aria in casa.
Di Irene Bicchielli 17 luglio 2021
ionizzatori

Lo ionizzatore è un apparecchio per il trattamento dell’aria che consente di purificare l’aria negli ambienti indoor. Nell’ultimo anno in particolare, complice la pandemia che ha gettato i riflettori su salute e igiene, abbiamo assistito ad un’attenzione sempre maggiore per la salubrità dell’aria che respiriamo. Anche gli ionizzatori sono dunque diventati elettrodomestici molto utilizzati, sia a casa che in ufficio.

Non tutti però ancora conoscono le potenzialità di questi apparecchi e soprattutto la differenza tra ionizzatori e purificatori d’aria. In questo articolo facciamo un po’ di chiarezza su questo argomento e rispondiamo ad alcune comuni domande che gli utenti si pongono.

A cosa serve lo ionizzatore?

Uno ionizzatore è un apparecchio che serve a purificare l’aria degli ambienti chiusi: non molti ne sono consapevoli, ma l’aria di casa e dell’ufficio è molto inquinata, quasi più di quella esterna. Le sostanze dannose si accumulano negli spazi chiusi e spesso ci dimentichiamo o non è possibile aprire adeguatamente porte e finestre per garantire il corretto ricambio d’aria. Gli ioni prodotti dallo ionizzatore si combinano con le particelle inquinanti, che vengono rimosse ed evitiamo così di respirarle.

In questo modo, è come se si andasse a “ripulire” l’aria dalla polvere e dalle sostanze dannose. Lo ionizzatore è utile soprattutto a chi soffre di allergia, anche se effettivamente respirare aria più salubre possibile dovrebbe essere garantito a tutti!

Come si ionizza l’aria?

Olimpia Splendid Pelèr4D

Lo ionizzatore è dotato di una tecnologia molto avanzata, che sfrutta appunto il processo di ionizzazione dell’aria per purificarla e liberarla delle particelle inquinanti e degli allergeni che vi sono dispersi. Caricando elettricamente le molecole dei gas che compongono l’aria, l’apparecchio crea degli ioni, solitamente negativi: tramite appositi emettitori, preleva elettroni da terra e li trasferisce alle molecole dell’aria circostante. Gli ioni vengono prodotti esponendo le molecole d’aria ad un’altissima tensione, mentre le molecole vengono respinte dagli emettitori e creano una debole corrente d’aria intorno all’apparecchio.

Quanto tenere acceso lo ionizzatore?

Una domanda che in tanti si pongono, una volta deciso di acquistare uno ionizzatore per casa o per l’ufficio, è proprio questa. L’ideale sarebbe tenerlo acceso anche 24 ore al giorno, perché teoricamente non si dovrebbe mai smettere di mantenere l’aria sana e salubre: potete tuttavia spegnerlo quando non c’è nessuno in casa, per abbassare i consumi. Se i vecchi modelli erano molto rumorosi (e quindi impossibili da tenere accesi durante la notte), oggi non c’è più questo problema, perché gli apparecchi di nuova generazione sono silenziosissimi.

Inoltre, anche dal punto di vista energetico non dovete preoccuparvi perché si tratta di elettrodomestici che consumano davvero poco.

Quale ionizzatore comprare?

Oggi sul mercato troviamo moltissimi modelli diversi di ionizzatore. Anche se tutti hanno lo stesso meccanismo di funzionamento, il prezzo varia parecchio quindi valutate in base alle vostre esigenze quello di cui avete davvero bisogno. Il fattore a cui prestare maggiore attenzione è sicuramente la potenza: se avete un ambiente molto grande da purificare, avrete necessità di un apparecchio piuttosto potente, mentre potete permettervi di acquistare anche un modello meno avanzato e performante se l’ambiente è più contenuto. Attenzione anche alla silenziosità, indispensabile se volete tenere lo ionizzatore acceso anche la notte in camera da letto.

E adesso, ecco tre modelli di ionizzatore che presentano un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Olimpia Splendid Pelèr4

Olimpia Splendid Pelèr4

Olimpia Splendid Pelèr4

 

Il modello più economico ma non per questo poco efficiente o funzionale. Olimpia Splendid Pelèr4 è un raffrescatore evaporativo con funzione di ionizzazione: l’aria calda passa attraverso un filtro antipolvere che trattiene tutti i batteri e le sostanze dannose evitando che circolino nell’ambiente circostante. Grazie all’innovativo Silent System, si tratta di un apparecchio estremamente silenzioso, che potete usare anche la notte senza che dia fastidio. Il design è super slim e facile da trasportare, ma anche capiente: ha una tanica da 4 litri per contenere l’acqua che si accumula durante il funzionamento. Un oggetto economico, leggero e compatto per avere aria sempre fresca e sana in casa.

Ardes Eolo Max

Ardes eolo max

Ardes Eolo Max

Anche Ardes Eolo Max è un raffrescatore evaporativo con funzione di ionizzazione: in questo modo unisce due funzioni utilissime, soprattutto in estate. Grazie all’ampio serbatoio da 14 litri, non dovrete preoccuparvi della gestione perché sarà autonomo per molte ore. Il pannello di comandi touch, assicura la massima facilità nell’impostare programmi, timer e i parametri generali. Grazie alle alette oscillanti, l’aria fresca viene distribuita in tutta la stanza in modo omogeneo e si può scegliere tra brezza naturale e modalità notturna, più silenziosa e a basso consumo energetico.

Beko ATP5100I

Beko ATP5100I

Beko ATP5100I

Beko ATP5100I è un apparecchio estremamente efficiente: riesce a purificare un’area di 14 metri quadrati in soli 20 minuti, mentre per un ambiente di 42 metri quadrati è sufficiente un’ora. Dotato di ben 3 sistemi di filtrazione, elimina il 99,97% di tutte le particelle dannose nell’aria, anche quelle più microscopiche: protegge quindi dall’effetto nocivo di polline, spore, batteri, acari e polvere, oltre a ripulire l’aria anche da cattivi odori e fumo. Lo ionizzatore integrato permette di ridurre ulteriormente gli allergeni volanti ed è quindi una funzione utilissima per chi soffre di allergie. Dotato di 3 velocità, si può scegliere di impostare il timer fino a 8 ore.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti