Tech 24 maggio 2019

Nella Metropolitana di Londra smartphone tracciati per controllare i ritardi

Metropolitana Londra

La metropolitana di Londra a partire dall’8 luglio, metterà in funzione un particolare sistema che, usando il Wi-Fi dei nostri cellulari, sarà in grado di prevedere con maggiore accuratezza i ritardi e le congestioni del traffico.

Seppur a un primo impatto possa sembrare una violazione della privacy, TFL (Transport of London) ha assicurato che i dati raccolti non verranno condivisi con società di terze parti, ma verranno adeguatamente puliti da eventuali dati personali e soprattutto non saranno archiviati.

Detto in parole povere, non si potrà risalire ai dati dell’utente, né tantomeno alla tipologia di traffico proveniente dal loro smartphone.

Verranno comunque posizionati dei cartelli che avviseranno della nuova metodica e chi lo vorrà potrà dunque disattivare il Wi-Fi del cellulare.

Mappa Metro Londra cellulare tracciati

Una pratica quasi banale ma che effettivamente potrebbe consentire alle aziende di trasporto di poter prevedere con una precisione quasi al secondo, ritardi, congestioni e imprevisti che tutti i giorni possono accadere. Dopotutto ormai chiunque è dotato di un cellulare con connettività Wi-Fi e che si tratti di uno Xiaomi Redmi 7, o di uno degli ultimi top di gamma come Samsung Galaxy S10 o iPhone Xs, il risultato sarà esattamente il medesimo, in quanto la tecnologia usata è la stessa per tutti i dispositivi.

Oggi TFL è solamente in grado di capire chi entra e chi esce dalle stazioni, senza però poter analizzare quale sia il flusso di persone che si concentra su una determinata banchina. La prospettiva è quella di poter avere una panoramica più completa usando il Wi-Fi dei dispositivi e poter dunque anche migliorare l’attuale gestione delle linee.

Già nel 2016 venne effettuato un test pilota nelle zone 1-4 della metropolitana che ha permesso di raccogliere dati anonimi di ben 42 milioni di corse.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Nuovo iPod Touch
Tech 29 maggio 2019

iPod Touch ritorna più veloce che mai

Apple è sicuramente apprezzata per gli iPhone e i Mac, ma la sua storia è iniziata ben prima, con gli iPod, che all’inizio degli anni 2000 rappresentavano il punto di riferimento per

Apple WWDC 2019
Tech 28 maggio 2019

Apple pronta per WWDC 2019: iOS 13 e macOS 10.15 in arrivo

Apple ha mandato la settimana scorsa gli inviti stampa per il prossimo WWDC 2019, l’importante evento di presentazione dell’azienda di Cupertino che si terrà durante il mese di giugno. Si tratta di

iPhone 11
Tech 21 maggio 2019

iPhone 11, tripla camera nella parte posteriore?

La prima metà dell’anno ha visto l’arrivo di nuovi smartphone top di gamma che hanno migliorato le prestazioni rispetto alla passata generazione e soprattutto proposto nuove soluzioni tecniche con un obiettivo ben