Tech 14 luglio 2019

3 motivi per acquistare il TV OLED Sony AG8

sony_AG8

Sony ha presentato al CES 2019 di Las Vegas la sua nuova gamma di TV OLED con Dolby Vision, tra cui c’è anche il magnifico Sony AG8: non è il più prestante della gamma, ma sicuramente il più bilanciato anche rispetto al prezzo. La tecnologia e alcune funzionalità sono leggermente inferiori rispetto al modello top di gamma, il Sony AG9 della Serie Master, ma comunque il Sony AG8 non rinuncia a una serie di caratteristiche che lo rendono unico rispetto alle Smart TV OLED concorrenti. Da non dimenticare la serie precedente, l’AF8 e AF9, due prodotti ancora molto interessanti e che hanno subito recentemente un taglio di prezzo. In ogni caso AG8 è una Smart TV magnifica, sia dal punto di vista del design che riguardo la resa delle immagini: ecco quindi i 3 motivi per acquistare questo modello.

Neri perfetti, il cinema in casa

Comprare un televisore OLED significa innanzitutto avere neri perfetti, a differenza delle comuni TV LCD: questo perché questo display a colori ha la capacità di emettere luce propria, dato che i pixel sono auto-illuminanti. Quando in un contenuto è visualizzato il nero, quella porzione di schermo è praticamente spenta. Sony AG8 propone quindi delle immagini in 4K HDR eccezionali, incastonate in un design a tutto schermo supportato da un piedistallo poco ingombrante. Il risultato è la visione di film, serie TV e video con una qualità mai vista prima grazie all’introduzione di diverse tecnologie e con il supporto di Android TV per scaricare moltissime app, tra cui Netflix, Youtube e Amazon Prime Video. Un altro vantaggio di questo prodotto è l’angolo di visione praticamente perfetto: guardare la TV dai lati non sarà più un problema perché non si perde nessun dettaglio.

Sony AG8

Processore potente

Sony AG8 arriva anche con il taglio da 65 pollici: il cuore è il potente processore X1 Extreme, che riesce a garantire elaborazioni delle immagini di alto livello come l’HDR “object-based”, Super Bit Mapping 4K HDR ma anche l’ elaborazione del segnale tramite doppio database. In particolare l’Object-based HDR remaster dona colori e un contrasto più realistici. I colori dei singoli oggetti sullo schermo vengono infatti analizzati modificandone il contrasto: gli oggetti vengono quindi rimasterizzati singolarmente e il risultato sono immagini più profonde e con texture più realistiche. Con il Super Bit Mapping HDR si riduce il fastidioso effetto “banding”, il difetto che produce bruschi passaggi di tonalità: una tecnologia che inoltre garantisce immagini più fluide e naturali. Il Dual database processing è usato invece per ottimizzare l’immagine in sinergia: un database dona immagini più pulite, mentre l’altro converte la risoluzione migliorando la nitidezza.

Il sonoro arriva dallo schermo

Anche il Sony AG8 gode della tecnologia Acoustic Surface Audio: grazie a questa l’audio proviene direttamente dallo schermo. Tutto questo funziona tramite due attuatori posizionati dietro il TV, che vibrano in maniera delicata e che creano un audio avvolgente che segue i movimenti delle immagini. In questo modo sia i dialoghi che gli effetti speciali vengono emessi direttamente dal punto in cui vengono visualizzati. Con questa strabiliante tecnologia si entra letteralmente all’interno dello schermo: sono posizionati inoltre ben quattro speaker sulla parte anteriore dello schermo, cos’ le immagini e il sonoro perfettamente allineati.

Insomma il Sony AG8 risulta essere uno dei migliori TV Sony, viste tutte queste caratteristiche: la riproduzione delle immagini di alto livello, un processore che grazie alla sua potenza ottimizza la visione e una tecnologia audio all’avanguardia, per un prodotto in offerta a un prezzo inferiore rispetto alla Serie Master.

Candido Romano
Candido Romano

Giornalista e copywriter con una grande passione per tutto ciò che è tecnologia e intrattenimento, soprattutto smartphone, tablet e videogiochi, di cui scrive dal 2005. Una passione che porta avanti fin da bambino, quando nella sua stanza entrò il Commodore 64: una folgorazione, che aprì un universo di possibilità.

Classe 1983, fa parte di quella generazione che ricorda un mondo...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Mercato
Tech 18 settembre 2019

Mercato smartphone in Europa: bene Samsung e Xiaomi, male Huawei

Settembre è il mese di fare il bilancio della prima parte dell’anno in modo da poter affrontare al meglio e adottare le giuste strategie per affrontare al meglio gli ultimi quattro mesi

Samsung Galaxy Note 10
Tech 13 settembre 2019

Recensione Galaxy Note 10

Presentato alcune settimane fa, il Samsung Galaxy Note 10 è l’ultimo top di gamma Samsung, nonché l’erede del Samsung Galaxy Note 9. Questa volta ci sono due diversi modelli: il Galaxy Note

A90 5G
Tech 12 settembre 2019

Samsung Galaxy A90 5G: specifiche e prezzi

Samsung ha presentato ufficialmente il nuovo smartphone di fascia alta Galaxy A90 5G. Si completa così la serie A di cui vi abbiamo già ampiamente parlato e composta, tra i tanti, da