L’evoluzione di Apple iPhone, lo smartphone che ha rivoluzionato il mondo della telefonia

Dal primo iPhone del 2007 alla grande famiglia di iPhone 12: come gli smartphone Apple hanno cambiato il nostro modo di comunicare.
Di Candido Romano @candidoromano 22 maggio 2021
evoluzione degli iphone

Nel mondo della telefonia c’è un periodo pre-iPhone e un dopo iPhone. Prima dell’avvento degli smartphone Apple si telefonava in mobilità con i classici cellulari: erano sì piccoli e leggeri, ma con poche funzionalità. La tastiera era fisica e al massimo si poteva telefonare, inviare SMS e giocare a qualche gioco basilare.

La rivoluzione è partita dal 2007, è in quell’anno che inizia la storia di iPhone, cioè quando Steve Jobs colse il mondo di sorpresa con l’annuncio di un misterioso “dispositivo 3-in-1”, che per la prima volta combinava un lettore musicale iPod, un dispositivo di comunicazione che utilizzava internet con un telefono tradizionale.

Da allora ogni anno Apple ha presentato nuovi iPhone sempre più veloci, ricchi di nuove funzionalità e con un design che ormai ha fatto scuola.

Ecco l’evoluzione degli Apple iPhone, dal primo arrivato ai telefoni più recenti.

iPhone

primo iPhone 2007

Steve Jobs con il primo iPhone (2007)

A giugno 2007 Steve Jobs ha presentato il primo iPhone, lo smartphone che ha dato il via all’enorme mercato che conosciamo oggi. Allora non esisteva un prodotto simile, cioè con uno schermo grande (per l’epoca), senza tastiera fisica e con una interfaccia multi-touch.

Apple ha pensato il primo iPhone soprattutto come un telefono avanzato, che però ha gettato le basi degli smartphone che tutti oggi conosciamo. L’iPhone originale ha portato un lungo elenco di innovazioni, tra cui:

Tutte queste caratteristiche oggi sembrano scontate, ma nel 2007 hanno rappresentato una vera rivoluzione nel settore.

iPhone 3G

iPhone 3G

iPhone 3G

L’anno successivo, nel 2008, è avvenuto il lancio della seconda generazione degli smartphone Apple, cioè iPhone 3G, insieme alla disponibilità dell’App Store. Quest’ultimo ha rappresentato un vero e proprio evento, reso poi disponibile anche per l’iPhone originale, perché ha aperto ufficialmente la possibilità agli sviluppatori di poter creare app fondamentalmente per qualsiasi scopo.

iPhone 3G ha mantenuto praticamente le stesse dimensioni dell’iPhone originale: le novità sono state il design in plastica lucida e ovviamente la connettività 3G. Inoltre è stato il primo iPhone ad includere il GPS, fondamentale per usare le mappe di navigazione.

iPhone 3GS

iPhone 3GS

iPhone 3GS

Nel 2009 Apple ha lanciato il suo primo modello della serie “S”, caratterizzato sicuramente da novità minori rispetto al modello precedente. iPhone 3GS ha portato una connettività 3G più veloce, infatti la S in questo modello sta per “speed”, cioè velocità.

Il telefono era praticamente più veloce in tutto, ma soprattutto ha aggiunto una funzionalità molto importante: è il primo iPhone a poter registrare video. La sua nuova fotocamera da 3 megapixel poteva filmare video a una risoluzione massima di 480p. Infine è stato il primo iPhone ad integrare la bussola digitale, fondamentale per l’orientamento all’interno delle mappe. Le altre novità hanno riguardato il software iOS: sono state introdotte le notifiche push e le funzionalità di copia/incolla.

iPhone 4

iPhone 4

iPhone 4

Nel 2010 è uscito iPhone 4, per molti il migliore mai creato dal punto di vista del design. Questo modello è stato infatti il primo a rivoluzionare completamente l’estetica dello smartphone Apple.

Il design di iPhone 4 ha stupito tutti, perché composto da vetro e cornice in metallo: è stato il primo iPhone ad avere il display Retina, in particolare con una risoluzione di 960 x 640 pixel. Oggi una risoluzione del genere sembrerebbe bassa, ma per l’epoca era il più alto standard di mercato.

Tra le altre innovazioni fondamentali, iPhone 4 è stato il primo ad introdurre una fotocamera frontale per i selfie, uno slot per micro-SIM e un microfono secondario.

iPhone 4s

Apple-iPhone-4S

iPhone 4s

iPhone 4s è stato lanciato nel 2011: in quell’anno purtroppo è venuto a mancare Steve Jobs, carismatico CEO e co-fondatore dell’azienda. A capo di Apple è poi arrivato Tim Cook.

La grande novità apportata da iPhone 4s è stata Siri, l’assistente virtuale presente ancora oggi su iPhone. Lo schermo però cominciava a stare un po’ stretto agli utenti: era ancora da 3,5 pollici, giudicato troppo piccolo rispetto agli smartphone Android di allora.

In ogni caso iPhone 4s ha aggiunto anche un processore Apple A5 più prestante, una fotocamera da 8 megapixel e iCloud, una soluzione più efficiente e sicura per conservare i propri file su internet.

iPhone 5

iPhone 5

iPhone 5

Apple con iPhone 5 ha finalmente deciso di ingrandire lo schermo, da 3,5 a 4 pollici, con un fattore di forma di 16:9, a differenza dei 3:2 usati in precedenza. Sono stati migliorati anche i colori riprodotti dallo schermo, ben bilanciati secondo gli standard sRGB.

Un’altra grande novità di questo modello è stata l’introduzione di un processore molto più veloce, cioè l’Apple A6, che ha praticamente raddoppiato le prestazioni rispetto alla generazione precedente.

L’iPhone 5 inoltre ha inaugurato il periodo del “più sottile e leggero”, elemento che da sempre caratterizza l’appeal egli smartphone Apple: è infatti più leggero del 20% e più sottile del 18% rispetto all’iPhone 4S. Oltre a questo è stato il primo iPhone a supportare la connettività 4G.

iPhone 5s e iPhone 5c

iphone 5s_

iPhone 5s

Il 2013 è stato l’anno di presentazione di iPhone 5s e iPhone 5c. Tutti si aspettavano telefoni più grandi per contrastare l’agguerrita concorrenza degli smartphone Android, ma Apple non era ancora pronta.

iPhone 5s è stato presentato quindi con lo stesso design della generazione precedente, ma ovviamente con tutti i miglioramenti apportati dalla classica serie S: il nuovo processore Apple A7, il primo a 64 bit su uno smartphone, ma ha fatto la sua comparsa anche il Touch ID, il sistema di accesso sul tasto Home tramite le impronte digitali dell’utente.

iPhone 5s è conosciuto anche per aver implementato un grande aggiornamento software, cioè iOS 7, creato da Jony Ive, caratterizzato da un’interfaccia con colori piatti e trasparenze.

Insieme al top di gamma è stato presentato sempre nel 2013 iPhone 5c, lo smartphone “low-cost” di Apple: colorato e economico, ha riscosso un ottimo successo.

iPhone 6 e iPhone 6 Plus

iPhone 6 Plus e iPhone 6

iPhone 6 Plus e iPhone 6

Nel 2014 Apple finalmente si decide ad immettere sul mercato uno iPhone con lo schermo più grande. Si tratta del modello iPhone 6 da 4,7 pollici e iPhone 6 Plus, caratterizzato a uno schermo di 5,5 pollici.

Con il suo corpo totalmente in alluminio, fotocamere migliorate e con un auto-focus più veloce, tagli di memoria fino a 128 GB, 4G e Wi-Fi più scattante, questi due modelli hanno avuto un successo di vendite e critica incredibile.

iPhone 6s e iPhone 6s Plus

iPhone 6s Plus e iPhone 6s

iPhone 6s Plus e iPhone 6s

Nel 2015 Apple per la prima volta dopo anni incrementa lo spessore dei suoi nuovi iPhone, con i modelli iPhone 6s e iPhone 6s Plus. Ciò è accaduto perché è stata introdotta una nuova tecnologia per lo schermo, chiamata 3D Touch, che consentiva di esercitare diversi gradi di forza sul touchscreen per accedere a funzionalità aggiuntive per le app.

iPhone 6s e iPhone 6s Plus sono stati i primi iPhone a registrare video in 4K. Un’altra novità di questi modelli è stata l’introduzione di Live Photos, in grado di registrare un breve video prima e dopo lo scatto di un’immagine.

iPhone 7 e iPhone 7 Plus

iPhone 7 e iPhone 7 Plus

iPhone 7 e iPhone 7 Plus

Nel 2016 la messa in commercio di iPhone 7 e iPhone 7 Plus ha portato a due eventi importanti: l’eliminazione del foro jack da 3,5 mm e la resistenza all’acqua degli iPhone. Il primo inizialmente non è stato ben accolto dai consumatori, ma come sempre anche la concorrenza ha eliminato il foro jack negli anni a venire, anche Samsung che inizialmente si diceva restia.

Inoltre per la prima volta la versione Plus si differenziava per un comparto fotografico migliore, grazie alla doppia fotocamera con l’aggiunta di un teleobiettivo con zoom ottico 2x. Oltre a questo è stato eliminato il tasto Home fisico, sostituito da una sezione touch che grazie al taptic engine riproduceva una vibrazione convincente.

iPhone X, iPhone 8 e iPhone 8 Plus

iPhone X iPhone 8 e iPhone 8 Plus

iPhone X, iPhone 8 Plus e iPhone 8

Nel 2017 c’è stata la vera rivoluzione del design di iPhone, soprattutto con il modello iPhone X, cioè il primo a tutto schermo e che ha introdotto l’amato/odiato notch. Si tratta anche del primo anno in cui il prezzo dell’iPhone di punta ha superato i 1.000 euro. iPhone X infatti ha portato con sé diversi miglioramenti, come ad esempio il primo schermo OLED, il riconoscimento facciale con Face ID, ricarica wireless e l’intelligenza artificiale del neural engine.

Insieme a questo modello sono stati presentati anche i più classici iPhone 8 e 8 Plus, che hanno mantenuto molte delle innovazioni del modello a tutto schermo.

iPhone XR, iPhone XS e iPhone XS Max

iPhone XR iPhone XS e iPhone XS Max

iPhone XS, iPhone XS Max e iPhone XR

L’anno successivo, nel 2018, sono arrivati modelli solo a tutto schermo: iPhone XS e iPhone XS Max hanno continuato sulla scia di smartphone top di gamma costosi e decisamente premium, con fotocamere e schermi migliorati.

iPhone XR è stato invece il modello meno costoso della nuova serie, anche se come da tradizione Apple il prezzo resta alto, soprattutto rispetto agli smartphone Android concorrenti. iPhone XR si caratterizza per colori più accesi e uno schermo LCD, ma integra lo stesso potente processore di XS, cioè l’A12 Bionic.

iPhone 11, iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max

iPhone 11 iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max

iPhone 11 Pro, iPhone 11 Pro Max e iPhone 11

Il 2019 è l’anno di nuovi iPhone, che vedono poche alcune novità dal punto di vista del design e migliorie sulle fotocamere: sui modelli superiori ad esempio il modulo fotografico è racchiuso in un iconico quadrato. Sia iPhone 11, 11 Pro che 11 Pro Max hanno ricevuto infatti una fotocamera ultra-grandangolare per consentire agli utenti di scattare foto panoramiche.

iPhone 11 ha un grande schermo da 6,1 pollici, una migliore fotocamera frontale da 12 megapixel e processore A13 Bionic. iPhone 11 Pro ha uno schermo più piccolo, un OLED di migliore qualità, mentre 11 Pro Max ha lo schermo più grande di tutti, da 6,5 pollici.

iPhone SE 2020

iPhone SE 2020

iPhone SE 2020

All’inizio del 2020 è arrivato il cosiddetto iPhone low cost: iPhone SE 2020, che si distingue dai modelli top per il suo design più tradizionale, con bordi arrotondati e le bande nere in alto e in basso, proprio come iPhone 8. Il processore resta però il potente A13 Bionic, mentre sulla parte posteriore si vede una fotocamera da 12 megapixel sempre di alta qualità.

iPhone 12 Mini, 12, 12 Pro e 12 Pro Max

iPhone 12 pro max iPhone 12 Pro iPhone 12 iPhone 12 mini

iPhone 12 Pro max, iPhone 12 Pro, iPhone 12 e iPhone 12 mini

Verso la fine del 2020 sono usciti invece gli iPhone più recenti: hanno tutti la nuova connettività 5G e display OLED.

iPhone 12 mini è il più piccolo, con uno schermo da 5,4 pollici, comunque ottimizzato per le cornici e con la presenza del notch. Presenta in sostanza le stesse caratteristiche del più grande iPhone 12, che resta tra i più venduti. Tutti i modelli di questa gamma introducono anche la ricarica MagSafe, composta da vari accessori che si agganciano magneticamente al retro del telefono, per una carica wireless sicura e veloce.

I modelli iPhone 12 Pro e 12 Pro Max si distinguono soprattutto per le superiori capacità fotografiche grazie al teleobiettivo e scanner LiDAR, oltre alle funzionalità avanzate come modalità Apple ProRAW, che offre maggiori controlli su esposizione, colore e bilanciamento del bianco.

Candido Romano
Candido Romano

Giornalista e copywriter con una grande passione per tutto ciò che è tecnologia e intrattenimento, soprattutto smartphone, tablet e videogiochi, di cui scrive dal 2005. Una passione che porta avanti fin da bambino, quando nella sua stanza entrò il Commodore 64: una folgorazione, che aprì un universo di possibilità.

Classe 1983, fa parte di quella generazione che ricorda un mondo...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti