Recensione Corsair H100i, dissipatore a liquido con prestazioni sorprendenti

Di Valerio Porcu 15 dicembre 2018
Corsair H100i Pro

Quando ci si assembla un PC ad alte prestazioni il dissipatore è un elemento fondamentale. Non ci si può certo accontentare di un modello economico, meno che meno di quello incluso nella confezione del processore (in alcuni casi). Tra le varie scelte possibili, una delle migliori per rapporto qualità prezzo è sicuramente il Corsair H100i.

Corsair H100i Pro

Il Corsair H100i è un dissipatore a liquido, quindi la sua installazione è leggermente più laboriosa, come abbiamo visto sul nostro Magazine, ma il premio sarà un computer più silenzioso e più fresco, con la possibilità di ottenere prestazioni migliori.

Pro: ottime prestazioni, software per controllare e personalizzare, ottimo flusso d’aria.

Contro: l’illuminazione RGB non piacerà a tutti, le ventole sono troppo rumorose quando girano al massimo.

Qualità costruttiva

Voto: 9/10

Questo dissipatore è notevole, a cominciare dal fatto che ha prestazioni quasi alla pari con i modelli da 360 mm, pur limitandosi a 240 mm (due ventole da 120 mm). Quindi resta più spazio nel  case, e più denaro in tasca dopo averlo comprato.

Nella confezione sono inoltre inclusi molti adattatori, che permettono di montare il Corsair H100i su una varietà di piattaforme, che siano Intel oppure AMD. C’è anche un cavo MicroUSB da collegare alla scheda madre, tramite un connettore a 9 PIN: permetterà di controllare il dissipatore tramite il software dedicato Corsair Link.

Il radiatore è in alluminio e permette l’installazione di due ventole da 120 mm, incluse anch’esse nella confezione. I tubi di gomma sono rivestiti in nylon nero e molto resistenti. Manca l’illuminazione RGB delle ventole stesse, cosa che per alcuni potrebbe essere un difetto e per altri un pregio. I LED colorati sono invece presenti sul waterblock, dove troviamo anche le connessioni necessarie per controllare le ventole, la tensione e la velocità della pompa. Per la parte a contatto con il processore invece Corsair ha scelto il rame.

L’installazione è piuttosto semplice, senza procedure particolari a parte le solite per i dissipatori a liquido; l’importante sarà avere un case abbastanza spazioso.

Prestazioni

Voto: 9/10

I test mettono a confronto il Corsair H100i con l’H150 Pro, il Kraken X72 di NZXT e il Cooler Master MasterLiquid ML240R RGB. Il processore usato era un Intel Core i7-5930 con overclock a 4,2 Ghz e 1,2 V), mentre il software era Prime95.

Le prove svelano, come anticipato, che il Corsair H100i se la cava piuttosto bene: è appena dietro al Kraken X72 e davanti all’altro Corsair, il modello H150i Pro. Due modelli che però sono da 360 mm (quindi hanno una ventola in più e un prezzo più alto).

In altre parole, questo dissipatore ha un grande potere di raffreddamento. Lo “scotto” da pagare è che fa più rumore, soprattutto quando le ventole girano al massimo. Si arriva a circa 43 decibel a un metro di distanza, molti di più rispetto agli altri modelli testati. È un difetto, ammesso che sia tale, solo quando si stanno facendo attività impegnative. Quando il computer è fermo o si stanno facendo lavori leggeri, come la scrittura di un documento, le ventole non si sentono.

Se la rumorosità per voi è importante, dunque, forse sarebbe meglio scegliere uno dei modelli più costosi. Diversamente, per circa 120 euro il Corsair H100i è davvero un acquisto eccellente, che possiamo consigliare senza esitazioni.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti