Tech 27 ottobre 2019

Recensione LG WK7 ThinQ: smart speaker dal design classico

L’altoparlante LG WK7 ThinQ è uno smart speaker di LG dal design classico, vale a dire di forma cilindrica. Pensato per essere posizionato in salotto o in altre ambienti domestici, è realizzato in plastica rigida ed è quasi completamente nero, il che dovrebbe aiutare a collocarlo più o meno in qualsiasi ambiente. Ha una potenza nominale di 30 watt, che dovrebbero essere sufficienti per sentire la musica in una stanza non troppo grande.

LG WK7

 

Se confrontato ai prodotti di Amazon o Google, questo smart speaker LG LG WK7 ThinQ è piuttosto grande. Misura infatti 135 x 210,7 x 135 mm e pesa 1,9 Kg. Non è un colosso, ma potrebbe risultare difficile posizionarlo in casa. Un dettaglio di cui forse vorrete tenere conto, prima di procedere all’acquisto.

Design

Voto: 7/10

La parte superiore ospita una serie di comandi touch, quelli classici per controllare la riproduzione. Il pulsante F serve per avviare la connessione (abbinamento) con la rete Wi-Fi o con un dispositivo via Bluetooth. Chi vuole proteggere la propria privacy apprezzerà la presenza, dietro, di un pulsante per disattivare il microfono integrato; spegnendolo, ovviamente, non si potrà più parlare all’altoparlante per usare Google Assistant. Quando l’assistente è attivo, invece, lo si può vedere anche da LED frontali.

L’LG LG WK7 ThinQ si collega alla rete Wi-Fi, che userà per trasmettere la musica in streaming o per accedere alle funzioni di Google Assistant. L’unico cavo che dovrete collegare è quello di alimentazione. Oltre all’altoparlante vi servirà l’app Google Home, installata sul vostro smartphone o sul tablet.

C’è anche l’applicazione LG WiFi speaker, che aggiunge qualche regolazione audio specifica, ma l’LG LG WK7 ThinQ si può usare anche senza di essa. L’applicazione di LG invece sarà utile se vorrete collegare più di un altoparlante per creare un sistema multiroom; quest’azione è possibile anche usando l’app Google Home, in ogni caso, che permette di combinare tutti i vostri altoparlanti collegati in un unico sistema.

Audio

Voto: 9/10

Audio LG WK7

L’LG LG WK7 ThinQ è compatibile con tutti i formati di file più diffusi ed emette suono stereo. Supporta file fino a 96 kHz e 24 bit.

Installazione e configurazione sono molto semplici, in particolare usando l’app Google Home. I microfono riconoscono sempre i comandi vocali con precisione, anche se non ci si trova proprio vicini allo smart speaker. Basta dire “ok Google” e si avvia Google Assistant, pronto a eseguire i vostri desideri. L’attività dell’assistente è resa palese dai LED integrati.

La qualità del suono è più che buona, superiore rispetto ad altri concorrenti. Da segnalare però bassi un po’ troppo presenti, che possono valorizzare alcuni generi musicali ma risulta controproducente per altri. Medi e alti, di contro, risultano un po’ deboli. L’applicazione di LG può venire in aiuto grazie alle funzioni di equalizzazione, ma non fa miracoli.

L’audio di questo smart speaker non è quindi il meglio possibile per la musica, ma si è dimostrato più che valido per il parlato. Se lo usate per ascoltare la radio o un video su YouTube, ne sarete più che soddisfatti. Anche con cinema e serie TV se la cava bene, ma in alcuni frangenti i bassi eccessivi si fanno notare. In ogni caso avrete un’audio migliore rispetto a quello del televisore (a meno che non abbiate un top di gamma da tremila euro, ovviamente).

Verdetto

Voto: 8/10

Pro

Contro

Nell’insieme l’LG LG WK7 ThinQ è uno smart speaker di buona qualità, capace di generare un suono piacevole per quanto imperfetto. L’aspetto più interessante è sicuramente il rapporto qualità/prezzo.

Al momento in cui scriviamo, infatti, lo si può individuare su Trovaprezzi a partire da cento euro circa più spese di spedizione. Si tratta di un prezzo davvero ottimo per uno smart speaker con queste qualità che fanno di questo prodotto un prodotto più che azzeccato.

Sempre che vi basti usare Google Assistant, visto che almeno per il momento l’LG LG WK7 non è compatibile con Amazon Alexa.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Samsung Bixby
Tech 4 febbraio 2020

Samsung: un nuovo speaker smart con Bixby e display flessibile?

Il mercato degli altoparlanti smart potrebbe presto vivere un periodo molto florido e pieno di innovazione. Dopo l’avvento degli altoparlanti di Google e Amazon, arrivati in Italia durante il 2018 anche Samsung

JBL Charge 3
Tech 30 gennaio 2020

JBL Charge 3: speaker portatile di fascia medio alta

JBL Charge 3 è un altoparlante Bluetooth di fascia medio alta che vuole imporsi nel segmento degli speaker portatili con un design molto riconoscibile e con un audio a 360 gradi di assoluto

gadget del decennio
Tech 18 gennaio 2020

Le migliori innovazioni tecnologiche degli ultimi dieci anni

Gli anni ‘10 del 2000 si sono appena conclusi, ed è un buon momento per guardarsi indietro e cercare di comprendere quali siano le innovazioni tecnologiche presentate nell'ultimo decennio che valga la