TV Sony A80K (2022) vs Sony A80L (2023): confronto tra due generazioni di OLED

Confrontiamo le prestazioni e la dotazione delle serie TV OLED Sony 2022 e 2023. Qual è la scelta migliore?
Di Nicola Zucchini Buriani 5 Novembre 2023
tv sony a80k vs sony a80l

I TV OLED Sony serie A80 rappresentano da qualche anno lo spartiacque tra i prodotti di fascia più elevata, come la serie Sony QD-OLED A95L e gli LCD di fascia un po’ più bassa come gli X90L. Quest’anno il colosso giapponese ha dato ancora più importanza alla serie A80L per via della scomparsa della serie A90J, rimasta a catalogo anche lo scorso anno nel taglio da 83″.

È vero che esiste ancora la serie Sony A90K, che per costruzione e nome si pone su una fascia idealmente superiore ma che propone solo tagli da 42″ e 48″, quindi più piccoli di quelli presenti nelle serie Sony A80K e A80L. Per questo motivo abbiamo scelto di confrontare questi due modelli, in modo da capire se e quali evoluzioni sono arrivate ad un anno di distanza e se può valere la pena cambiare la vecchia serie per la nuova.

Sony A80K vs Sony A80L: le caratteristiche

Sony A80K e A80L si somigliano molto sotto vari punti di vista, a cominciare dal design. Entrambe le serie sfoggiano un design minimalista con piedini in metallo che si possono fissare in 3 posizioni differenti, in modo da adattarsi a mobili più stretti o per alzare lo schermo in modo da fare spazio ad una soundbar collocata davanti al televisore. Anche sui dettagli si notano moltissime somiglianze: il retro presenta la stessa finitura “a scacchiera” che il marchio giapponese utilizza su vari modelli.

TV OLED Sony A80K (2022)

TV OLED Sony A80K (2022)

La cornice ha praticamente lo stesso spessore (dovrebbe essere sostanzialmente identico), cambia solo il modo con cui il fronte si raccorda con il retro, un particolare che non modifica sicuramente l’aspetto complessivo ma che sui nuovi A80L è rifinito meglio. La vista laterale conferma tutti i punti di contatto: c’è davvero poca differenza anche se A80L è leggermente più sottile: sono 5,3 cm per A80K contro 5,2 cm per A80L misurando lo spessore massimo.

Per quanto riguarda le tecnologie in uso, la dotazione è praticamente la stessa. I pannelli sono sempre OLED WRGB Ultra HD a 100 / 120 Hz. L’audio è in entrambi i casi riprodotto tramite la tecnologia Acoustic Surface Audio+, quindi tramite vibrazioni dello schermo (non ci sono speaker) e subwoofer sul retro. C’è il supporto a Dolby Atmos e DTS, HLG, HDR10 e Dolby Vision. Il processore video è il Cognitive Processor XR sia su A80K sia su A80L.

TV OLED Sony A80L (2023)

TV OLED Sony A80L (2023)

A livello di chip non ci sono perciò differenze mentre per quanto riguarda gli algoritmi che ne determinano il funzionamento A80L dovrebbe avere qualche vantaggio, stando a quanto dichiarato da Sony alla presentazione della gamma 2023. Dove A80L vince è nella luminosità: non si tratta di un miglioramento nettissimo ma quando ci sono picchi su porzioni ampie dello schermo (dal 10% in su) il nuovo modello ha uno spunto in più, fino a una trentina di nit circa.

Nessun cambiamento, invece, per quanto riguarda le connessioni: le HDMI 2.1 sono sempre 2 (su 4) e sono compatibili con segnali Ultra HD a 120 Hz, eARC, Auto Low Latency Mode e Variable Refresh Rate.

Sony A80K vs Sony A80L: le differenze

Dall’elenco delle caratteristiche si capisce facilmente che A80K e A80L sono serie molto simili. La serie 2023 non è una rivoluzione ma un affinamento che parte dalla base realizzata per A80K, mantenendo tutta la dotazione e ampliandola qua e là con alcuni ritocchi che non modificano l’esperienza in modo sostanziale. C’è qualche lieve limatura nel design, che va a limare piccoli aspetti che potrebbero anche sfuggire all’occhio meno attento.

sony a80l

TV OLED Sony A80L: tutte le posizioni del piedistallo

Il pannello offre prestazioni più o meno in linea se si esclude la luminosità: qui A80L fa meglio, specialmente quando si tratta di assicurare la massima emissione di luce su tutto lo schermo. In alcune situazioni potrebbe risultare effettivamente utile anche se la differenza non è tale da cambiare sensibilmente le prestazioni, probabilmente la maggior parte degli utenti non noterebbe la differenza senza affiancare i due TV.

Il resto è praticamente identico, dal sistema audio agli ingressi HDMI passando per la Smart TV basata su Google TV. Anche il SoC è esattamente lo stesso e ovviamente non ci sono differenze nell’esperienza d’uso. A80L eredita anche un limite che avremmo preferito non trovare più: se si attiva il Variable Refresh Rate su un ingresso HDMI si disattiva il Dolby Vision e viceversa.

Sony A80K vs Sony A80L: le alternative

I prodotti più simili alle serie A80 di Sony sono gli OLED C3 di LG, i Philips OLED 818, i QD-OLED S90C di Samsung e i Panasonic MZ1500, che però ha un prezzo sensibilmente più alto al momento perché è uscita di recente. Se si prendono in considerazione anche i Mini LED, vale la pena dare un’occhiata ai TCL C805: le prestazioni non sono perfettamente sovrapponibili (nero e contrasto non sono quelli di un OLED) ma luminosità, dotazione e rapporto qualità/prezzo sono molto interessanti.

Pubblicato il 5 Novembre 2023
Nicola Zucchini Buriani
Nicola Zucchini Buriani

Da sempre grande appassionato di tecnologia, ha cominciato con i computer da bambino, passando da Amiga ai PC per arrivare poi ai Mac, i sistemi con cui oggi produce tutti i contenuti pubblicati sul web. Nel frattempo si è sempre dilettato con i videogiochi, altra grande passione che coltiva tuttora. Non solo giochi moderni ma anche retrogame, con una collezione...Leggi tutto

Gli articoli, le guide, le recensioni e tutti i contenuti editoriali presenti su Trovaprezzi.it sono scritti esclusivamente da esperti di settore (umani). Non utilizziamo strumenti di intelligenza artificiale per produrre testi o altri contenuti.

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Segui le migliori offerte su Telegram
Torna su