Menu

Personal Audio e Hi-Fi Yamaha

I modelli più popolari ai migliori prezzi a partire da 172,11 €

Yamaha viene fondata nel 1887 dall’omonimo fondatore, inizialmente costruttore di pianoforti e organi. Yamaha oggi realizza ogni elemento per il comparto audio, come i suoi validi impianti Hi-Fi.

Yamaha R-S202
da 230,35 €
vedi
Yamaha A-S701
da 599,00 €
vedi
Yamaha CD-S303
da 325,20 €
vedi
Yamaha WXA-50
da 369,90 €
vedi
Yamaha RXV-6A
da 656,67 €
vedi
Yamaha R-N600A
da 665,37 €
vedi
Yamaha RX-V4A

Componente hi-fi Yamaha Connettività wireless Uscita audio per cuffie Quattro ingressi HDMI

Leggi tutto
da 439,99 €
vedi
Yamaha A-S301
da 329,00 €
vedi
Yamaha TT-S303
da 450,00 €
vedi
Yamaha TTN503
da 500,00 €
vedi

Non hai trovato quello che cerchi oppure vuoi segnalarci un problema?

Yamaha e gli hi-fi di un marchio al top nel comparto audio

Yamaha è stata fondata nel 1887 da Torakusu Yamaha ad Hamamatsu, in Giappone. La passione per il comparto audio è dovuta a quella del fondatore, un grande costruttore di pianoforti e organi. Si iniziano così a produrre strumenti musicali fino a quando, nel 1955, si entra nel business dei motocicli e dei motori. Yamaha è oggi una grande multinazionale in grado di realizzare prodotti nel comparto audio, come gli Hi-Fi, tra i migliori sul mercato. Tra gli Hi-Fi di fascia medio alta si trova lo Yamaha MCR-B043D che è da collocare in una parte importante della casa, come in salotto, per dedicargli la giusta importanza. Il lettore CD è funzionale perché legge sia i CD-R che i CD-RW, così tutte quelle persone a cui piace ascoltare la musica con un supporto materiale saranno contente. Il design è essenziale e ha un corpo centrale con due casse laterali che erogano una massima potenza in uscita di 30 Watt: di certo non sono molte ma rappresentano un buon punto d’inizio per la fruizione della musica in ambiente domestico. Le caratteristiche tecniche vedono una risposta in frequenza compresa tra 50 e 20 mila Hz mentre la distorsione armonica totale è dello 0,07%. Davvero ottima la radio con sintonizzatore DAB, DAB+ ed FM per ascoltarla in ogni frequenza; per di più permette di avere ben 30 stazioni preimpostante, dieci in più rispetto alla media di mercato. Molto comodo il Bluetooth nella versione 3.0 perché serve per connettersi allo smartphone e riprodurre da lì la propria musica: si può fare ciò comodamente seduti sul divano durante un bel momento di relax. Un modello simile è lo Yamaha MCR-B270D disponibile con console centrale argentata e le casse di colore nero: danno un tocco di vivacità; altrimenti è sempre presente la versione total black. Valida la connessione tradizionale perché si può inserire una chiavetta USB per ascoltare la musica, si sfrutta l’ingresso audio digitale ottico ed è presente quello AUX, il più universale di tutti per connettere ogni dispositivo. Se si vuole ascoltare la musica senza disturbare chi è vicino è possibile farlo grazie alla cuffia con Jack da 6,3 mm. Al passo con i tempi, presenta la connettività Bluetooth nella versione 4.2 per la riproduzione della playlist dal proprio telefono. Gli amanti della radio gioiranno nell’apprendere che il sintonizzatore digitale ha le bande per il DAB, DAB+ e per la frequenza FM; si possono addirittura preimpostare 30 stazioni. Presente la tecnologia Bass Reflex che va ad accentuare ulteriormente i bassi per un audio più potente, utile nelle canzoni più movimentate perché si apprezzano di più. Per i più esigenti e che hanno un budget di spesa elevato, Yamaha ha pensato al modello Yamaha MCR-N670D con casse laterali da 60 Watt e un intervallo di frequenza compreso tra 55 e 40 mila Hz. Il woofer ha una dimensione di 130 mm mentre il tweeter ha un diametro di 30 mm, dati validi per propagare la musica all’interno di una stanza abbastanza grande.

Le ultime news su Personal Audio e Hi-Fi

Osservatorio Trovaprezzi.it: dal Festival di Sanremo allo streaming, è boom nella musica online   
Trend 18 febbraio 2024
Osservatorio Trovaprezzi.it: dal Festival di Sanremo allo streaming, è boom nella musica online  
Giornata mondiale della Radio: cosa c’è da sapere?
Tech 13 febbraio 2024
Giornata mondiale della Radio: cosa c’è da sapere?
I migliori giradischi per entrare nel mondo del vinile
Tech 16 dicembre 2023
I migliori giradischi per entrare nel mondo del vinile

Domande frequenti su Personal Audio e Hi-Fi Yamaha

Quale è il design degli impianti Hi-Fi Yamaha?

Il design degli impianti Hi-Fi Yamaha è tradizionale perché ci sono le classiche casse laterali che si collegano alla console centrale tramite i cavi; da qui si possono gestire diverse impostazioni grazie ai tasti fisici. Sempre presente il telecomando per la gestione a distanza.

A quale tipologia di pubblico sono rivolti gli impianti Yamaha?

Tutti gli impianti sono rivolti a una fascia del mercato medio alta e i prezzi lo dimostrano perché è necessario un discreto budget di spesa per l’acquisto. In ogni caso, vista la grande qualità dei prodotti, il costo si ammortizza negli anni.

Con gli impianti Hi-Fi Yamaha è possibile ascoltare la radio?

Sì, perché il sintonizzatore è integrato. Si può ascoltare la radio in frequenza FM oppure DAB e DAB+. A seconda dei modelli si possono, poi, presalvare alcune stazioni in modo da non perdere tempo nel ricercarle.

Perché comprare gli impianti Hi-Fi Yamaha?

La domanda trova risposta nella forza del brand perché è uno dei migliori in questo comparto dell’elettronica di consumo; l’esperienza accumulata negli anni è stata tradotta in innovazione continua.

Yamaha realizza solamente impianti Hi-Fi?

No, Yamaha è una grande multinazionale che, oltre a realizzare impianti Hi-Fi, accessori per la musica, strumenti musicali, produce anche motocicli. La notorietà del brand deriva anche dalla sua capacità di fare business.

Torna su