Tech 27 giugno 2019

DAB+ obbligatorio per auto e radio a partire dal 2020

iphone 5G

La notizia è ufficiale ed è una di quelle in grado di sconvolgere il mercato, in quanto a partire dal primo gennaio 2020, sarà obbligatorio per tutti gli apparecchi radiofonici a uso domestico e per le automobili integrare un sistema di ricezione DAB+. Si tratta di una decisione di fondamentale importanza per quanto riguarda la radio digitale di seconda generazione.

Ovviamente ciò costringerà vari produttori di radio a adeguare i loro dispositivi, altrimenti non a norma e il sovrapprezzo rispetto a un dispositivo analogico è di circa 5 euro. L’Italia è peraltro una delle nazioni con la minor diffusione di radio DAB+, circa un terzo rispetto alla Germania. Basti pensare che nel Regno Unito si sale a quota 40 milioni.

DAB+

Uno dei problemi con cui ci si dovrà scontrare sarà rappresentato dalla trasparenza della comunicazione. Per gli utenti sarà difficile accorgersi della differenza, in quanto le frequenze della radio FM continueranno a funzionare correttamente, si spera che i produttori adottino una strategia di comunicazione consona al provvedimento adottato, in modo da garantire la massima trasparenza.

Altro problema è il livello di copertura sul nostro territorio. Il Nord Italia è a buon punto, eccezion fatta per il basso Piemonte e la Liguria, nel centro Italia è coperta la fascia tirrenica, mentre quella adriatica dalla bassa Romagna al Molise è praticamente vuota. Male invece le regioni del SUD. Insomma, c’è ancora tanto da lavorare affinché dispositivi come le radio DAB+ diventino di uso comune.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento