Tech 26 gennaio 2021

Decoder DVB-T2 per il nuovo digitale terrestre: quale scegliere, prezzi e modelli

il nuovo digitale terrestre

Abbiamo già parlato dello switch-off del nuovo digitale terrestre DVB-T2, che partirà nel 2021 e proseguirà nel 2022. Con il passaggio al nuovo standard televisivo chi ha modelli troppo vecchi dovrà affrontare una spesa ulteriore: cambiare TVdecoder.

Gli utenti che vogliono risparmiare devono per forza adottare la seconda scelta, quindi l’acquisto di un nuovo decoder da affiancare alla TV già in possesso. Per questo molti si chiedono:

Le risposte sono contenute in questa guida completa all’acquisto del decoder DVB-T2 per il nuovo digitale terrestre, che illustra i prezzi, le differenze tra i migliori modelli e come collegare facilmente il nuovo decoder alla TV.

Come funziona un decoder DVB-T2?

In generale un decoder è in grado di decodificare e trasformare le informazioni da un formato all’altro, quindi il segnale che viene ricevuto dall’antenna viene convertito e trasmesso al televisore. Rispetto al segnale analogico è possibile avere più canali TV, perché questi possono essere posizionati sulla stessa frequenza, ma garantire comunque immagini e audio migliori.

Sul mercato esistono tanti modelli di decoder DVB-T2, ma prima di acquistarne uno bisogna conoscere per bene le caratteristiche tecniche di questo prodotto, dato che non sono tutti uguali. Ecco cosa controllare prima di acquistare un nuovo decoder:

Quanto costa un decoder DVB-T2?

Se lo chiedono ormai milioni di italiani e ovviamente il prezzo varia in base alle caratteristiche dl prodotto. Esistono decoder DVB-T2 “basilari” a un prezzo che varia dai 30 ai 50 euro: questi assicurano la compatibilità con il nuovo standard. Sul mercato sono poi presenti i decoder 4K, come questo TELE System TS ULTRA 4K HDR, che sicuramente assicurano una migliore definizione, ma che possono superare anche i 150 euro.

Infine ci sono i decoder Tivùsat sicuramente più costosi, ad esempio questo Digiquest Tivusat 1151, che possono variare con prezzi che superano i 100 euro, per arrivare a quasi 200 euro. In particolare Tivùsat è una piattaforma satellitare gratuita nata per guardare canali in digitale terrestre dove non è c’è una buona copertura. Se si hanno problemi nella ricezione della televisione digitale terrestre a causa di una scarsa copertura della propria zona è possibile ricevere i principali canali via satellite sfruttando la piattaforma Tivùsat, che appunto viene distribuita via satellite (quindi è necessario disporre di una parabola).

Insomma i prezzi variano moltissimo in base alle esigenze, ma è possibile tranquillamente passare al DVB-T2 con una spesa minima di 30 euro.

Quale decoder DVB-T2 acquistare?

Sono tanti i brand che producono decoder DVB-T2 per tutte le esigenze: tra quelli più conosciuti si possono consultare i decoder TELE System, Strong, Digiquest, Samsung, i-CAN, Humax, Majestic e Trevi. Ecco una selezione di modelli interessanti.

Come collegare il decoder DVB-T2?

Una volta acquistato il decoder per visionare i programmi TV anche dopo lo switch-off al DVB-T2, bisogna collegarlo al televisore. Farlo è molto semplice: basta infatti usare il cavo HDMI, solitamente in dotazione con il prodotto, da collegare al decoder e alla TV. Ovviamente è necessario collegare anche il cavo dell’antenna, che prima era collegato dietro al televisore, direttamente sul retro del decoder.

Conclusioni

Ovviamente il mercato dei decoder è molto vasto, quindi i modelli segnalati rappresentano solo una piccola parte di quelli presenti sul mercato. Come sempre è possibile trovare i migliori decoder su Trovaprezzi e fare una comparativa dei prezzi, per cercare il prodotto che più si avvicina alle proprie esigenze di spesa. In ogni caso per chi vuole risparmiare ulteriormente è previsto anche il bonus TV, di cui abbiamo parlato nello specifico nell’articolo dedicato al nuovo digitale terrestre, con tanto di date per lo switch-off e test per controllare se il proprio televisore è giù compatibile con il nuovo standard.

Candido Romano
Candido Romano

Giornalista e copywriter con una grande passione per tutto ciò che è tecnologia e intrattenimento, soprattutto smartphone, tablet e videogiochi, di cui scrive dal 2005. Una passione che porta avanti fin da bambino, quando nella sua stanza entrò il Commodore 64: una folgorazione, che aprì un universo di possibilità.

Classe 1983, fa parte di quella generazione che ricorda un mondo...Leggi tutto

Commenti

Iandoli Giuseppe
7 aprile 2021, 11:03

Ho una TV portatile 12″ con la HDMI , vorrei utilizzarlo anche in auto, non solo a casa.
Quale minidecoder completo di diverse funzioni, tipo WiFi ecc ecc mi consigli?
Grazie.

Rispondi
Candido Romano
8 aprile 2021, 7:04

Ciao Giuseppe,

grazie per il commento.

Su Trovaprezzi puoi trovare diversi modelli di mini decoder a questo indirizzo: https://www.trovaprezzi.it/prezzo_decoder_mini_decoder.aspx

Lo STRONG SRT 82 è un modello da poter prendere in considerazione.

Rispondi
Raffaele
7 febbraio 2021, 11:13

Molto esaustivo per me e comprensibile
Grazie

Rispondi
Candido Romano
11 febbraio 2021, 11:44

Ciao Raffaele,

grazie per il commento!

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

nuovo digitale tererstre dvtb2
Tech 21 gennaio 2021

Nuovo digitale terrestre DVB-T2: date di switch-off, bonus e test per capire chi deve cambiare televisore

Il 2021 è l’anno in cui comincerà il cosiddetto switch-off del digitale terrestre, cioè il passaggio al nuovo standard televisivo chiamato DVB-T2. Di conseguenza chi possiede modelli datati dovrà sostituire la TV

bonus 2021
Lifestyle 5 gennaio 2021

Bonus 2021: dalla tv agli occhiali, ecco tutti gli incentivi

La nuova legge di bilancio prevista per il 2021 ha introdotto molti bonus interessanti per il nuovo anno. Ora che è stata approvata ufficialmente anche dal Senato e pubblicata in Gazzetta Ufficiale,