Tech 18 ottobre 2019

Razer presenta il notebook con tastiera ottica

Razer Blade

Razer è da sempre un punto di riferimento quando si parla di periferiche dedicate al mondo dei videogiochi e anche per quanto riguarda i portatili. Il Razer Blade è infatti un’icona non solo per gli appassionati ma anche per i professionisti che desideravano una macchina potente ma al contempo facilmente trasportabile.

I due mondi si sono adesso uniti in quanto l’azienda contraddistinta dal logo verde ha da poco presentato una tastiera ottica da integrare nella sua linea di portatili. Si tratta di una tastiera a basso profilo progettata appositamente per offrire ai videogiocatori una risposta immediata e un feedback tattile simile a quanto offerto da una tastiera meccanica come per esempio la Razer Blackwidow Elite.

Le tastiere ottiche non sono una novità in termine assoluto, ma è la prima volta che tale tecnologia viene adottata su un portatile, soprattutto così sottile.

Sotto ogni tasto è presente un piccolo sensore a infrarossi che rileva la pressione sul tasto, meglio nota tra gli esperti del settore come forza di attuazione. Al contrario della tastiera meccanica con i tradizionali switch, tale meccanismo risulta non solo più preciso e affidabile, ma anche più duraturo in quanto non ci sono di fatto pezzi meccanici che si muovono per trasmettere l’input dato dall’utente.

Tastiera ottica Razer Blade

Ecco il meccanismo della nuova tastiera ottica di Razer.

Andando più nel dettaglio, la tastiera ottica permette di avere un punto di attuazione di un solo millimetro con una forza di 55 grammi e il 50% in più di corsa, in modo da permettere ai giocatori di inviare più comandi in meno tempo, come spesso accade soprattutto in giochi molto frenetici come gli FPS.

Migliora dunque la reattività della tastiera, senza però rinunciare a un feedback tattile che consente così al giocatore di capire esattamente quando il feedback è stato trasmesso o meno.

Ovviamente, come ogni meccanica che si rispetti, c’è anche l’N-Key Rollover (NKRO) e l’anti-ghosting. Infine non poteva mancare la retroilluminazione di tipo RGB compatibile con il software Razer Synapse 3.0.

Il portatile ha poi una dotazione di tutto rispetto oltre alla tastiera, con una CPU Intel Core 9750H con 6 core e 12 thread, una Nvidia RTX 2060 Max-Q, 16GB di RAM e 512 GB di SSD. Il display è invece un’unità da 15,6 pollici con risoluzione FullHD e refresh rate fino a 240Hz.

Il prezzo sarà comunque molto alto: per il mercato statunitense si parla di 2649 dollari. Un portatile dunque di fascia molto alta, che va ad opporsi a concorrenti come l’MSI GS65.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Tech 4 giugno 2020

Motorola Moto 360: lo smartwatch iconico è arrivato alla terza generazione

Motorola Moto 360 è un dispositivo iconico nel panorama degli smartwatch e dei wearable in generale, in quanto è stato il primo in assoluto a essere dotato di un display di forma

iOS 14
Tech 4 giugno 2020

iOS 14: ecco quali iPhone lo riceveranno

iOS 14 sarà il sistema operativo che sostituirà l’attuale iOS 13 usato su tutti gli iPhone dell’azienda di Cupertino. Il nuovo OS dovrebbe vedere la luce nel corso della prossima WWDC 2020

Reno 4
Tech 4 giugno 2020

Oppo Reno 4 e Reno 4 Pro arrivano il 5 giugno

Oppo si appresta a presentare i nuovi Reno 4 e Reno 4 Pro, dispositivi che evolvono la gamma Reno, iniziata dal primo Reno mostrato nel 2019 e contraddistinto dall’iconico meccanismo a scomparsa